venerdì, 28 Febbraio - 02:18
Sportweb
pub_728_90

Con 3mln di euro di beni, dichiara solo 8mila euro l’anno | Foto

i più letti

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano....

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il...

Con il suo lavoro di bracciante agricolo dichiarava un reddito annuo di circa 8mila euro. Eppure, nella disponibilità di una coppia di Cerignola, gli agenti della divisione anticrimine della Questura di Foggia, della Guardia di Finanza e del commissariato di Cerignola, hanno sequestrato beni e manufatti per un valore complessivo di circa 3milioni di euro.

E’ questo l’esito del blitz messo a segno ieri, a Cerignola, in località “Pozzomaggiore” dove gli agenti e i militari delle Fiamme Gialle hanno eseguito un provvedimento emesso dal Tribunale di Foggia, applicativo di una misura patrimoniale disposta in danno del pluripregiudicato 42enne, Donato Di Biase, e della coniuge incensurata, anche lei di 42 anni.

Nello specifico, sono stati sequestrati e confiscati un ampio autoparco (composto da 62 box auto, di 30 mq ciascuno, ed un locale adibito ad ufficio) ed una lussuosa villa a due piani di oltre 330 mq e con finiture di pregio. Il valore dei beni oggetto di sequestro e confisca è di 2milioni e 861mila euro. “Si tratta – puntualizzano i militari del nucleo di polizia tributaria del comando provinciale della Guardia di Finanza – di costruzioni e manufatti realizzati su una estesa superficie in via Padula, in agro di Cerignola, sempre in disponibilità del 42enne, terreno che fu già oggetto di sequestro in passato, provvedimento reso definitivo dalla risposta della Cassazione”. (fonte FT)

[nggallery id=8]

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Coronavirus, negativo il caso sospetto di San Severo

Il caso sospetto di Coronavirus registrato ieri sera presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Severo è risultato negativo....

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri è stato registrato un caso...

Tutti i dettagli sul primo caso pugliese di COVID-19

Sviluppi e nuovi dettagli in merito al primo caso pugliese di Coronavirus. Non avrebbe più febbre e al momento sarebbe asintomatico il 43enne di Torricella...

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il Gruppo ATPI di Bari, impegnato...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Come avevamo previsto abbiamo il...