mercoledì, 26 Febbraio - 06:32
pub_728_90
Sportweb

Cerignola-Brindisi per riscattare la sconfitta dell’andata: i gialloblu non possono rallentare ancora

Obbligatorio tornare al bottino pieno dopo il pari col Grumentum, prima di un febbraio da brividi

i più letti

Un video con alcune indicazioni per prevenire il contagio da Coronavirus

Poche semplici indicazioni pratiche sono state fornite attraverso un video su Facebook dal dottor Gianni Ruocco della Farmacia del...

Cerignola, sequestrati 64mila litri di gasolio di contrabbando e denunciate dieci persone

Nei giorni scorsi, militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Foggia hanno condotto due distinte operazioni di...

Coronavirus, obbligo di segnalazione per chi rientra in Puglia dal Nord

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, la Regione Puglia invita «tutti i cittadini che rientrano in Puglia provenienti dal Piemonte, Lombardia,...
Emanuele Parlati
Giornalista, laureato in Comunicazione istituzionale e relazioni pubbliche. Corrispondente sport per diversi quotidiani pugliesi

Continuare sulla propria strada, allungando la striscia di risultati utili in atto ma allo stesso tempo tornare ad incassare il bottino pieno: questa l’incombenza dell’Audace Cerignola nella ventunesima tornata del girone H di serie D, ospitando il Brindisi allo stadio “Monterisi”. Nello scorso turno, è arrivato uno 0-0 in casa del Grumentum figlio di una prestazione non certo brillante: un mezzo passo falso soprattutto se ci si riferisce all’incapacità degli ofantini di sfruttare nell’ultima mezzora la superiorità numerica. Ciò che di positivo c’è stato nella trasferta lucana è l’aver collezionato la decima gara senza sconfitte e, dopo un avvio di stagione molto affannoso, la continuità non è un dettaglio da sottovalutare e sminuire. Giornate come a Marsicovetere possono capitare, certamente: come a ragione afferma mister Vincenzo Feola, quando si è costretti a rincorrere non potendo sbagliare un colpo, a volte non riesce tutto come nelle intenzioni. Eppure, con quattordici giornate da disputare e ben 52 punti in palio, una serie di scontri diretti e trappole insidiose, tutto può ancora esser messo in discussione. Il match di domani non può che costituire una occasione di rilancio e scommessa al contempo: i tre punti sarebbero la spinta in più per affrontare un febbraio probabilmente decisivo per i colori gialloblu.

Le squalifiche di Rosania e De Cristofaro obbligheranno Feola ad alcuni avvicendamenti nella formazione titolare: la presenza al centro della difesa di Caiazza esclude l’impiego di Russo (entrambi ’99), così Alfarano è candidato ad una maglia da terzino. In mediana torna Coletti, il quale sarà affiancato da Di Cecco. Inamovibili trequartisti e punta centrale, anche se sono in forte rialzo le quotazioni di Nicola Loiodice.

All’ottavo posto con 27 punti ed un bilancio totale di sette vittorie, sei pareggi e sette sconfitte, il Brindisi pare aver allontanato definitivamente le ombre addensatesi un paio di mesi fa, con la squadra in caduta libera dopo un ottimo avvio. A metà novembre Olivieri è stato rilevato in panchina da Salvatore Ciullo e con il tecnico salentino l’inversione di rotta è stata netta. Nelle ultime sette giornate, dodici punti incamerati e due pareggi consecutivi con Nocerina e Casarano dopo lo stop interno col Taranto. Non da prima pagina gli innesti nel mercato di riparazione, con la partenza di Montaldi (risolutore all’andata) e l’ingaggio dall’Altamura di Dorato come operazione più di rilievo. Lo scheletro dei biancazzurri resta incentrato sulla qualità e l’esperienza dei vari Fruci, Matino, Ancora, D’Ancora -il centrocampista con cinque gol è il miglior marcatore, a testimonianza di un attacco forse un po’ spuntato-. Nel 3-5-2 probabile schieramento dei messapici, non ci sarà in difesa Ianniciello per squalifica: il classe ’86 ne rappresenta una delle colonne. Brindisi ad ogni modo non intenzionato a recitare la parte della vittima sacrificale, l’Audace però dal canto suo difficilmente concederà nuovamente sconti.

Calcio d’inizio alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Lipizer, della sezione di Verona.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Venti famiglie ancora fuori da Palazzo Lelli. Sarebbero dovute rientrare presto?

Dovevano rientrare nel giro di pochi giorni e invece sono ancora fuori casa. Massimo 72 ore si erano sentiti...

Esodo al contrario da Nord, in molti tornano a casa. Necessario segnalare

Ai tempi del Coronavirus un esodo da Nord - dove molti uffici e scuole sono chiusi - a Sud dei pendolari o studenti/lavoratori fuori...

Cerignola, sequestrati 64mila litri di gasolio di contrabbando e denunciate dieci persone

Nei giorni scorsi, militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Foggia hanno condotto due distinte operazioni di polizia giudiziaria, coordinate dalla locale...

Un video con alcune indicazioni per prevenire il contagio da Coronavirus

Poche semplici indicazioni pratiche sono state fornite attraverso un video su Facebook dal dottor Gianni Ruocco della Farmacia del Corso. Oltre alla pulizia delle...

Coronavirus, obbligo di segnalazione per chi rientra in Puglia dal Nord

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, la Regione Puglia invita «tutti i cittadini che rientrano in Puglia provenienti dal Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna» e che...