pub_728_90
Pubblicità
Sportweb

Interporto: dalla rinascita alla liquidazione

L’Interporto, pronto per essere rilanciato in campagna elettorale, diventa oggi, assieme a Sia, problema dell’Amministrazione Metta. Nel primo discorso in consiglio comunale (era l’estate del 2015, ndr), Franco Metta annunciava i cambi strategici al vertice di Ofanto Sviluppo, la società di gestione dell’Interporto, cambi che non hanno prodotto i risultati prospettati dal Primo cittadino.

Il nuovo CdA guidato dal duo MasielloDesortis (il primo dei due pare abbia presentato le proprie dimissioni, ndr) si è riunito due volte, la prima volta per la nomina del Presidente e la seconda per l’affidamento dell’incarico di valutazione dell’Interporto. In una nota dei giorni scorsi il Sindaco Metta raccontava: «abbiamo intensamente lavorato per sei mesi, tentando un difficile salvataggio». E aggiungeva: «non abbiamo trovato nemmeno la documentazione necessaria. La società Ofanto Sviluppo non ha registri contabili e nemmeno bilanci approvati. […] Il CDA non è in grado nemmeno di provare a redigere un bilancio. Insieme ai revisori ha proposto la messa in liquidazione, perchè altro non si può fare e perché la legge, in queste condizioni, lo impone. Dunque, che liquidazione sia e la proporrò al Consiglio Comunale».

Difficile credere che una società come Ofanto Sviluppo non abbia bilanci approvati o registri contabili e a darne smentita sono proprio fonti vicine ai commercialisti che tengono le scritture contabili di Ofanto Sviluppo. Inoltre parte della documentazione dovrebbe essere proprio in comune, nella stanza concessa ad Ofanto Sviluppo, al terzo piano di Palazzo di Città.

La via della liquidazione, atto finale di un fallimento lungo vent’anni, riprende il solco già tracciato dalla Governace di Giannatempo Sindaco, quella strada che il consigliere d’opposizione Metta non condivideva e alla quale disse no. «In dieci mesi è riuscito a fare esattamente il contrario di quello che aveva detto e promesso sui principali temi della politica cittadina – ha tuonato dall’opposizione Tommaso Sgarro -. Avevamo annunciato la triste fine di Ofanto Sviluppo non avendo visto nessuna somma per ripianare la partecipata nel bilancio di previsione. Ci fu risposto in quell’occasione dal sindaco che avrebbero fatto variazioni di bilancio». Variazioni improbabili, considerato che lo stesso CdA della partecipata non ha convocato alcuna riunione per metter mano alla bozza del documento contabile.

Giovedì 28 il Consiglio Comunale affronterà, come da quinto punto all’o.d.g, la messa in liquidazione di Ofanto Sviluppo, e sarà probabilmente quella l’occasione per dibattere  diversi punti oscuri del recente passato della partecipata.

Così si avvia al termine uno dei capitoli più tristi della politica degli sprechi a Cerignola. Crolla una cattedrale nel deserto sul cui progetto sono impresse firme (e responsabilità) precise.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Sindacato medico CIMO: «No a chiusura temporanea di reparti a Cerignola. Asl revochi come a San Severo»

Se la politica nicchia di fronte alle scelte organizzative del direttore generale dell'ASL Foggia Vito Piazzolla, i medici la pensano...

«Disordine organizzativo» Covid-19. Gentile: «a casa il management sanitario foggiano»

«Michele ci vuole coraggio e hai dimostrato in passato di averlo, di averne tanto. Oggi servono decisioni drastiche ma indispensabili. Manda a casa il...

In Puglia 105 nuovi casi di Covid (2182 dall’inizio). Nel foggiano 25 positivi e 6 decessi

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi venerdì...

Coronavirus, oggi due decessi e un nuovo contagio a Cerignola

C’è un nuovo contagiato da Coronavirus a Cerignola, mentre si riduce di una unità il numero delle persone in quarantena. Come da comunicazione della Responsabile...

Asta di beneficenza a cura di Terre di Cerignola: obiettivo donazioni per la Regione o per l’ospedale “Tatarella”

Nuova iniziativa benefica, fra le tante che si stanno susseguendo in questi giorni, per combattere la pandemia causata dal Covid-19. Il gruppo di Terre...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Coronavirus, oggi due decessi e un nuovo contagio a Cerignola

C’è un nuovo contagiato da Coronavirus a Cerignola, mentre si riduce di una unità il numero delle persone in...

Cerignola: violenza domestica ai tempi del Coronavirus, tre arresti dei Carabinieri

Il coronavirus non sta fermando le violenze domestiche e i maltrattamenti in famiglia; anzi, come ipotizzato anche dall’O.N.U., l’isolamento,...

La New Grieco dona apparecchiature agli ospedali per l’emergenza Covid-19

Un ventilatore per il Centro Provinciale COVID di Foggia e due apparecchiature di ultimissima generazione per l’ospedale ‘Tatarella’ di...