venerdì, 28 Febbraio - 02:32
pub_728_90
Sportweb

Ecolav s.r.l. e Caiaffa querelano per diffamazione Bevilacqua e i suoi collaboratori

i più letti

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano....

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il...

La Ecolav srl e il sig. Luigi Caiaffa informano la cittadinanza di aver inoltrato al Comando Provinciale dei Carabinieri e alla Procura della Repubblica di Foggia una documentata querela per diffamazione aggravata contro i signori Bevilacqua Gerardo, Virgilio Gerardo, Virgilio Michele e Tarantino Gerardo e quanti altri abbiano concorso, a diverso titolo e in qualsiasi modo, alla campagna diffamatoria contro una sana ed importante impresa del territorio.
La Ecolav assicura di essere in regola con la normativa regionale, nazionale e comunitaria in materia di trattamento di rifiuti, di non gestire un inceneritore, ma un impianto di trattamento rifiuti.

È munita di tutte le autorizzazioni previste dalla legislazione vigente e, nell’esercizio della sua attività, ha applicato ed applica, come richiesto dalla normativa comunitaria, tutte le migliori e più efficaci tecniche disponibili, sia in precedenza, nella fase di progettazione e costruzione dell’impianto, sia oggi, nell’esercizio e manutenzione del medesimo, allo scopo di garantire continuamente un elevato livello di protezione dell’ambiente.

La Ecolav svolge un’attività d’impresa utile, necessaria, indispensabile ed equiparabile ad un servizio di interesse pubblico, sebbene svolto in forma privata, essendo sufficiente considerare che i rifiuti non sterilizzati conserverebbero la carica batterica inquinante e pericolosa, che, invece, la sterilizzazione provvede a distruggere.

L’Ecolav, nel rispetto della normativa ambientale in vigore, è sottoposta, infine, a un rigoroso piano di monitoraggio e controllo, approvato dalla Regione Puglia. I frequenti e numerosi controlli non hanno mai evidenziato irregolarità o violazioni ambientali e comminato sanzioni.

Recentemente alcuni rilievi, commissionati dal Comune di Cerignola ed effettuati dall’Arpa, hanno anche accertato che nella zona industriale di Cerignola, nonostante la presenza di numerose aziende, non sussiste alcuna criticità ambientale e che l’aria non è inquinata.

Questi dati fanno giustizia delle allarmanti campagne orchestrate nel tempo da vari soggetti ed influenzate certamente da calcoli e strumentalizzazioni politiche di vario genere, che ancora continuano.

La presenza dell’Ecolav e di altre aziende industriali, come dimostrano i rilievi dell’Arpa, non crea alcun problema o pericolo alle diverse aziende alimentari operanti in zona industriale.

La Ecolav e il sig. Luigi Caiaffa, dopo aver a lungo subito e tollerato una falsa, ingiusta e ingiustificata campagna diffamatoria nei loro confronti, con accuse gravi, assurde, deliranti ed infamanti, intendendo tutelare l’immagine dell’azienda, la dignità personale del suo titolare, nonché il lavoro e la professionalità delle maestranze impiegate.

L’azione di tutela giudiziaria, con richiesta di danni, sarà estesa contro chiunque insisterà nel propalare notizie false e diffamatorie anche in relazione a presunti ed inesistenti inquinamenti alimentari.

L’Ecolav, come indirettamente hanno dimostrato i rilievi dell’Arpa,  non inquina e non contamina in alcun modo i pasti preparati per la mensa scolastica e sarà costretta, suo malgrado, a tutelare la propria immagine contro chiunque continuerà ad affermare fatti destituiti di ogni pur minimo fondamento.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Coronavirus, negativo il caso sospetto di San Severo

Il caso sospetto di Coronavirus registrato ieri sera presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Severo è risultato negativo....

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri è stato registrato un caso...

Tutti i dettagli sul primo caso pugliese di COVID-19

Sviluppi e nuovi dettagli in merito al primo caso pugliese di Coronavirus. Non avrebbe più febbre e al momento sarebbe asintomatico il 43enne di Torricella...

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il Gruppo ATPI di Bari, impegnato...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Come avevamo previsto abbiamo il...