More

    HomeEvidenzaIl segretario Pd Ladogana: "Il centrodestra non c'è più, ora nuova fase...

    Il segretario Pd Ladogana: “Il centrodestra non c’è più, ora nuova fase per la politica”

    Pubblicato il

    Il segretario cittadino del Partito Democratico, Silvana Ladogana, analizza in un comunicato stampa che segue integralmente la situazione politica italiana e, di riflesso, cittadina. Affermando che il centrodestra non c’è più, sia a livello nazionale che locale, il segretario democratico richiama alla responsabilità, chiamando a raccolta le opposizioni per non tenere più in piedi una situazione che «sta arrecando gravi danni a Cerignola».

    Il centrodestra non c’è più! I soli 308 voti con i quali oggi è passato il rendiconto di bilancio (già bocciato in precedenza), e che solo grazie al grande senso di responsabilità di PD e UDC è stato approvato, sono la dimostrazione matematica di quello che in realtà si sa già da tempo: il governo è morto! In un momento di grave crisi è bene che il capo del governo si assuma le sua responsabilità e decida di donare finalmente credibilità al nostro paese dando le dimissioni. La crepa che oggi si è aperta nel centrodestra è una lente attraverso la quale vedere anche l’attuale scena politica locale. Oramai il centrodestra non è più maggioranza nel paese come non lo è più nemmeno a Cerignola (del resto a Cerignola Giannatempo è stato già eletto con lo stesso numero di voti con i quali ha perso nel 2005 contro il centrosinistra). Un centrodestra diviso a livello nazionale come a livello locale (basti pensare che i gruppi consiliari si sono raddoppiati da 2 a 4), un centrodestra in perenne crisi, che dimostra di non essere in grado di prendere provvedimenti importanti tanto nel paese quanto a livello cittadino. È il momento delle responsabilità! Per questo in ore convulse, che vedono cambiare radicalmente il panorama politico nel quale siamo stati richiusi nell’ultimo ventennio, mi sento di rivolgere un appello alle forze moderate della nostra città: anche voi siete costretti a subire i danni di un centrodestra che ha perso la bussola e non sa più distinguere l’azione politica dalla strenua difesa delle posizioni personali. Mi rivolgo a quelle persone che già in consiglio comunale hanno dimostrato di mal sopportare questo cortocircuito che attanaglia tanto il centrodestra nazionale, quanto quello di Cerignola, per chiedere loro se è giusto tenere in piedi una situazione che danneggia profondamente la nostra comunità, e che è il sintomo di una differenza oramai insanabile nel modo di intendere la politica. Mi rivolgo a chi a veramente ha cuore il proprio paese (come ha dimostrato in parlamento concordando l’azione con il PD), come ha sicuramente a cuore Cerignola: non è forse anche per voi arrivato il momento di mostrare il necessario senso di responsabilità?