More

    HomeEvidenzaLa civiltà dei rapporti umani e politici come bene comune. Lettera di...

    La civiltà dei rapporti umani e politici come bene comune. Lettera di Elena Gentile

    Pubblicato il

    Pubblichiamo una lettera/comunicato dell’assessore regionale al Welfare Elena Gentile su quanto è accaduto mercoledì sera dinanzi alla sede del Partito Democratico in via Mameli. Di seguito la nota integrale.

    Giovanni Grieco, che conosco da tempo immemorabile, è persona troppo perbene perché si possa rimanere insensibili rispetto al linciaggio mediatico, e non solo, cui è sottoposto in queste ore. Sento, dunque, il dovere morale e personale di esprimergli piena solidarietà e rinnovata stima. Confortata, in questo, non solo dal suo cristallino percorso di vita ma anche dalla considerazione che di Lui hanno tutti coloro che lo conoscono. Parimenti, non posso rimanere insensibile rispetto ai giudizi denigratori rivolti al Partito cui mi onoro di appartenere. Il PD in tutte le sue componenti, nessuna esclusa, è un Partito serio e responsabile, consapevole del suo ruolo centrale, anzi decisivo, per il futuro della Città. Di questo, peraltro, si è discusso nell’ultima riunione di Coordinamento cittadino. E, appunto, in modo serio e responsabile da parte di tutti. Potrei chiuderla qui, ma non voglio sottrarmi ad un giudizio di valore riguardo agli incresciosi avvenimenti di mercoledì 5 ottobre scorso.

    Premetto che sono da sempre persuasa del fatto che i processi si celebrano nelle sedi deputate, non altrove. Soprattutto quando, come in questo caso, vi è la necessità di riflettere con serenità piuttosto che alimentare polemiche utili soltanto per qualche sterile strumentalizzazione. Ciò che ho visto e sentito, dunque, e ciò che io stessa ho fatto e detto, lo riferirò con assoluta onestà intellettuale, ma nelle sedi opportune. Quello che mi preme sottolineare, ora, è l’auspicio che – con il concorso responsabile di tutti – simili incresciosi e deprecabili episodi non abbiano modo di ripetersi. Perché, nella fattispecie, non di assalto alla libertà di stampa e/o della sacralità del giornalismo (su cui siamo d’accordo tutti) si è trattato, bensì di attacchi ad personam insistenti e personalizzati, spesso conditi da insulti personali, provocazioni e interpretazione non corretta della verità dei fatti contestati. Si dovrebbe accettare tutto questo con cristiana rassegnazione in nome del politicamente corretto? Forse è così. Tuttavia, a coloro che esprimono questa granitica certezza vorrei sommessamente ricordare che una precedente campagna di odio e di veleni scientificamente orchestrata è sfociata in un’aggressione di inaudita violenza verbale nei miei confronti, che solo per puro miracolo non ha avuto conseguenze ancora più drammatiche.

    Quell’esperienza non ha intaccato minimamente la mia passione politica, né l’amore per questa città, ma, tuttavia, mi è rimasta nell’anima, al punto che i fotogrammi di quelle scene terribili – la sera del 5 ottobre scorso – sono prepotentemente affiorate nella mia mente. Mi piacerebbe, allora, approfondire una riflessione collettiva, non sulla libertà di stampa e di espressione, che sono valori assoluti e imprescindibili, nonché patrimonio condiviso di tutti, ma che nulla hanno a che fare con gli accadimenti di quella triste sera, ma sul senso vero della partecipazione e della democrazia che non possono possono prescindere dalla civiltà dei rapporti umani e politici intesi come bene comune.

    9 COMMENTS

    1. Questa lettera comunicato dà l’esatto valore alle cose, quelle che non avremmo voluto sapere o avremmo volentieri ignorato, in quanto c’è stata una “bega familiare” all’interno del PD. L’Assessore Gentile ha parlato di sede opportuna dove dover raccontare, con dovizia di particolari, quanto è avvenuto il 05-10 c.a. Allora mi domando: quale è stata la molla che ha fatto scattare il comunicato del Segretario del PD cittadino ? Il fatto in se si poteva chiudere con una querela tra le parti,? Mentre un esecrabile gesto consumato tra esseri umani è inconcepibile! Mi consenta Dottoressa, forse non si trattava di una divergenza ideologica, ma di qualcosa d’altro. Le sedi giuste saranno giustamente interessate a giudicare in futuro. Al momento il più grande rammarico è quello di aver avuto, l’ennesima dimostrazione che la passione politica è dialettica, mentre l’interesse è manesco o pedestre.

    2. Leggere questa lettera è quanto più patetico possa esserci……….al di là dei fatti, una cosa è inconfutabile, la dott.ssa Gentile e i suoi, xxxxxx xxxxx xxx xxxxxxxx xxx xx , la prossima volta non vi vota nessuno!!!!

    3. Quasi quasi, giustifichiamo Grieco?
      Cara Elena, nel partito xxxxxxxxxxxxxxxx…
      La soluzione è questa:
      – ritirate la tessera a Grieco;
      – chiedere le dimissioni della Segretaria per il comunicato stampa;
      – ritirare la richiesta di discussione il Consiglio Comunale sulla criminalità perchè, e questo comunicato lo conferma, voi non siete di rappresentare nessuno, se non degli atti di violenza.
      Condanniamo il comportamento di GRIECO!

    4. CARA DOTTORESSA GENTILE, SEBBENE IO E TE NON ABBIAMO QUASI MAI AVUTO MODO DI CONFRONTARCI, NONOSTANTE TUTTE LE DIVERSE VEDUTE CHE SONO EMERSE IN PASSATO, HO SEMPRE PENSATO CHE TU FOSSI UNA DONNA IN GAMBA E INTELLIGENTE. PURTROPPO DOPO QUESTE TUE DICHIARAZIONI, DEVO RIVEDERE IL MIO PENSIERO SU DI TE, IN QUANTO DA ASSESSORE REGIONALE AVEVI L’OBBLIGO DI INTERVENIRE E DI EVITARE CHE CAPITASSE CIO’ CHE è CAPITATO LA SERA DEL 5 OTTOBRE. ANCORA UNA VOLTA IL TUO SILENZIO TI HA RESO RESPONSABILE DI CIO’ CHE E’ ACCADUTO QUELLA SERA, IN QUANTO MASSIMO ESPONENTE DEL PD CERIGNOLANO. DETTO CIò CONFERMO ANCH’IO LE TUE AFFERMAZIONI SU GIANNI, PERSONA SEMPLICE, MA SINCERA E ONESTA, MA LE AGGRESSIONI FISICHE (A TORTO O A RAGIONE), VANNO SEMPRE STIGMATIZZATE…

      CON AFFETTO…
      TUO NIPOTE!

    5. ma siamo sicuri che grieco non si sia solamente difeso? è facile dare una versione on line e dare visibilità e credibilità a questa senza che l’altra parte si possa difendere. mi è difficile pensare che un 60enne con un evidente problema fisico sia in grado di aggredire un ragazzo corpulento e in ottima salute fisica. attenzione a quello che si scrive e come lo si scrive! soprattutto quando non si hanno le prove oggettive!

    6. Sono incredulo e stupefatto. Il maggior esponente del PD esce con una lettera in cui si esprime solidarietà al proprio tesserato ignorando quanto accaduto. La violenza è violenza a prescindere da chi abbia ragione o torto. Vedo molto molto vittimismo cronico in quanto si definisce diffamatoria parte della stampa, la Gentile scrive: “attacchi ad personam insistenti e personalizzati, spesso conditi da insulti personali, provocazioni e interpretazione non corretta della verità dei fatti contestati”. A me questo atteggiamento ricorda tanto un famoso Berlusconi che diventia vittima perchè perseguitato dai giudici, bene la Gentile vittima dei giornalisti? Ma daiiiiiii. Di quali articoli parliamo? L’ortopedia come funziona cara Assessora? quali furono le sue promesse? Alla fine di settembre gli ifermieri e i tanti dottori che dovevano arrivare sono arrivati? Promesse fatte ma non mantenute, slogan xxxxxxx e non veritieri, fumo negli occhi e tanta ma tanta falsità. Di fronte a ciò un giornalista cosa deve fare? Secondo la Gentile non scrivere altrimenti sarebbero attacchi ad personam.
      Son siete patetici ma xxxxxxxxx.

    7. E’ vergognoso quanto afferma la gentile. Vendola cacciala dalla giunta!!!!!!! elena gentile stai portando cerignola a fare una brutta figura in tt la puglia. tutti i giornali parlano dell’aggressione da parte di grieco al giornalista e del comunicato stampa che avete scritto per cambiare le carte in tavola….ma quano caz. ti dimetti?

    8. Mamma mia, spira una brutta aria per Elena Gentile.
      A proposito, visto la “pinocchiata” sull’arrivo di medici ed infermieri….Sei sicura di chiamarti Elena?

    Comments are closed.

    Ultimora

    Presentato alla Camera dei Deputati il libro “Una vita su uno sgabello” di Antonella Migliorati

    Lo scorso 17 giugno alla Camera dei Deputati si è svolto “Autrici a confronto”,...

    Altre due conferme per la Pallavolo Cerignola: Pettinari e Adorni

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola SSD arl è lieta di annunciare il rinnovo della centrale...

    Roberta Recchia presenta a Cerignola “Tutta la vita che resta”, il suo romanzo d’esordio

    Lunedì 24 giugno, alle ore 19:00, presso il Mondadori Point di Cerignola (via Bari,...

    Dalla palestra alle aule di scuola: la Kick Boxing come stile di vita nella tesina di Veronica Anzalotta | Video

    Le funzioni educative e formative dello sport in generale, e di alcune discipline in...

    Audace Cerignola, interesse in attacco per Cuppone del Pescara

    In vista dell’apertura imminente della sessione estiva di calciomercato, l’intenzione dell’Audace Cerignola sarà non...

    Furti di tombini a Cerignola: ne sono stati asportati 27 fra città e zona industriale

    Ben 27 chiusini in ghisa rubati in sole 72 ore anche in vie principali...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Presentato alla Camera dei Deputati il libro “Una vita su uno sgabello” di Antonella Migliorati

    Lo scorso 17 giugno alla Camera dei Deputati si è svolto “Autrici a confronto”,...

    Altre due conferme per la Pallavolo Cerignola: Pettinari e Adorni

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola SSD arl è lieta di annunciare il rinnovo della centrale...

    Roberta Recchia presenta a Cerignola “Tutta la vita che resta”, il suo romanzo d’esordio

    Lunedì 24 giugno, alle ore 19:00, presso il Mondadori Point di Cerignola (via Bari,...