More

    HomeEvidenzaPece (FlI) duro con Giannatempo: "...ha tradito tutti, amici ed elettori”

    Pece (FlI) duro con Giannatempo: “…ha tradito tutti, amici ed elettori”

    Pubblicato il

    Pubblichiamo di seguito una nota di Enzo Pece, coordinatore cittadino di Fli, sulla gestione giannatempo. Ecco il documento completo.

    “Governare è far credere”. Mai è stato così attuale l´aforisma di Macchiavelli. Mai così vero sia a livello nazionale che locale. Il governo romano di Berlusconi, ma anche l´amministrazione cerignolana di Giannatempo, ci hanno fatto credere quello che loro hanno voluto farci credere.“ esordisce cosi il Coordinatore cittadino di FLI Enzo Pece. Un duro attacco nei confronti del Sindaco Giannatempo reo, a suo dire, dfi aver tradito tutto e tutti, amici ed elettori, per di vincere una partita che tutti sapevano, Sindaco compreso, che sarebbe stata una disfatta dopo. Vincere era facile quando eravamo tutti nel Pdl e al ballottaggio contro Tonti sapevamo sarebbe stata una passeggiata. A tutti era chiaro sin dall’inizio che il problema sarebbe stato dopo, ossia governare, mantenere le promesse” continua Pece. “Berlusconi ci ha fatto credere di poter creare un milioni di posti di lavoro, di poter abolire le province, di non incorrere in rischi di crisi internazionale, di essere sempre di buon umore, pieno di ottimismo perché altrimenti tutto sarebbe andato peggio. Allo stesso modo il sindaco Giannatempo ci vuole far credere che ha tutto sempre sotto il suo controllo, che ha grandi doti personali e politiche, che ha la capacità di allearsi con i suoi peggiori nemici pur di raggiungere i suoi obiettivi, che sta programmando nel migliore dei modi il futuro dei cerignolani, che si è fatto tanto e si sta facendo ancora tanto altro. Ma dove? Ma cosa? Ma quando? Ritornino entrambi sulla terra! Anzi. Berlusconi ci è già tornato! Adesso tocca a Giannatempo. L´Italia e Cerignola hanno bisogno di credere e di sognare. Entrambi, però, non ci riusciranno più. Gli italiani ed i cerignolani in particolare non vogliono più credere in voi. Sanno bene, oramai, di essere stati presi in giro. Non riescono più né a governare e neanche a farci credere in qualcosa. Per entrambi – conclude il coordinatore del partito di Fini- si è concluso un ciclo politico. Ne prendano atto prima di essere tristemente ridicolizzati dai cittadini elettori”.

    18 COMMENTS

    1. Nel Vocabolario Etimologico della Lingua Italiana si legge: “governare – …. propriam. dirigere una nave, formato su Kybernos, capitano che tiene a Kybe testa, capo, o, come altri vuole, nel senso figurato di parte principale o più alta della nave, che darebbe il significato di quei che sta sull’alto della nave per dirigerla. Propriamente vale Condurre tra gli scogli e le secche, fra le tempeste ed i venti contrari, salva in porto la nave; e metaforicamente è Reggere il timone dello Stato, e fra le commozioni politiche procurare ai popoli la maggiore sicurezza e prosperità possibile. Più genericamente Reggere, Temperare, Regolare, Custodire, Provvedere ai bisogni, Fornire del necessario, specialmente dell’occorrente al vitto, OPERARE, FARE”.
      Mi pare che la definizione del Vocab. etimologico sia riferibile ai marziani, agli alieni e non agli italiani, né tantomeno alla gente di Cerignola, che soggiace inetta, maldestramente complice di quel Kybernos che non riesce perché non sa Governare la nave. E’ vero, Machiavelli parla di Governare come l’equivalente di “far credere”, ma cosa e in che cosa “far credere”? Secondo me, Pece prende un bell’abbaglio di luce accecante su Machiavelli, il quale non crede nella politica dei sogni, bensì nella politica del fare, dell’operare: non si tratta di sognare, il nocciolo della questione sono proprio i sogni e a furia di sognare siamo rimasti prede e vittime dei sogni, o forse degli incubi, senza curarci della realtà delle cose. LA POLITICA è “una lotta senza quartiere dove prevale solo chi ha energia e astuzia”, non a danno dei cittadini e a vantaggio del Kybernos, ma al contrario, a vantaggio di tutti, perchè sulla nave ci sta il cittadino e ci sta il capitano.
      LA POLITICA bisogna che sia forte ma non crudele, che conduca al timore e al rispetto ma non all’odio. Noi invece sperimentiamo ogni giorno esattamente il contrario.
      Sono gli stessi uomini politici che hanno distrutto quel sogno dei cittadini, di sperare cioè in un mondo migliore, in un’Italia migliore, in una città migliore: in tali contesti è fondamentale la responsabilità individuale, tanto per Monti, quanto per Berlusconi, quanto per ogni singolo cittadino, è importante la personalità e la gestione del potere da parte del capo in un certo modo e non come assistiamo oggi, con la violenza, gli insulti…. Ecco perchè un principe che oggi invece potrebbe essere paragonato al leader perfetto, a colui che guida senza comandare, che incute paura senza minacciare, che si guadagna il rispetto senza suscitare odio, deve essere un buon punto di riferimento nella comunità, un gruppo di governo di una città deve essere punto di riferimento per la collettività: noi invece abbiamo i fantasmi nelle città e questo ci porta non a sognare, ma a fare gli incubi. E quanto a Cerignola, per chiamare in causa il Machiavelli, Pece tenga più conto della realtà e non tanto dei sogni, ovverosia che “Gli uomini si dimenticano più presto la morte del padre che la perdita del patrimonio”.

    2. Sì, Cerignola non è più la stessa. Da quando Pece non è più assessore la città va a scatafascio. Che senso ha vivere se Pece non fa l’assessore?
      E’ chiaro che finchè Giannatempo lo teneva in giunta, il sindaco era bravo, governava bene e tutto era ok.
      Che simpatico Pece…
      Per fortuna che ogni tanto ci delizia delle sue perle di saggezza. Lui sa cosa vogliono i cerignolani. Ma lo sa che non vogliono lui? Non lo votano mai…

    3. ma non eravate amici di merende? La storia non si può cancellare ed è ben ferma nella mente di ognuno di noi! p.s. grazie professor Orlando

    4. e allora vi racconto una bella favoletta!

      Un asino che portava un carico di sale stava attraversando un fiume. Ma essendo scivolato e caduto nell’acqua, siccome il sale si sciolse, si rialzò più leggero. Naturalmente fu molto lieto dell’accaduto.
      Un’altra volta, giunto con un carico di spugne sulla riva di un fiume, credette quindi che, se vi si fosse lasciato cadere, ne sarebbe uscito più leggero, e così di proposito scivolò nell’acqua. Accade però che le spugne si imbevvero e l’asino, non più capace di uscire dalla corrente, morì annegato.

      Allo stesso modo gli uomini non si accorgono che spesso sono le loro stesse azioni a rovinarli.

      • Bravo MIchele,i tuoi commenti hanno un senso!!!
        MA pece cosa vuole dalla vita?baciasse per terra per quello che ha……..non basta tutti i soldi che xxxx in quel lido frequentato da xxxxxxx,xxxx xxxxxx,xxxx xxxxxx e chi più ne ha più ne metta……..

    5. Chiediamo cortesemente ai nostri utenti di evitare di offendere, altrimenti saremo costretti a chiudere i commenti. Grazie per la collaborazione… Staff!!!

    6. “Ma il non parlarne punto, il fingere che la quistione non esistesse, questo era un tradimento vero della gioventù, e accusar di traditori del proprio ufficio coloro che d’un tradimento appunto non si volevan macchiare, era una stupida calunnia. Ma qui il risentimento contro il calunniatore, riacceso tutt’a un tratto, gli faceva perder le staffe; e uscendo dalla quistione scolastica, egli ammoniva la borghesia ostinata nella sua imprudente negazione, con le parole del cardinal Manning: – Vano è chiudersi gli occhi con le mani per non vedere l’abisso -“. Edmondo De Amicis – Primo maggio (1980), Parte quarta – IV.

    7. non per niente ma si divaga dal contenuto dell articolo. tutto qui.
      forza fli, un sondaggio swg uscito stamattina ci dà tra il 15-16%!

    8. è mai possibile che Pece dica che Giannatempo sbaglia e tradisce tutti, solo dopo che lui è stato costretto a dimettersi? ricordiamo che era assessore senza rappresentanza consiliare e senza aver, dal 93 (ah, in quel caso era Michele Izzi il più giovane, non lui come racconta nelle sue memorie) mai centrato una elezione.
      Siamo seri, su. Finchè stava dentro, Giannatempo era bravo. Ora è il diavolo.
      Ià, Pece, riprenditi, perchè qui stiamo ridendo in 36 e succede ogni volta che esterni il tuo pensiero.
      Il fatto è che fate una politica anni 90. A quel 93 sei restato. ma la gente è cresciuta, è maturata. E voi a ripetere le stesse formule a memoria. basta ridere, mè, che devo andare a messa.
      Pece, grazie per il sorriso che ci doni

    9. gradevole commento dell’utente che mi precede. questa è la vera politica. non i panini con la porchetta e le parolacce

    Comments are closed.

    Ultimora

    Sabato 20 luglio va in scena a Cerignola l’Aufidus Summer Fest

    Sulle rive del fiume Ofanto, una giornata di Sport e Musica per celebrare e...

    Cerignola, un “World Cafè” con la comunità LGBTQ+ per demolire gli stereotipi

    Si svolgerà giovedì 18 luglio 2024 alle ore 18.00, a Cerignola presso Caffè Bramo (Via Don...

    Cerignola, potenziati i collegamenti bus per gli aeroporti di Foggia e Bari

    Grazie alla collaborazione tra il Comune di Cerignola, la Regione Puglia e Cotrap-Metauro Bus,...

    Cerignola vola su Sky Sport per la tappa dell’International Beach Soccer

    «Stanco ma soddisfatto per la riuscita di questo fantastico evento che ha visto la...

    Via alla campagna abbonamenti dell’Audace Cerignola per la stagione 2024/25

    La S.S. Audace Cerignola comunica che a partire dalle ore 15.00 prenderà il via...

    La Commissione d’inchiesta sul lavoro in visita nel foggiano, prima tappa a Cerignola

    Tappa in provincia di Foggia della commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di lavoro...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Sabato 20 luglio va in scena a Cerignola l’Aufidus Summer Fest

    Sulle rive del fiume Ofanto, una giornata di Sport e Musica per celebrare e...

    Cerignola, un “World Cafè” con la comunità LGBTQ+ per demolire gli stereotipi

    Si svolgerà giovedì 18 luglio 2024 alle ore 18.00, a Cerignola presso Caffè Bramo (Via Don...

    Cerignola, potenziati i collegamenti bus per gli aeroporti di Foggia e Bari

    Grazie alla collaborazione tra il Comune di Cerignola, la Regione Puglia e Cotrap-Metauro Bus,...