More

    HomeNotizieCronacaDaniela morta per cause naturali. Ecco il risultato dell'autopsia

    Daniela morta per cause naturali. Ecco il risultato dell’autopsia

    Pubblicato il

    RISULTATO AUTOPSIA E’ morta per una emorragia interna provocata da cause naturali Daniela Curiello, la 27enne di Cerignola deceduta all’ospedale “Tatarella” dopo aver dato alla luce il figlioletto. Non ci sarebbero, dunque, negligenze o errori medici. E’ quanto stabilito dall’autopsia effettuata dall’equipe del prof. Vittorio Fineschi, dirigente del reparto di Medicina legale degli Ospedali Riuniti di Foggia. Esame autoptico disposto dal sostituto procuratore, Domenico Minardi, dopo la denuncia presentata dai familiari della vittima. Iscritto nel registro degli indagati un medico del 118 in servizio la sera del 30 dicembre, giorno del decesso della donna. Un avviso di garanzia atto dovuto per consentire al medico di nominare un suo consulente di fiducia.

    RICOSTRUZIONE Daniela Curiello doveva partorire il 4 gennaio con un taglio cesareo. La sera del 30 dicembre ha accusato un malore e ha avuto una forte emorragia interna. Trasportata al “Tatarella” di Cerignola, è stata sottoposta d’urgenza a un intervento chirurgico. A nulla sono valsi i tentativi di salvarla, la giovane mamma è morta poco dopo aver dato alla luce il figlioletto. Neonato ricoverato, dal giorno della sua nascita, nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia: le sue condizioni se pur stazionarie, restano ancora disperate.

    DICHIARAZIONI DELLA FAMIGLIA Dopo il decesso della donna, ricordiamo, il compagno ha denunciato l’accaduto ai carabinieri che hanno provveduto al  sequestro delle cartelle cliniche della vittima, e successivamente al recapito di un avviso di garanzia a un medico del 118, il quale ha potuto nominare un consulente di fiducia. Il tutto, come reso pubblico dal legale della famiglia, Stefania Specchio, è stato fatto per fare chiarezza sull’accaduto, senza voler accusare nessuno: «la scelta di sporre denuncia contro ignoti è un gesto dettato solo dal desiderio di conoscere la verità. I parenti non vogliono assolutamente accusare nessuno».

    9 COMMENTS

    1. per tutti i qualunquisti e pronti al giudizio,ora potete parlare non prima,se nn crescete prima voi dentro,come pretendete che crescano gli altri???viviamo in un mondo dove basta aizzare in questo caso i poveri famigliari pur di guadagnare qualcosa a livello legale,il 118 coinvolto in questo caso sono sicura che continuera’ a lavorare molto bene come ha fatto in questi anni, e non saranno certo i giudizi lapidari ad occhi bendati e senza coscienza a rallentare la loro opera di aiuto e salvezza di vite,p.s. anche io ho ascoltato voci sul caso es.che il padre malmenava la madre e la povera daniela interveniva per sedare la lite,pare sia successo anche prima del malore,ma non per questo giudico io devo prima appurare con le prove visibili poi forse mi posso sbilanciare in un parere e mai giudizi,crescete tanto prima o poi avrete bisogno di cure mediche giudicate con cattiveria anche in quel caso se ne avrete il coraggio vigliacchi…..

      • bravissima paola parole sante purtroppo il cerignolano medio è sempre pronto a sputare nel piatto dove mangia si certo qlk errore è innegabile che ogni tanto viene fatto xrò d’altro canto in ospedale ci sono essere unani non macchine e come tali possono sbagliare….

    2. Grazie Paola per le tue parole… soprattutto per chi ogni giorno si reca al Tatarella per dare il massimo…

      • per questo non riusciamo a fare crescere Cerignola in positivo. siamo sempre peronti a puntarci il dito, a Manfredonia tutti i cittadidi si sono riuniti facendo un falò di protesta per non fare chiudere alcuni reparti , da noi succede il contrario,

    3. Un abbraccio fortissimo al piccolo lupachiotto che presto inizierà a sorridere e all’eroina che l’ha dato alla luce!
      Sincero rispetto per i veri medici e paramedici! Non per i ciarlatani che tanto infestano le nostre strutture pubbliche!
      …,Peccato per i sigg. avvocati in questione!

    4. spiacente per i sigg. avvocati stavolta niente da fare ………….volate alto sulle Ande………. ed occhio alle carogne !!!

    5. Il 118 non c’entra assolutamente niente! Il Dottore in questione ha dato il massimo!
      Ci sono solo “molti dubbi” sul piccolino che è rimasto “troppo tempo” senza ossigeno che, per questo è ancora in coma farmacologico…Forse forse, qualcuno doveva fare il taglio cesareo un bel po’ prima……

    6. unica cosa vera sincera reale è che una vita si è spenta ed un’altra combatte. caro furiero rileggiti i post precedenti per favore non izzare questa povera gente già tanto disperata per la perdita di una figlia in giovanissima età che oggi combattono per la vita di un nipotino. i forse i ma sono sempre di cattiva luce non credi? in bocca al lupo al piccolo che veda la luce del mondo.

    7. CIAO AMICA MIA, ORA SEI LASSU’ DAI FORZA AL TUO PICCOLO COL TUO INDIMENTICABILE SORRISO.
      TI VOGLIO UN MONDO DI BENE
      ANNALISA

    Comments are closed.

    Ultimora

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...

    Due nuovi eventi di Giuseppe Amorese tra Roma e Pesaro

    A distanza di poche settimane, due eventi che vedono protagonista l’arte di Giuseppe Amorese....

    Venerdì 14 giugno nuova seduta del Consiglio comunale di Cerignola

    Il Presidente del Consiglio ha convocato il Consiglio comunale, in seduta ordinaria, per venerdì...

    Anticipazioni delle partite: gli avversari dell’Italia nella fase a gironi di Euro 2024

    La sfida per l'Italia all'EURO 2024 sarà ardua, specialmente dopo il trionfo nel 2020....

    Altro su lanotiziaweb.it

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...