More

    HomeNotizieAttualitàGli amici di Balto e l'Anpana guardie ecozoofile inoltrano un esposto in...

    Gli amici di Balto e l’Anpana guardie ecozoofile inoltrano un esposto in Procura

    Pubblicato il

    Il 15 gennaio 2012, in un condominio con annesso giardino, si era introdotta una cucciola di circa 1 anno incrocio volpina, priva di microcip. In quel condominio ci abita la nostra volontaria MONICA ALFIERI, che vedendo questo cane si è subito presa cura di lei. Dopo aver fatto foto, eravamo riusciti a trovare per lei uno stallo provvisorio, che la piccola avrebbe dovuto raggiungere venerdi 3 febbraio, quindi nel frattempo la nostra volontaria anch’essa guardia zoofila continuava a prendersi cura della piccola, offrendole anche un riparo la notte al caldo. Il giorno 20 gennaio 2012 la piccola è stata portata d’urgenza in ambulatorio dal DOTTOR BUTTIGLIONE, fufy questo il nome del cane stava malissimo. Dopo aver prestato le urgenti cure il dottore ha attestato uno stato di forte avvelenamento. Abbiamo ricoverato la piccola che purtroppo il giorno dopo è morta a causa del veleno ingerito. Siamo estremamente sicure che qualcuno abbia avvelenato “fufy” perché evidentemente a questo qualcuno dava fastidio la sua presenza. Abbiamo allertato l’anpana, il vice comandante Massimiliano D’ercole, dopo un attenta relazione del Dottor Buttiglione ha fatto un esposto in procura, esposto consegnato personalmente per affrettare i tempi. E’ stata fatta una denuncia contro ignoti, aspettiamo che partano le indagini, che probabilmente non ci porteranno a nulla, perché il vigliacco che ha commesso questo gesto atroce sicuramente non uscirà fuori. Stiamo attaccando delle locandine per far sapere a tutti quello che succede a Cerignola contro i nostri amici a quattro zampe, per far sapere a tutti che noi siamo qui, non ci stancheremo mai di difenderli e sapremo sempre pronti a dare voce a chi voce non ha. Tutto questo succede a Cerignola in VIA OFANTINA.

    26 COMMENTS

    1. Leggere queste notizie fa veramente male,e fa vergognare tutta la cittadinanza.Mi auguro che il vigliacco che ha commesso questo gesto possa fare la stessa fine di fufy lui e la sua famiglia.
      Un caloroso ringraziamento a monica e a tutti gli amici degli animali.

    2. queste notizie sono un pugno nello stomaco…c’è solo da vergognarsi ad appartenere al cosiddetto “genere umano”. Sarebbe stupendo se il demente in questione fosse consegnato alla giusta punizione.

    3. Buttiglione faccia sapere da cosa è stata avvelenata quella povera anima, così sappiamo cosa somministrare allo stronzo appena lo si troverà

    4. Mi dispiace per la piccola cagnolina deceduta, ma non esageriamo nei commenti. La legge del taglione sicuramente non è da applicare. Sicuramente una giusta punizione spetterebbe a chi abbandona i cani, ma è da infliggere una multa, ma non di certo la morte. Come pure dovrebbero essere puniti tutti i padroni dei poveri cagnolini che defecano da qualsiasi parte, ma non è loro di sicuro la colpa se i padroni non sono abbastanza civili da raccogliere gli escrementi. Non è bello che i nostri figli non possano camminare sui marciapiedi, specie quelli da percorrere per andare a scuola, tranquilli e gioiosi. L’esasperazione è legittima quando si vedono in città branchi di cani che ti accerchiano (e semmai aggrediscono o si mangiano qualche gattino), la città ridotta a un vespasiano, un continuo abbaiare di cani randagi e non, pipì che colano dai balconi, ciuffi di peli di cani sui panni stesi, cani che in ascensore ti lasciano qualche malattia.
      Se ci fosse stata più civiltà, si sarebbero rispettati anche questi animali, costretti a vivere segregati in casa, mentre la famiglia che li accoglie è assente. Quale conseguenza potrebbe essere presa per i proprietari? Se i figli non si lasciano da soli quando si va a fare la spesa o la gita o a lavoro, perchè invece si lasciano i cani?
      PRIMA DI GIUDICARE, GLI ANIMALISTI SI FACESSERO UN ESAME DI COSCIENZA. Non è giusto uccidere un animale, ma neanche un uomo. NON ESAGERIAMO. Ricordate che bisogna rispettare anche gli uomini.

    5. purtroppo a cerignola vige un ignoranza spaventosa verso gli animali,cani legati alla catena,chiusi nei box,e tirati fuori solo per farsi bocca verso gli amici…che brutto paese..mamma mia civilta’ zero ignoranza tantissima.bravi ragazzi dell anpana e amici di balto continuate sempre ad aiutare i nostri amici,anche io nel mio piccolo vi aiuto-

    6. Risposta ad ANIMALISTA87 e a DA
      Mi aspettavo commenti del genere. L’ignoranza evidentemente è reciproca. Non ho detto che è giusto uccidere gli animali, ho detto che è bello che si rispettino gli UOMINI (donne, bambini e uomini). Per me, chi cresce degli animali in casa, è un egoista. Perchè? Perchè va contro la natura. Gli animali devono essere liberi e non stare appresso alle manie e voglie dei propri padroni, che si sentono dei padreterni a mostrare il proprio cagnolino, ma non si preoccupano delle persone affette da allergie, dei bambini che non possono giocare tranquillamente in un parco divenuto il parco cacatoio degli animali. Per non parlare di chi lascia i propri “amici a 4 zampe” da soli in casa a dare fastidio a chi è costretto a sorbirsi continui abbaiare. Ma ci pensate che nei condomini ci sono dei neonati che dovrebbero dormire nelle ore mattutine, ci sono anziani malati, e tante altre situazioni. No, è normale che il cane abbandonato in casa possa disturbare ad ogni rumore dell’ascensore che si muove, ad ogni passo dietro la porta. EGOISTI siete voi. GLI IGNORANTI SIETE VOI. Mi dispiace, a me piacciono gli animali, ma a vederli. La verità fa male! Radunate gli escrementi dei vostri animaletti: i bambini portano il pannolino, voi trovate i rimedi. La città ne guadagnerebbe tanto e forse anche la considerazione verso gli animali cambierebbe.

      P.S.: Chi dice ignorante agli altri, sapesse che il termine “ignoranza” è femminile e pertanto ci vuole un apostrofo. Quando si scrive, si deve cercare di essere esatti.

      • cara nn ero un soggetto allergico a cani e gatti ma da quando mia moglie a portato in casa un cucciolo meticcio di pochi giorni, “abbandonato vicino a un bidone della spazatura”,la mia allergia da circa tre anni e’ andata piano piano scomparendo.Per quanto riguarda gli escrementi ai perfettamente ragione,ma non per questo bisogna avvelenare tutti i cani e gatti del paese.
        ti ricordo che ammazzare un animale domestico,cane o gatto e’ un reato penale ed e punito dalla legge. La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui essa tratta gli animali.
        “Gandhi”

    7. Cara Monica alfieri in 5 girni non ti sei accorta, che il cane non stava bene ,un avvelenamento e riscontrabile in un minuto saliva abbondante labbra bianche tachicardia.Bisognava fare prima ,con questo non ti voglio accusare ma avvolte informare gente esperta e meglio di fare da soli .A tutti i saccenti volete morta la famiglia dell’avvelenatore addirittura ,ma voi siete sicuri che il cane è stato avvelenato da qualcuno, o ha bevuto in qualche pozza di acqua con detersivo ,o peggio ancora qualcuno ha immesso veleno per topi.Per accuse precise bisogna avere le prove,poi cercate di essere un po piu obbiettivi .

      • caro roberto in questo mondo di ladri i cani sono odiati dalla maggior parte di loro,perche’ spesso e volentieri vengono disturbati nel loro lavoro disonesto,e guarda caso per non essere disturbati utilizzano veleno per zittirli.ciao

    8. MA NON SPARATE A VAMPERA. MA SAPETE REALMENTE COSA E’ SUCCESSO? SE FOSSE MORTO UN UOMO, VI SARESTE APPELLATI COSI’ TANTO? Pensate a quanta gente muore a causa dei cani che si ritrovano davanti sulla superstrada e non dite che bisogna andare piano con l’auto, così non si investono.
      Ognuno si facesse l’esame di coscienza e capisse che non è giusto che muoia alcuno, sia animali che persone. Non esageriamo come sempre. Ci manca solo che Cerignola prenda la nomea che si uccidono i cani per rubare meglio.

    9. Ragazzi scusate tutti se intervengo.
      Punto primo,Monica si era accorta che il cane non stava bene,ma siccome continuava a mangiare,non vomitava,non aveva dissenteria non ha assolutamente pensato che fosse avvelenamento.Puntializzo che il veleno dipende sempre dalla quantità che se ne ingerisce,la piccola fufy probabilemente ne ha ingerito poco tanto da non aver dato segni i primi 4 giorni.Il cane è stato portato in ambulatorio il giorno in cui a dato forti segni di malessere.Vi confermo che era avvelenamento è per averla uccisa sicuramente veleno per topi,questo non lo diciamo noi ma un veterinario che l’ha assistita per ore e sfido chiunque a mettere in dubbio questa cosa.
      Per quanto riguarda i commenti dI augurare la morte a chi ha fatto questo,e chiaro che la cosa è lontano da noi,infatti nel rispetto della legge abbiamo fatto esposto in procura e denuncia contro ignoti.Fufy non è l’unica essere morta per avvelenamento,abbiamo allertato anche i servizi veterinari della ASL per altri cani uccisi.Per la cronaca in ambulatorio abbiamo Luce un cucciolo di 3 mesi massacrato di botte tanto da renderlo cieco,epilettico a causa del forte trauma cranico.Anche questa cosa accertata dalla clinica neurologica di Bari dopo il ricovero del piccolo,dopo raggi,infine risonanza megnetica alla testa che ha accertato un danno irreversibile di natura traumatologica.Dare delle colpe ad un cane perchè attraversando la strada provoca incidenti mi sembra davvero assurdo e chiaro che il cane “non vuole creare incidenti” ricordo che 70% degli incidenti stradali provocati dai cani scaturisce dall’abbandono,quindi anche qui è responsabilità dell’uomo,ricordo 80% del randagismo al sud è provocato dalla non sterilizzazzione e dagli abbandoni.Fermo restando che è vero il fatto di tenere le strade pulite di uscire con i propri cani con sacchetto è raccogliere gli escrementi,il rispetto anche per chi non tollera gli animali è dovuto.Ma scrivere cose del tipo che un animale in ascensore può essere portatore di malattie è assurdo,comunque magari non siamo al corrente di malattie infettate in ascensore da animali magari possono illuminarci.Io penso ma è chiaro che sono di parte che bisogna sempre insegnare sopratutto i bambini a rispettare gli animali,perchè insegna loro a rispettare un essere vivente più debole,che possa essere un cane,un anziano,un bambino o un disabile.Bisogna insegnare a rispettare il prossimo sempre.Vi invito a vedere la pet educational che stiamo facendo nelle scuole materne ed elementari per vedere la bellezza di un bambino a contatto con i cani.Concludo dicendo a scrive che chi ha ucciso fufy può avere al massimo una multa che: il maltrattamento,l’uccisione e la tortura di qualsiasi tipo nei confronti di un animale è un reato penale,quindi chi commette questi gesti rischia da 2 a 10 anni di reclusione…..

    10. Se è stato scritto che bastava infliggere una multa, c’è stato un motivo. I primi commenti parlavano di dare la morte a chi ha probabilmente avvelenato la cagnolina ed ai suoi familiari. Niente da ridire sulla legge nazionale, tutto da ridire sulla legge del taglione.
      Per quanto riguarda le malattie che ci possono regalare gli amici a quattro zampe, sappiate che ci sono parassiti che all’animale non fanno niente, mentre per gli uomini sono dannosi. E non sono io a dirlo o a inventarmelo. Chiedete pure ai veterinari di vostra fiducia o navigate sul web per informarvi.
      E poi, è normale che in estate con 40 gradi all’ombra, si porti in ascensore un cane di grande stazza che è stato a correre all’aperto, alitante e sudaticcio? E’ l’uomo sudato e puzza in ascensore, figuriamo un animale! L’ascensore è un luogo chiuso e non areato, in cui l’aria si ricicla solo quando si aprono e si chiudono le porte per accogliere i passeggeri: immaginate anche le conseguenze del fetore delle pipì degli animaletti che non riescono ad arrivare al prato.
      Infine, tutti gli altri miei commenti, erano al fine di sensibilizzare i padroni degli animali domestici, i quali non si rendono conto dei fastidi che possono arrecare agli altri. Essere liberi di allevare animali, non significa produrre danni agli altri.
      Se decidessi di crescere il mio cavallo in una casa in condominio, facendo scendere il mio cavallo in ascensore e facendolo risalire dopo una lunga galoppata, qualcuno mi segnalerebbe subito e mi sarebbe inflitta la pena d 10 anni di reclusione. Pensiamo a questo eccesso, mettendoci nei panni di chi vive in condomio abitato anche da animali domestici.

    11. Ma guarda quello che scrivi non si può leggere,”un animale sudaticcio” gli animali non sudano come l’uomo è non puzzano di sudore.Ma scrivi idiozie “la pipì degli animaletti” quali sono gli animaletti le pulci del cane che cadono nell’ascensore poi fanno la pipì è puzza.Tutti i parassiti che colpiscono gli animali danneggiano anche lo stesso animale,ci sono parassiti interni che provocano gastroenterite o parvovirosi che uccidono i cani.Ti prego non scrivere idiozie.

    12. la prossima volta che incontri davanti all’ascensore un cane stanco e sudato per la camminata/corsa, sali a piedi…dopo sarai stanco e sudato pure tu, ma vuoi mettere la soddisfazione a non respirare l’alito dell’animale!!

    13. Evidentemente Internet lo sai usare solo in parte. Le malattie esistono eccome e si trasmettono dal cane all’uomo. Ed è per questo che bisogna vaccinare gli animali, al fine di non far trasmettere le loro malattie agli uomini. Evidentemente sei fortunato/a se i tuoi figli, giocando nel parco, non hanno contratto ancora niente. Quando si è amanti di qualcosa, occorre informarsi su tutto. Io non scrivo idiozie. Vuoi l’elenco dei siti da visitare o te li sai rintracciare? La saliva degli animali è mezzo di contagio, le urine e le feci lo sono altrettanto. Informati prima di accusare gli altri di ignoranza.
      Anzi lo sai che faccio: ti agevolo la ricerca, perchè mi sono scocciato di essere accusato che non so niente, ecc. ecc. A costo di riempire tutto lo spazio disponibile, ti incollo notizie varie CERTE e leggitele che così potrai aiutare qualcuno veramente, possibilmente il genere umano e non sempre quello animale, che ti sta tanto a cuore da farti dimenticare che sei pure tu un uomo o una donna.
      Cerca di leggere tutto, mi raccomando. Io non volevo essere offensivo con nessuno, ma a quanto pare quando non si sa dove andare a sbattere, qualcuno lo diventa. Spero di non dover controbattere altri interventi non esatti. BUONA LETTURA.
      Zoonosi: malattie trasmissibili da animale a uomo
      Uno dei problemi legati alla convivenza con gli animali domestici è sicuramente il controllo delle zoonosi, ossia quelle malattie che possono trasmettersi dagli animali all’uomo. Il pericolo della diffusione delle zoonosi è ulteriormente aggravato dall’aumento degli animali, domestici e selvatici, che sempre più numerosi vivono in ambiente urbano.
      Gli animali possono trasmettere la malattia direttamente all’uomo: in questo caso sono interessati soprattutto i proprietari degli animali. Spesso però non è necessario stare a contatto con l’animale per ammalarsi, ma è sufficiente venire a contatto con cose ed oggetti che, a loro volta, sono stati contaminati dagli animali infetti: generalmente si tratta del terreno, che viene inquinato dagli animali e dalle loro feci ed urine.
      N.B.: Al cane gli fai il bidet prima che si strofini da qualche parte?
      Toxocariosi o Larva Migrans Viscerale
      La malattia – È dovuta alla presenza, generalmente in polmone o fegato, di larve Ascaridi, parassiti intestinali del cane e del gatto. Talvolta le larve si localizzano nell’occhio, causando cecità. Sono colpiti soprattutto i bambini da 1 a 3 anni. La trasmissione – Il bambino si ammala ingerendo le microscopiche uova del parassita eliminate dal cane con le feci; le feci del gatto rappresentano un pericolo meno frequente. Poiché cane e gatto si leccano, le uova possono essere presenti nella saliva e sul pelo; le uova resistono a lungo nel terreno ed i bambini si possono infestare giocando, sia con gli animali sia con la terra, portando le mani sporche alla bocca [un bambino che tocca le pareti, le scale, ecc.]. La prevenzione – Moltissimi cani, nascendo già infestati, eliminano uova del parassita sin dalle prime settimane di vita: è buona norma sterminare i cuccioli a 2-3 settimane di età. L’esame microscopico delle feci canine evidenzia l’infestazione, ed andrebbe ripetuto periodicamente. I cani non devono defecare in aree gioco per bambini. Il randagismo deve essere combattuto. Si devono poi abituare i bambini al rispetto delle norme di igiene.
      Larva Migrans Cutanea o Dermatite Verminosa
      La malattia – È causata dalla penetrazione nello spessore della pelle di larve di Anchilostoma, un parassita enterico del cane e del gatto. La migrazione delle larve è molto irritante e provoca intenso prurito e dolore, soprattutto di notte. La guarigione è molto lenta.
      La trasmissione – L’uomo si infetta per contatto con il terreno contaminato da feci di cani e gatti [che può essere anche il tappeto dell’ascensore o le pareti di essa], contenenti microscopiche uova, dalle quali si sviluppano in seguito le larve (in condizioni di umidità e temperatura elevate). I bambini risultano i più colpiti, perché giocano spesso con la sabbia. La prevenzione – È sovrapponibile a quella larva migrans viscerale. I cani ed i gatti devono essere sverminati e non devono sporcare in aree gioco per bambini e spiagge. E’ fondamentale anche la lotta al randagismo di cani e gatti.
      TUBERCOLOSI
      La malattia: E’ una malattia cronica: la forma polmonare si trasmette generalmente con la tosse di animali infetti, quella non polmonare per ingestione di alimenti animali infetti. Tre batteri diversi causano la malattia nell’uomo: il micobatterio di tipo umano, quello bovino e quello aviare (degli uccelli). La malattia è particolarmente pericolosa per i bambini.
      La trasmissione della malattia: Gli animali da compagnia che possono trasmettere la tubercolosi sono cani, gatti, scimmie e pappagalli.

      IDATOSI
      La malattia: È causata da cisti che contengono le larve di una piccola tenia del cane, l’echinococco. Le cisti si possono formare ovunque nell’organismo, soprattutto nei polmoni, nel fegato e, più raramente, nel rene e nel cervello. Inizialmente sono piccole e non danno disturbi, poi, ingrandendosi, comprimono gli organi come un tumore. La rottura della cisti può essere pericolosa per la vita. La cura è in genere chirurgica.
      La trasmissione della malattia: Avviene quando l’uomo ingerisce le microscopiche uova della tenia eliminate dal cane con le feci. Il cane, leccandosi, può portare le uova nella propria saliva o sul pelo; altre uova finiscono nel terreno e possono contaminare oggetti ed alimenti (es. verdure).
      La prevenzione: Il cane non deve mangiare frattaglie, se non ben cotte. Dopo ogni contatto personale con un cane, bisogna lavarsi accuratamente le mani; i bambini devono essere particolarmente sorvegliati ed educati all’igiene.

      TOXOCARIASI O LARVA MIGRANS VISCERALE
      La malattia: È dovuta alla presenza, generalmente nel polmone o nel fegato, di larve di parassiti intestinali del cane e del gatto, gli ascaridi. Talvolta le larve si localizzano nell’occhio, causando la perdita della vista. Sono colpiti soprattutto i bambini da 1 a 3 anni.
      La trasmissione della malattia: Il bambino si ammala se ingerisce le microscopiche uova del parassita eliminate dal cane con le feci; anche le feci del gatto possono essere pericolose, ma meno frequentemente. Poiché il cane ed il gatto si leccano, le uova possono essere presenti nella saliva e sul pelo dell’animale, d’altra parte, le uova resistono per molto tempo nel terreno ed i bambini si possono quindi infettare giocando, sia con gli animali sia con la terra e mettendosi le mani in bocca. La prevenzione: Moltissimi cani eliminano le uova del parassita, sin dalle prime settimane di vita poiché nascono già infestati: i cuccioli devono quindi essere sverminati a 15 – 20 giorni di età, dopo un esame microscopico delle feci che rende visibili le uova. Questo esame dovrà essere ripetuto periodicamente. I cani non devono assolutamente sporcare nei parchi e nei luoghi dove i bambini giocano. Il randagismo deve essere combattuto. Le stesse norme valgono per i gatti.
      Inoltre si devono educare i bambini ad osservare le norme di igiene (vedi anche zoonosi trasmesse per contatto con il terreno).

      LEPTOSPIROSI
      La malattia: È causata da batteri particolari detti leptospire; colpisce molti animali domestici. La malattia è molto frequente nel cane: gatti e topi sono portatori sani. Nell’uomo è una malattia spesso grave, anche mortale, che provoca epatite e nefrite.
      La trasmissione della malattia: Poiché le leptospire sono eliminate dal rene degli animali colpiti, per l’uomo è pericoloso il contatto con le urine o con acque stagnanti contaminate dalle urine stesse (pozze, stagni ecc.). La prevenzione: Bisogna evitare di venire a contatto con le urine di cani e gatti e di bagnarsi in acque stagnanti o che possono essere contaminate per la presenza di topi o ratti.
      I cani dovrebbero essere vaccinati, sia per proteggerli da una pericolosa malattia, sia per limitare il rischio che la trasmettano all’uomo.

    14. Tutto è scaturito dalla litigiosità degli animalisti intervenuti, pronti a portare avanti solo i propri interessi e non quelli del genere umano. Il guaio è che, a volte, si parla senza conoscere le realtà. E poi, io personalmente, ho iniziato con questa discussione per mettere in risalto anche i problemi del convivere con gli animali, specie per chi non li ha e non li vuole. Se uno non vuole fastidi condominiali si sceglie la villetta isolata, se uno non vuole gli animali in casa può pretendere di non avere disturbi da chi invece li ha? E no, invece, subito polemica. Bisogna portare avanti solo le necessità dei cani domestici. E quelle degli uomini? Ormai, in Italia, è così: c’è chi perde sempre e chi vince sempre, anche se in minoranza.

      P.S.: Confido nella redazione che, visto l’andazzo infuocato della discussione, si mantenga segreta l’identità e non si sveli neanche in via amicale, oltre che amichevole. Grazie.

    15. Tutti quei parwssiti che hai indicato vengono eliminati nei cuccioli con la cosidetta sverminazione che ti assicuro qualsiasi proprietario di cane fa.Ai cuccioli si fa nei primi 40 giorni di vita,il farmaco si chiama drontal cuccioli,durante la vita del cane la sverminazione per eliminare questi parassiti si fa 1 volta all’anno con il drontal plus.Queste compresse eliminano gli ascaridi e la tenia,la tenia è il cosidetto verme solitario nell’uomo “ma attenzione la tenia è anche portatrice nei cuccioli di “giardia” un altra malattia che porta il cucciolo alla morte quindi è consigliabile usare il “panacur”.La tubercolosi è una malattia che si prende da animali da bastiame ma sopratutto da ambienti sporchi,la toxso si può avere mangiando soprautto carne cruda o insaccati,oppure dalle feci del gatto ma bisogna ingerirle e devono essere stagionate di 2 giorni.Io non ho bisogno di guardare internet io sono a contatto con i cani tutti i giorni,ho visto cani arrivare in fin di vita,con vomito e dissenteria emorraggica curati dalla sottoscritta e dalle mie colleghe oggi felici in famiglia.Io ho 2 bambine 2 cani di cui 1 a 3 zampe le mie figlie vivono da una vita a contatto con gli animali è non hanno mai contratto 1 sola malattia mortale.Quindi la prego non si faccia inpressionare da quello che legge perchè noi siamo perennemente a contatto con cani malati e godiamo tutte di ottima salute.GRAZIE.

    16. Ma come si fa a maltrattare degli esseri innocenti che non hanno colpe?? Andrebb messo in carcere chi commette azioni del genere nei confronti degli animali e non parlo solo dei cani, ma anche di gatti, cavalli ecc…
      Una cosa che volevo dire a Nn: chi ti dice che è contro natura vivere con un animale domestico sotto lo stesso tetto? Io ho il mio piccolo con me da 4 anni e ti assicuro che è come un bambino, di malattie è vero che ce ne sono come ce ne sono per l’uomo ma è per questo che esistono le vaccinazioni sia per gli animali che per gli esseri umani. Proprio perchè siamo esseri umani e siamo superiori dobbiamo prenderci cura degli esseri più deboli ed indifesi. I cani andrebbero lasciati liberi dici…credimi in un paese come questo i cani lasciati liberi farebbero una brutta fine d’ingnoranza a cerignola ce n’è ancora troppa e c’è chi è convinto ancora che i cani non hanno sentimenti ne anima, addirittura c’è chi li considera solo degli oggetti, nulla di più errato.
      Detto questo volevo ringraziare l’associazione “Gli amici di Balto” tramite facebook so quello che fate, per fortuna che ci siete voi per quei piccoli angeli ♥ Mi dispiace per la piccola fufy ma io sono sicura che il colpevole pagherà e se non sarà in questa vita, sarà in quella ultraterrena.

    Comments are closed.

    Ultimora

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...

    Dopo un febbraio magro, l’Audace Cerignola vuole rompere il digiuno di vittorie con l’Avellino

    Sfida al recente passato per l'Audace Cerignola, nella 29^ giornata del girone C di...

    “Taralli & Vino per Solidarietà”: domani in Piazza della Repubblica e Corso Aldo Moro

    Si terrà domani, l’iniziativa “Taralli & Vino per Solidarietà”, organizzata dal Rotary Club di...

    Operazione antidroga a Torino, 6 arresti: Cerignola piazza di smistamento dell’hashish

    La Guardia di Finanza di Torino ha arrestato sei persone su ordinanza della Direzione...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...