More

    HomeSportCalcioIl Cerignola dilaga nella ripresa (3-1): è finale di coppa Italia al...

    Il Cerignola dilaga nella ripresa (3-1): è finale di coppa Italia al Flaminio

    Pubblicato il

    Un Cerignola deciso, pimpante e concentrato supera 3-1 il Casalincontrada nella semifinale di ritorno al “Monterisi”, staccando il biglietto per la finale di coppa Italia Dilettanti. Troppo evidente il divario fra gli ofantini ed i pur volenterosi abruzzesi, costretti ad inginocchiarsi ad una super ripresa degli uomini di Pizzulli. Il tecnico bitontino deve rinunciare agli squalificati Ingrosso e Russo e manda in campo una formazione d’attacco: Vurchio tra i pali; in retroguardia Compierchio, Matera, Colangione e Colucci; De Santis e Riontino in mediana e batteria avanzata con Auciello, Zotti, Lasalandra e Caggianelli. I teatini rispondono con la stesso undici dell’andata, eccezion fatta per Di Camillo, sostituito da Montanaro. Primi venti minuti di studio, nei quali l’Audace vuole subito chiarire le sue intenzioni e gli ospiti che prendono le misure e si stringono compatti in difesa, aspettando invenzioni in avanti. E’ il capitano Lasalandra a rompere gli indugi, saltando come birilli tre avversari e scaricando una conclusione sul primo palo, ma Pompei compie il primo di una serie notevole di interventi, respingendo di piede. Al 26′ un retropassaggio un po’ troppo sufficiente di Colangione fa da assist per Pendenza, il quale si invola in area: l’attaccante rossoblu non ne approfitta, calciando debolmente fra le braccia di Vurchio. In sette minuti (tra il 36′ ed il 43′) i gialloblu sfiorano la segnatura: Caggianelli spizza una punizione di Zotti, non riuscendo a dare forza alla sfera; il fantasista ex Monopoli tenta l’eurogol di controbalzo dal limite dell’area, palla di poco alta sulla traversa; di nuovo Caggianelli riprende un cross di Lasalandra nei pressi dell’area piccola, ma Pompei mette in angolo di piede. Manca solo il gol alle “cicogne”, per conclamare una supremazia evidente nell’ultima frazione di tempo.

    Audace show nella ripresa Autentico dominio dei padroni di casa nella seconda metà di gara: si comincia con una saetta di De Santis dalla distanza (52′), Pompei strappa applausi con uno straordinario intervento all’incrocio dei pali. Entra in campo Piscopo per l’acciaccato Lasalandra e l’esterno cerignolano si mette subito in mostra, servendo un pallone basso a Caggianelli che tira di prima intenzione: ancora prodigioso il riflesso del portiere del Casalincontrada. La gioia per l’ariete non tarda ad arrivare, perchè al 60′ un calcio d’angolo di Zotti trova il perfetto stacco di testa del numero nove e stavolta non può nulla Pompei, col boato dei tifosi. Ormai l’Audace va sul velluto e sempre Caggianelli trova sulla sua strada l’estremo difensore abruzzese, il migliore dei suoi. Il raddoppio giunge al 72′: Zotti lancia in profondità Piscopo, abile ad inserirsi centralmente e ad anticipare di punta l’uscita disperata di Pompei. Non ancora pago, l’undici foggiano sfiora il terzo gol (74′) prima con Auciello e poi con Caggianelli che, stavolta, spara alle stelle. Questione di secondi e l’attaccante realizza la personale doppietta, sfruttando una bella giocata di Auciello e superando a tu per tu il portiere per l’apoteosi sua e della squadra. Il match non ha più nulla da raccontare ormai, anche se Pendenza all’82’ sigla il gol della bandiera, ribadendo in rete un’ottima parata di Vurchio su De Luca, sugli sviluppi di una punizione. Al triplice fischio, è grande gioia per la conquista dell’ultimo atto al “Flaminio” di Roma, un nuovo appuntamento con la serie D che in questa circostanza non si vuole assolutamente fallire. Mercoledì 24 l’avversario sarà un’altra compagine gialloblu, la Fermana, che ha prevalso nel doppio confronto con i piemontesi del Pro Settimo & Eureka.

    2 COMMENTS

    1. partita a rieti stadio manlio scopigno 15 mila posti stadio piu piccolo rispetto ai 50 mila spettatori del flaminio percorso roma diramazione firenze uscita per piano romano rieti ,da roma sono 80 km .ma il problema e che ieri pomeriggio il nostro purtroppo sindaco aveva dico aveva detto a noi publico che l.amministrazione provvedeva a mettere gratis il numero di tre pulman ,mentre questa mattina a detto di no, adesso come si va a vedere la partita

    Comments are closed.

    Ultimora

    Ragazza ferita in discoteca a Trani, fra i quattro arrestati anche un cerignolano

    La Polizia di Stato di Bat sotto la direzione della Procura della Repubblica presso...

    Pallavolo Cerignola affronta la capolista Star Volley Bisceglie, nuova sfida salvezza per la Flv

    Un sabato importante e denso di emozioni, quello che attende le due formazioni cerignolane...

    Nuovo ceppo della Xylella, Cia Puglia: “Rischio mortale per l’agricoltura”

    “L’individuazione, a Triggiano, di sei alberi di mandorlo positivi al batterio della Xylella fastidiosa...

    Terremoto nel mare Adriatico meridionale, scossa avvertita anche a Cerignola

    Una scossa di terremoto si è verificata alle 10.23, con epicentro nel mare Adriatico...

    Le cose più folli che possano mai accadere in un casinò

    Nei film accade spesso di incappare in trame abbastanza intricate, con storie inverosimili che...

    Le regole del poker e l’evoluzione del suo ruolo sociale

    Tra i giochi di carte che meglio hanno resistito al trascorrere dei secoli emerge...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Ragazza ferita in discoteca a Trani, fra i quattro arrestati anche un cerignolano

    La Polizia di Stato di Bat sotto la direzione della Procura della Repubblica presso...

    Pallavolo Cerignola affronta la capolista Star Volley Bisceglie, nuova sfida salvezza per la Flv

    Un sabato importante e denso di emozioni, quello che attende le due formazioni cerignolane...

    Nuovo ceppo della Xylella, Cia Puglia: “Rischio mortale per l’agricoltura”

    “L’individuazione, a Triggiano, di sei alberi di mandorlo positivi al batterio della Xylella fastidiosa...