More

    HomeEvidenzaOrdigni esplosivi, 100.000 euro di refurtiva e 9 quintali di rame. 6...

    Ordigni esplosivi, 100.000 euro di refurtiva e 9 quintali di rame. 6 arresti in provincia

    Pubblicato il

    I Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia hanno svolto un permeante servizio di controllo del territorio in particolare nei territorio della Compagnie di San Severo. Coadiuvati da personale della Compagnia di Intervento Operativo, un velivolo del NEC di Bari ed unità cinofile i Carabinieri hanno eseguito un’attenta attività preventiva volta a contrastare forme di criminalità predatoria e diffusa, illeciti amministrativi inerenti violazioni del codice della strada e repressione dei reati in violazione della normativa sulle sostanze stupefacenti. Oltre 80 i Carabinieri impegnati che hanno eseguito: 6 arresti in flagranza.

    SAN SEVERO: 50 KG DI ORDIGNI E REFURTIVA DEL VALORE DI 100.000 EURO RINVENUTA DAI CARABINIERI. IN QUATTRO FINISCONO IN MANETTE

    I Carabinieri della Compagnia di San Severo hanno tratto in arresto CANESTRALE Luigi, classe 1970, TERRACONE Modesto Emilio, classe 1958, VAGLIA Raffaele, classe 1979 e CAPOSIENA Matteo, classe 1952. Uno strano andirivieni da un garage nel centro di San Severo ha insospettito i Carabinieri che hanno eseguito un servizio di osservazione al culmine del quale è stato accertato che nel locale era custodito di un ingente quantitativo di esplosivo nonché mobili ed oggetti antichi di illecita provenienza. Una volta entrati CANESTRALE Luigi con VAGLIA Raffaele, seguiti dopo un po’ da CAPOSIENA Matteo, TERRACONE Modesto Emilio ed una quinta persona, sono dopo alcuni minuti usciti e si sono divisi; accortisi dei Carabinieri hanno tentato una breve fuga ma sono stati tutti fermati e accompagnati in caserma. La perquisizione nel garage ha consentito di rinvenire ordigni esplosivi artigianali ad alto potenziale e potere esplodente, di impossibile catalogazione ufficiale: 318 candelotti, 8 “tric trac”, 18 cipolle, 2 cilindri con spoletta di accensione e 50 metri lineari di batteria pirotecnica per un totale di circa 50 kg di massa lorda esplosiva e 8,2 kg di massa netta attiva del tipo perclorato di potassio.

    Presenti nel garage anche diversi piatti in ceramica, un tavolo rettangolare ed un’angoliera entrambi in foglia d’oro zecchino, diverse statue ed oggetti in bronzo e porcellana, candelabri in ceramica ed oro con pendenti in cristallo, un orologio antico ed oggettistica varia, un grande quadro di forma ovale con cornice in oro, il tutto risalente al XVIII e XIX secolo, del valore di circa 100.000 Euro, provenienti da un furto perpetrato ai danni di un’anziana coppia la notte tra il 28 febbraio ed il 1° marzo denunciato dalle vittime. La refurtiva è stata riconosciuta dai derubati e pertanto loro restituita. L’approfondimento della vicenda ha consentito di accertare che il quinto soggetto era un rigattiere condotto dal CAPOSIENA nel garage per visionare ed eventualmente acquistare gli oggetti antichi ma, sul posto, lo stesso si sarebbe insospettito per la possibile provenienza illecita ed aveva deciso di declinare l’offerta. Sono in corso verifiche per accertare l’uso del materiale pirico rinvenuto negli attentati esplosivi verificatisi di recente in San Severo e che hanno avuto come vittime medi e piccoli imprenditori.

    SAN SEVERO: PREDONI DI RAME MESSI IN FUGA DAI CARABINIERI. RECUPERATI 9 QUINTALI DI CAVI ENEL.

    I Carabinieri della Compagnia di San Severo in località “Casone” e “Vignali”, nell’agro di San Severo, hanno individuato una Fiat Palio che, alla loro vista, ha accelerato repentinamente cercando di far perdere le proprie tracce. A bordo dell’automezzo gli autori del furto di una linea di cavi elettrici Enel che, inseguiti dai Carabinieri, vistisi braccati, hanno deciso di abbandonare il veicolo e dileguarsi a piedi nel buio della notte per le campagne circostanti. I Carabinieri hanno recuperato la station wagon su cui viaggiavano i predoni contenete 57 matasse di cavi elettrici Enel del peso complessivo di oltre 9 quintali nonché cesoie, aste e ramponi per salire sui pali, strumenti indispensabili per la perpetrazioni di furti ai danni di linee elettriche e telefoniche. I cavi recuperati sono stati restituiti a tecnici dell’Enel, dai primi accertamenti si ritiene possano provenire da un furto perpetrato in agro San Matteo.

    SAN SEVERO: SFILANO IL PORTAFOGLI AD UN 60ENNE. ARRESTATE DUE DONNE DAI CARABINIERI.

    AHMETOVIC Serena, classe 1991 e AHMETOVIC Rosalba, classe 1984, sono state arrestate perché responsabili di furto aggravato. Le due donne hanno affiancato un 62enne sanseverese e gli hanno sfilato il portafogli contenente 30,00 euro in contanti. Accortosi di quanto stava accadendo l’uomo ha chiesto aiuto ed è subito intervenuta una pattuglia dei Carabinieri che transitava nei pressi. Dopo un breve inseguimento le due donne sono state bloccate e la refurtiva recuperata è stata restituita al legittimo proprietario, mentre le autrici del furto sono state ristrette presso le loro abitazioni agli arresti domiciliari.

    Ultimora

    “Preferisco le stelle”, Tommy Dibari si racconta a Cerignola

    Continua il fitto cartellone di appuntamenti dello scrittore e psicologo barlettano Tommy Dibari che...

    Parte l’iniziativa “Game in Capitanata”, un mare di giochi e sport

    La Provincia di Foggia è lieta di annunciare il lancio del progetto "Game In...

    Concorso “Umberto Giordano”, terzo posto nella sezione cori per la “Marconi” di Cerignola

    Un'altra scuola cerignolana ha ottenuto un prestigioso riconoscimento alla XVI edizione del concorso musicale...

    Cerignola, sequestrati fitofarmaci illegali per un valore di 220mila euro

    Una rilevante attività finalizzata alla vendita di fitofarmaci illegali è stata scoperta a Cerignola...

    Domani pomeriggio in Duomo a Cerignola i funerali dell’ing. Ambrogio Giordano

    Lutto per il Polo di Ricerca e Studi Universitari ERSAF di Cerignola, a causa...

    Giornata della Legalità, il programma delle celebrazioni a Cerignola

    La Città di Cerignola, in collaborazione con la Curia Vescovile, Confindustria Foggia e Neverland...

    Altro su lanotiziaweb.it

    “Preferisco le stelle”, Tommy Dibari si racconta a Cerignola

    Continua il fitto cartellone di appuntamenti dello scrittore e psicologo barlettano Tommy Dibari che...

    Parte l’iniziativa “Game in Capitanata”, un mare di giochi e sport

    La Provincia di Foggia è lieta di annunciare il lancio del progetto "Game In...

    Concorso “Umberto Giordano”, terzo posto nella sezione cori per la “Marconi” di Cerignola

    Un'altra scuola cerignolana ha ottenuto un prestigioso riconoscimento alla XVI edizione del concorso musicale...