More

    HomeNotizieAttualitàSesso a 15 anni. A Cerignola come a Bari

    Sesso a 15 anni. A Cerignola come a Bari

    Pubblicato il

    “Sesso subito: a Bari l’età media è a 15 anni”. Così titola un articolo dello scorso 13 gennaio uscito su Go Bari. Il tutto parte da una ricerca dell’Associazione pugliese Biologi ambientalisti e dai corsisti del master in Tecniche di Bioinformatica e Epidemiologia molecolare applicate alle malattie infettive condotta in 21 scuole di Bari. «Il primo dato rileva – si legge nel pezzo della redazione barese – che a 15 anni in media gli adolescenti baresi hanno avuto il loro primo rapporto sessuale». E ancora. «Circa il 40% del campione di studenti intervistati non utilizza il preservativo. Inoltre, sebbene il 58% lo utilizzi, il preservativo viene percepito solo come metodo anticoncezionale, per evitare gravidanze indesiderate, e non come forma di prevenzione di eventuali contagi. Il 2% degli adolescenti coinvolti nello studio utilizza la pillola in forma precauzionale».

    Se questo è il dato di Bari, Cerignola non si attesta certo su risultati tanto differenti. Infatti è ancora alto il numero di ragazze adolescenti in età scolare che “diventa mamma”. Così come il numero delle “fughe d’amore” in giovanissima età di certo non si arresta. A questo si aggiungano le dichiarazioni esplicite (seppur anonime considerato l’argomento, ndr) che tre ragazzi di 16 anni ci hanno rilasciato lunedì mattina prima di entrare a scuola.

    A che età hai fatto sesso la prima volta? «Quest’estate». «L’anno scorso, a 15 anni». «A 15 anni».

    E i tuoi amici più o meno a che età lo fanno o lo hanno fatto la prima volta? «Come me». «Quindici sedici anni». «Alla mia età, ma alcuni anche prima. Anche a 13 anni».

    Usi il preservativo? «Si». «Si, certo». «Quasi sempre, poi quando non c’è l’ho sto attento».

    Senza addurre a indagine statistica le brevi risposte di questi giovani studenti cerignolani, e senza alcun giudizio morale, appare chiaro come ciò che stupisce è semplicemente il dato, ovvero il fatto che in giovanissima età si abbiano rapporti sessuali a volte anche non protetti. E i genitori cosa ne pensano? Gli insegnanti? Proveremo a chiederglielo.