More

    HomeEvidenzaDibisceglia interroga Metta sulla nomina di Amato

    Dibisceglia interroga Metta sulla nomina di Amato

    Pubblicato il

    Riceviamo e pubblichiamo un documento, firmato dalla Consigliere comunale del Pd di Cerignola, Maria Dibisceglia, nel quale è contenuta un’interrogazione al Sindaco, Franco Metta, e al Presidente del Consiglio comunale, Leonardo Paparella, circa la nomina a Capo di Gabinetto di Salvatore Amato. Di seguito la nota completa.

    Al Presidente del Consiglio Comunale

    Paparella avv. Leonardo

    Al Sindaco

                      Metta Avv. Francesco

                                                                                                                                                                                               LORO SEDI

     

    OGGETTO:Interrogazione a risposta scritta ex. art 25 Regolamento del Consiglio Comunale

    Il sottoscritto Consigliere Comunale Dibisceglia Maria

    PREMESSO CHE

    – con Delibera G.C. n. 159 del 26/06/2015 si procedeva alla modifica ed integrazione del “Regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e servizi” e si istituiva l’ “Ufficio di Gabinetto”, al fine di supportare gli organi di direzione politica del Sindaco e della Giunta nell’esercizio delle funzioni di indirizzo e di controllo;

    – con Delibera G.C. n. 232 del 04/09/2015 si dava atto di poter procedere all’assunzione di personale, attraverso il conferimento di incarico “intuitu personae”, a soggetto esterno all’Ente in possesso della necessaria esperienza e competenza;

    – il soggetto da nominare veniva inquadrato nella categoria D, posizione economica D3, del CCNL di comparto vigente con il trattamento tabellare pari a €. 2.095,29 lordi mensili oltre OO.RR. e IRAP;

    – la stessa Delibera prevedeva che: “al fine di remunerare i compensi per il lavoro straordinario, per la produttività collettiva e per la qualità della prestazione individuale, oltre che per remunerare adeguatamente la disponibilità ad orari eccedenti rispetto a quelli previsti ordinariamente, stabilire il trattamento economico accessorio (dalla data dell’incarico e fino al 31/12/2015) in un unico emolumento, quantificato in €. 12.620,00 lordi, oltre OO.RR- e IRAP”;

    – con decreto sindacale del 11/09/2015, Prot. 95/Gab, veniva nominato il sig. Amato Salvatore quale Responsabile dell’Ufficio di Gabinetto (Capo di Gabinetto), con decorrenza dal 15 settembre 2015 al 31 dicembre 2015;

    – lo stesso decreto prevedeva che  “il dipendente nominato con il presente decreto espleterà attività al di fuori di ogni orario d’ufficio convenzionale e consueto dell’Ente. Pertanto la presenza in servizio sarà attestata su certificazione del sottoscritto, rimanendo, il dipendente in parola, esonerato dalla timbratura dell’orologio marcatempo”;

    – come più volte affermato dal Sindaco su un noto social network e nel corso di interviste televisive, il sig. Amato già dal mese di giugno 2015 frequenta i locali del Palazzo di Città come se già ricoprisse l’incarico conferitogli solo in data 11 settembre 2015;

    TUTTO CIO’ PREMESSO

    Il sottoscritto Consigliere Comunale

    CHIEDE

    – con quali criteri il Sindaco ha ritenuto che il sig. Amato Salvatore possegga l’ adeguata professionalità, l’ esperienza ed i requisiti necessari per lo svolgimento delle funzioni tipiche e proprie dell’attività di supporto all’organo politico per l’esercizio delle funzioni di indirizzo e controllo;

    – se il Sindaco ha verificato, preventivamente al conferimento di suddetto incarico, se all’interno dell’Ente non vi fosse personale in possesso della stessa esperienza e competenza del sig. Amato Salvatore;

    – se il Sindaco ritiene giuridicamente lecito poter provvedere al pagamento del  lavoro straordinario prima che lo stesso sia stato espletato, senza curarsi di fornire un qualsiasi criterio per giustificare l’esatta quantificazione del compenso in una misura siffatta;

    – se il Sindaco ritiene che sia adeguatamente garantito il principio della trasparenza dell’azione  amministrativa  prevedendo che il sig. Amato sia esonerato dalla timbratura dell’orologio marcatempo, considerato il notevole compenso previsto per il lavoro straordinario;

    – a che titolo il sig. Salvatore Amato ha partecipato a riunioni di Giunta, incontri e trattative con noti imprenditori, riunioni riservate ai soli amministratori ed ha avuto accesso ad informazioni, atti e documenti riservati, dal mese di giugno alla data della nomina avvenuta il 15 settembre;

    – se il Sindaco ritiene opportuno, dato il particolare momento di difficoltà finanziaria in cui versa il Comune di Cerignola, stabilire, con delibera di Giunta, uno stipendio pari circa €. 6.000,00 mensili per un solo incarico.

    15 COMMENTS