More

    HomeNotizieCultura“Il Patrimonio rurale della Piana del Tavoliere”, 13 e 14 marzo al...

    “Il Patrimonio rurale della Piana del Tavoliere”, 13 e 14 marzo al Polo Museale

    Pubblicato il

    È previsto per venerdì 13 e sabato 14 marzo, nella Sala conferenze del Polo museale civico di Cerignola, presso “Ex Opera”, un convegno tecnico informativo nell’ambito della misura 331 del PSL del GAL su “Il Patrimonio rurale della Piana del Tavoliere. Tutela, valorizzazione e promozione”. L’incontro, promosso e organizzato dal Gruppo di Azione Locale, sarà un momento di informazione e confronto per implementare la fruizione dei numerosi beni culturali del bacino del basso Tavoliere. In parallelo a questo importante obiettivo, il workshop mira a rafforzare l’identità culturale dei luoghi, coniugandoli con le loro vocazioni rurali ed agricole. Sinergia che rappresenta un’occasione per far sì che dalla valorizzazione del patrimonio culturale possa svilupparsi una crescita, sia in termini di volumi che di fatturato delle produzioni agricole e locali tipiche, in quanto queste ultime potranno giovarsi non solo della autenticità e della bontà già ampiamente diffuse nei consumatori locali ed in quelli che le apprezzano fuori dal territorio di produzione, ma anche sull’ancoraggio ad un background culturale che le possa far diventare “una storia narrante” di popolazioni e terre. Dal “Piano delle Fosse” di Cerignola al complesso monumentale di Torre Alemanna, passando per i presidi dei Cinque reali siti, uno degli agri con l’estensione coltivata tra le più ampie d’Italia è un forziere di insediamenti storici, artistici e monumentali che raccontano di una cultura antica e nobile tutta legata al mondo agricolo ed alle sue produzioni.

    “E’ un’occasione importante – sottolinea il Presidente del Gal Piana del Tavoliere, Valerio Caira -, per fare il punto su un patrimonio di beni culturali ancora poco conosciuto, ma che conserva tutte le potenzialità per essere un volano di sviluppo non solo dal punto di vista culturale, ma anche sotto l’aspetto economico, in quanto è proprio nel racconto della nostra storia che viene alimentata la valenza delle nostre produzioni. Sono le nostre masserie, le nostre chiese, i nostri palazzi storici che fanno delle eccellenze enogastronomiche non solo prodotti di eccellenza, ma che si identificano in un territorio che molti Paesi nel mondo ci invidiano e che sempre più spesso vogliono vivere come esperienza totale e totalizzante. Oltre il semplice gusto”. Con questi presupposti, il workshop di venerdì diventa centrale per avviare un processo virtuoso teso ad obiettivi di crescita economica e culturale. E per raggiungere questi strategici risultati, si confronteranno in due sezioni, una mattutina con inizio alle ore 9.00 e una pomeridiana che prenderà avvio alle 15,30, esperti e stakeholder del settore. L’incontro si aprirà, dopo i saluti istituzionali del presidente del Gal Piana del Tavoliere, Valerio Caira e del sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, del responsabile Assi III e IV del Psr della Regione Puglia, Cosimo Sallustio e dell’europarlamentare Elena Gentile, con l’introduzione del direttore del GAL Antonio Stea. Seguiranno le relazioni di Nunzio Tomaiuoli, funzionario del Ministero per i beni culturali e per il turismo, che parlerà sulle prospettive e sul “Futuro per i beni culturali della Piana del Tavoliere” e di Nicola lo Muzio, avvocato esperto in Diritto urbanistico e dell’edilizia, che illustrerà ai partecipanti le regole della “Pianificazione urbanistica e delle zone agricole”. Prima della pausa, Maria Raffaella Lamacchia, dirigente dell’Ufficio attuazione e pianificazione paesaggistica alla Regione Puglia, affronterà il tema della “Conoscenza dei beni rurali e del loro contesto nella Piana del Tavoliere, tra linee-guida del Piano e la Carta dei beni culturali”. Al termine della sessione meridiana, Vincenzo Russo, architetto e progettista, illustrerà le fasi del “Recupero del complesso monumentale di Torre Alemanna”.

    Una pausa, con la degustazione di prodotti tipici dell’area del Gal “Piana del Tavoliere”, precederà la sessione pomeridiana che affinerà la discussione avviata al mattino, con i saluti istituzionali di Gaetano Centra, presidente dell’Ordine degli architetti della provincia di Foggia e del consigliere regionale Roberto Ruocco. Quindi, Mauro Iacoviello, responsabile del servizio Assetto del territorio per la provincia Bat che, in virtù della sua responsabilità per il parco regionale del Fiume Ofanto, porrà l’accento sulle azioni all’attuazione del Pptr per l’ambito paesaggistico dell’Ofanto. A seguire, la relazione di Augusto Marasco, architetto componente della commissione locale per il paesaggio provinciale, farà il punto sul recupero ed il restauro di Masseria Posta; Feliciano Stoico, invece, ph.d. di start up Scanland, affronterà il tema delle “Nuove tecnologie applicate alla valorizzazione delle risorse rurali” ed Alex Di Muzio, architetto e studioso del patrimonio rurale della Capitanata, spiegherà come tale patrimonio rurale possa essere volano di “Nuove opportunità per lo sviluppo del territorio”. Infine, Giuseppe Savino, fondatore dell’hub-rurale “Va zapp”, sarà la proiezione nel futuro per la conclusione del workshop. Nella mattinata di sabato è inoltre prevista, per i partecipanti al workshop informativo, la visita guidata di Villa Pavoncelli, adiacente al Piano delle Fosse, di recente restaurata e recuperata grazie al co-finanziamento del Gal “Piana del Tavoliere”, nell’ambito dei fondi inizialmente stanziati nella misura 323 del Piano di Sviluppo Locale 2007-2013. Al termine verranno consegnati gli attestati di partecipazione che includeranno, per quanti sono iscritti all’ordine degli architetti, i crediti per la formazione continua.

    Ultimora

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...

    Dopo un febbraio magro, l’Audace Cerignola vuole rompere il digiuno di vittorie con l’Avellino

    Sfida al recente passato per l'Audace Cerignola, nella 29^ giornata del girone C di...

    “Taralli & Vino per Solidarietà”: domani in Piazza della Repubblica e Corso Aldo Moro

    Si terrà domani, l’iniziativa “Taralli & Vino per Solidarietà”, organizzata dal Rotary Club di...

    Operazione antidroga a Torino, 6 arresti: Cerignola piazza di smistamento dell’hashish

    La Guardia di Finanza di Torino ha arrestato sei persone su ordinanza della Direzione...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...