More

    HomeSportBasketSfida fra seconde Adria Bari-Olimpica, la Castellano Udas ferma per riposo

    Sfida fra seconde Adria Bari-Olimpica, la Castellano Udas ferma per riposo

    Pubblicato il

    Per il Basket ofantino si tratta di un fine settimana dimezzato, con la Castellano Udas a riposo per esigenze di calendario e l’Olimpica in campo per ricominciare a lottare nel tentativo di ritornare in vetta alla classifica. I biancazzurri di Matteo Totaro, dopo una striscia di sette vittorie consecutive, sono incappati in alcune sconfitte che hanno lasciato un segno evidente nel gruppo e soprattutto maturate in diversi contesti. La classifica parla chiaro: 24 punti conquistati, frutto di dodici vittorie e sette ko, tra i più recenti con Sarno, Juve Trani e Nardò. Le posizioni playoff sono ora distanti quattro lunghezze, con la possibilità che si dilatino ancora, dato lo stop del weekend: servirà uno sprint di stagione davvero impeccabile per aspirare ai primi tre posti. Con una settimana in più di allenamenti, complice un calendario non proprio generoso, ci si preparerà al match casalingo contro la Megaride Napoli fra otto giorni: un avversario abbordabile ma da non sottovalutare, visto che in passato le squadre con tecnica di gioco modesta hanno creato più di un problema.

    L’Olimpica Basket, reduce dall’importante successo interno contro il Sunshine Vieste, affronta per la seconda di ritorno del campionato di Serie C Regionale la trasferta a Bari contro l’Adria (domani, ore 18). I gialloblu di Antonio Russo -tornati in formazione titolare- hanno regalato spettacolo nel derby coi garganici alla propria tifoseria, in apprensione dopo un periodo particolarmente difficile. La formazione barese, al secondo posto in condominio con la formazione ofantina, cercherà di far rispettare il fattore campo, dopo un avvio di stagione difficile. I due americani Panaggio e Walker, unitamente a Castoro cercheranno di portare a casa punti pesanti, per tornare in vetta quanto prima: arbitri della sfida saranno Paradiso di Santeramo in Colle e Nonna di Casamassima.