More

    HomeNotizieCronacaVIDEO | Deteneva 100 grammi di cocaina in casa, ai domiciliari 40enne...

    VIDEO | Deteneva 100 grammi di cocaina in casa, ai domiciliari 40enne incensurata di Cerignola

    Pubblicato il

    Pensava di essere esente da controlli da parte delle Forze dell’Ordine perché incensurata, ma quando si è vista piombare in casa gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola, dopo una prima reticenza, non ha retto all’emozione, si è lasciata andare in un pianto liberatorio ed ha consegnato spontaneamente quanto aveva in casa, circa 100 gr. di cocaina, parte già suddivisa in dosi (ben 74 cipolline) da immettere sul mercato della droga, e parte ancora pura, suddivisa in pezzi solidi ancora da “tagliare”, più un bilancino di precisione. Per questo CAPUTO Rosaria è stata tratta in arresto e solo perché incensurata e collaborativa con le Forze dell’Ordine che il P.M. di turno ha disposto per lei gli arresti domiciliari.

    La donna, infatti, come già anticipato, una volta che si è vista in casa gli Agenti del Commissariato P.S. di Cerignola, non ha fatto altro che, dopo aver chiesto il motivo del controllo, consegnare tutto quanto custodito nelle loro mani, abbandonandosi in un pianto liberatorio e giustificandosi con il marito ed i figli, completamente ignari di tutta la situazione, nonché con le forze dell’ordine, di averlo fatto solo per cercare di portare un po’ di sollievo economico alla sua famiglia, ormai senza alcuna fonte economica. La donna asseriva di non essere una spacciatrice ma solo di detenerla per conto di altri, omettendone le generalità, e che, per la sua opera, le venivano dati circa trenta euro a settimana, somma che in proporzione a quanto avrebbe potuto fruttare la sostanza sequestrata, se immessa nel mercato, oltre i cinquemila euro, risulta essere una vera miseria. Indagini sono in corso per risalire al vero “proprietario” della sostanza che ormai sembra avere le ore contate. Dopo le formalità di rito CAPUTO Rosaria veniva accompagnata nella sua abitazione, in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria procedente.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

    5 COMMENTS