More

    HomeEvidenzaStadio mai troppo pieno, Metta: «al Monterisi voglio le famiglie, i ragazzi,...

    Stadio mai troppo pieno, Metta: «al Monterisi voglio le famiglie, i ragazzi, le donne»

    Il primo cittadino suona la carica: «Tutti si annotino per domenica 17 dicembre un appuntamento, andare al Monterisi a sostenere l'Audace e i colori della nostra Città»

    Pubblicato il

    L’Audace Cerignola a qualche punto dalla vetta, in piena lotta per il vertice e il conseguente approdo – in caso di vittoria del campionato – in serie C. Tutto questo frutto di un progetto solido firmato Grieco, la famiglia imprenditoriale cerignolana che ha riportato Cerignola nell’orbita del calcio che conta. Ma nonostante tutto c’è il neo delle presenze di pubblico allo stadio. In un impianto rimesso a nuovo grazie alla sinergia tra dirigenza e amministrazione comunale, le presenze, in partite non di cartello non rendono giustizia al progetto calcistico messo in piedi dal presidente Nicola Grieco.

    Sull’argomento è intervenuto anche il Sindaco di Cerignola, Franco Metta: «lo Stadio Monterisi in occasione delle partite casalinghe non è mai pieno come lo vorrei»Già, perché vedere pochi spettatori in più rispetto ad abbonati e sponsor non gratifica lo sforzo che la dirigenza sta facendo per regalare a Cerignola il sogno calcistico del professionismo. «La società ha fatto sforzi enormi e ancora ne sta facendo e ancora ne farà – ha proseguito il primo cittadino -. Ho notato una certa delusione dipinta sul volto del Nostro Presidente. Io stesso sono un po’ sconcertato. È serie D: quarto campionato nazionale. La squadra è stabilmente nelle prime posizioni. Ma di “malati” giallo azzurri ne vedo sempre pochi. Comincio ad essere preoccupato. La Amministrazione entro Dicembre stipulerà un mutuo da un milione di euro per ristrutturare gli spogliatoi. Completare l’ampliamento e l’ammodernamento dell’impianto. Quest’anno e l’anno scorso abbiamo realizzato, insieme alla dirigenza, in accordo con la famiglia Grieco, lavori importanti. Stiamo pensando alla copertura di altri, se non tutti, i settori dello stadio. Toccando ferro e cornicchio vogliamo andare in serie C. Ospitare Lecce e Casertana, Catania e Andria, Matera e Siracusa. Vogliamo squadra e stadio adeguati ad obbiettivi tanto importanti. Ma poi ci vogliono i tifosi e non solo gli ammirevoli ultras o gli abituali fedelissimi. Voglio allo stadio le famiglie, i ragazzi delle scuole superiori, le donne». E già per domenica 17 il primo cittadino suona la carica: «Tutti si annotino per domenica 17 dicembre un appuntamento, andare al Monterisi a sostenere l’Audace e i colori della nostra Città».