More

    HomeEditoriale26 anni fa diventava sindaco Salvatore Tatarella. Cosa resta di quella Cerignola?

    26 anni fa diventava sindaco Salvatore Tatarella. Cosa resta di quella Cerignola?

    Pubblicato il

    Data storica il 5 dicembre per Cerignola, data che riporta la mente al 1993, quando Cerignola abdicò alla sua tradizione comunista per eleggere Salvatore Tatarella, primo Sindaco missino della comunità ofantina. Il 5 dicembre del 2014 proprio l’ex-Sindaco scomparso nel 2017 ritornò a parlare in una lettera aperta di quel giorno e dei giorni che seguirono. Due anni prima un incontro celebrativo con al tavolo Franco Metta, Tatarella e Rino Pezzano.

    Oggi a ricordare quella stagione è Fabrizio Tatarella, già consigliere comunale nella maggioranza di Salvatore. «Il 5 dicembre 1993 – scrive il primogenito – è stata la notte più bella della destra italiana, una “notte magica”, lunga, sicuramente la più bella per mio Padre che, contro ogni pronostico, vinceva nella città più rossa d’Italia, la Cerignola di Di Vittorio  Un risultato incredibile tanto da richiamare la Cnn e la Bbc perchè Salvatore Tatarella vinceva con il MSI. Due settimane prima il Msi superò il 30% non solo a Cerignola, ma a Roma, Napoli, Latina, Chieti, Benevento e in molte altre città. Nasceva la destra di governo su intuizione di Pinuccio Tatarella. Grazie ad An in tanti sono diventati Ministri, sottosegretari, parlamentari, consiglieri regionali, provinciali, comunali, sindaci. Senza quella notte non sarebbe nata politicamente una generazione, senza quelle vittorie tanti ancora oggi non sarebbero parlamentari, consiglieri regionali e comunali. La storia va raccontata tutta, senza rimozioni di simboli e persone. La storia siamo noi, lo dobbiamo ai nostri padri. Solo chi ha amato i propri padri non può cancellare una storia che appartiene a tutti e che tutti abbiamo il dovere di tramandare a chi verrà dopo di noi. La speranza ci è prestata dai nostri padri per essere donata ai nostri figli».

    Dopo 26 anni, il 5 dicembre 2019, Cerignola si ritrova commissariata per infiltrazioni mafiose, gravata da un’onda giunta con l’amministrazione guidata da Franco Metta. Proprio l’ex Sindaco fu personale amico di Tatarella e in più di in occasione ha riferito di prendere a modello gli anni di Tatarella. Chissà cosa direbbe oggi Salvatore, il cui rapporto con Metta dal 2009 in poi risultò a fasi alterne idilliaco e conflittuale al tempo stesso. In fondo negli anni d’oro della destra a Cerignola Metta non ebbe mai un ruolo politico chiave, a differenza di Mimmo Farina e Roberto Ruocco, salvo poi dopo quindici anni riproporsi civico. Gli anni di Tatarella, costellati come ovvio di successi e di sconfitte, cominciavano ventisei anni fa probabilmente con importanti auspici, poi disattesi dal declino del centrodestra. Non si pensava che sarebbe terminata in fretta la stagione della destra di governo tanto in Italia quanto a Cerignola. Non si immaginava che dopo due processi (“Cartagine” e “Cartagine Bis”) potesse Cerignola ritornare agli onori delle cronache nazionali per mafia.

    Ultimora

    Procuratore Bari, «Puglia nuova terra dei fuochi»

    «Parlare della Puglia come di nuova terra dei fuochi è un dato di realtà,...

    Questione ruolo Savino Bonito, Metta si rivolge al Prefetto e al Garante della Protezione Dati

    Secondo dichiarazioni rilasciate negli ultimi giorni da un consigliere comunale di maggioranza e trapelate...

    L’importanza del filtro dell’olio: quando sostituirlo?

    Come riconoscere le problematiche legate al filtro dell’olio? È una delle componenti più importanti...

    I bookmaker non AAMS e la legge italiana: cosa bisogna sapere

    Immergersi nel vasto e complesso universo del gambling online è un'avventura che richiede non...

    Audace Cerignola, indetta la “giornata gialloblù” in occasione del match con l’Avellino

    L’Audace Cerignola si tuffa nel rush finale della stagione regolare, per cercare di ottenere...

    “Pietra di Scarto” presenta “Sfruttamento e Caporalato in Italia” a cura di Marco Omizzolo

    Si svolgerà venerdì 1° Marzo a partire dalle ore 18.30 presso Palazzo Fornari a...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Procuratore Bari, «Puglia nuova terra dei fuochi»

    «Parlare della Puglia come di nuova terra dei fuochi è un dato di realtà,...

    Questione ruolo Savino Bonito, Metta si rivolge al Prefetto e al Garante della Protezione Dati

    Secondo dichiarazioni rilasciate negli ultimi giorni da un consigliere comunale di maggioranza e trapelate...

    L’importanza del filtro dell’olio: quando sostituirlo?

    Come riconoscere le problematiche legate al filtro dell’olio? È una delle componenti più importanti...