More

    HomeNotiziePoliticaLa Federazione provinciale di Articolo Uno commenta la vicenda dei lavoratori Tekra...

    La Federazione provinciale di Articolo Uno commenta la vicenda dei lavoratori Tekra di Cerignola

    Pubblicato il

    La vicenda che coinvolge alcuni ex lavoratori di SIA FG/4 e Tekra, la società campana che è subentrata nella gestione del servizio di raccolta e spazzamento nel Comune di Cerignola in virtù di un’ordinanza commissariale, sta assumendo un profilo preoccupante, soprattutto per le ripercussioni che rischiano di scaricarsi sulla dignità umana e professionale dei lavoratori interessati. In sostanza, la Tekra ha prima accettato di assumere un servizio sulla base di informazioni tecnico-economiche che ha giudicato assolutamente congrue, tanto da proporre un ribasso del 2,65% sul corrispettivo proposto, e in seguito, senza alcuna interlocuzione sindacale, ha adottato provvedimenti unilaterali in assenza di un piano di riorganizzazione aziendale organico e coerente. La giustificazione addotta riguardo al fatto che alcune attività possano essere svolte direttamente presso la sede centrale di Angri non giustifica in alcun modo l’individuazione arbitraria di presunti esuberi e il declassamento di livelli, in alcuni casi apicali, non solo pesante ma sommamente illegittimo. Il riferimento all’art. 2103 del codice civile – norma modificata dal Jobs Act – e alla dichiarata volontà di salvare livelli occupazionali rischiano soltanto di aumentare il livello di confusione. Era chiaro a tutti sin da subito quali fossero le risorse umane a disposizione e quali mansioni fossero chiamate a svolgere, e il corrispettivo garantito copriva servizi, stipendi e salari.

    Sarebbe stato più lineare, in caso di attività svolte altrove, che la Tekra concordasse un piano di riorganizzazione tale da salvaguardare tutte le professionalità e le competenze presenti. Nulla di tutto questo è stato fatto se non, ribadiamo, arbitrariamente, unilateralmente e in modo affatto trasparente, individuare lavoratori a cui affidare nuove mansioni lasciando intatti i livelli contrattuali acquisiti, e selezionarne otto di cui mortificare dignità e diritti. La Federazione Provinciale di Articolo Uno Foggia stigmatizza qualunque operazione finalizzata a calpestare illegittimamente competenze e profili professionali, e nell’esprimere la propria solidarietà e vicinanza politica e umana ai lavoratori coinvolti, chiede:

    1. l’immediata revoca della proposta di demansionamento e del taglio dei livelli contrattuali acquisiti;
    2. l’intervento della Commissione straordinaria che guida il Comune di Cerignola affinché impegni Tekra nel rispetto integrale dell’ordinanza di affidamento del servizio;
    3. la predisposizione da parte di Tekra di un piano di riorganizzazione aziendale, condiviso con le OO.SS. così come previsto dalla legge e dal CCNL che valorizzi le competenze e le professionalità aziendali.

    Nel contempo invita la Regione Puglia e l’AGER ad attivarsi affinché si realizzino al più presto le condizioni per restituire alla gestione pubblica i servizi e il prezioso patrimonio impiantistico depauperato dalla sciagurata azione dell’amministrazione Metta, vera responsabile dei disagi procurati a cittadini e lavoratori di Cerignola.

    Ultimora

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...

    “Favugne. Storia di mafia foggiana”, domani la presentazione del libro a Cerignola

    All’interno de Il Maggio dei Libri, la biblioteca di comunità di Cerignola in collaborazione...

    Da oggi anche a Cerignola attivo il numero unico di emergenza 112

    A partire da oggi 28 maggio il nuovo numero unico di emergenza 112 sarà...

    Rianimazione all’ospedale di Cerignola, nessuna chiusura ma aumento posti

    Non ci sarà nessuna chiusura della Rianimazione a Cerignola, al contrario, nel pieno rispetto...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...