More

    HomeNotizieAttualitàVigili del fuoco salvano cane da caccia caduto in un pozzo artesiano...

    Vigili del fuoco salvano cane da caccia caduto in un pozzo artesiano nelle campagne di Cerignola

    Pubblicato il

    Dalle campagne di Cerignola arriva in redazione una disavventura, ma a lieto fine, che ha toccato Lara, un cane da caccia di razza Setter, salvata sabato scorso grazie al provvidenziale intervento dei Vigili del fuoco e della Guardia campestre ‘San Trifone’. Il fatto è accaduto nel primo pomeriggio in contrada Tramezzo, quando un cacciatore ha telefonato ai vigilantes per segnalare un incidente: «Ho ricevuto la telefonata del proprietario intorno alle quattordici. Diceva che il suo cane era precipitato in un pozzo artesiano – spiega al telefono Piero Rosati, il primo ad essere accorso sul posto -. Probabilmente le piogge dei giorni scorsi avevano fatto cedere la terra disposta lateralmente senza che però fosse visibile la voragine, larga una trentina di centimetri, all’interno del quale il povero cane è scivolato correndo».

    Le operazioni di recupero si sono dimostrate sin da subito assai complicate, a tal punto dal rendere necessario l’ulteriore intervento della Forestale, di due squadre di pompieri, una da Cerignola e l’altra da Foggia, oltre che l’ausilio di un escavatore: «La povera Lara è caduta a strapiombo per circa 15 metri. Per tirarla fuori sono state necessarie quasi sei ore di scavi. Abbiamo tirato un gran sospiro di sollievo quando alle otto di sera finalmente i soccorritori che si erano calati all’interno del pozzo sono emersi con lei braccio». Per fortuna, oltre al grande spavento, nessuna conseguenza per Lara: «Fortunatamente nella caduta è riuscita a trovare un piccolo spazio in cui bloccarsi. In un primo momento abbiamo temuto per il peggio. E’ stato davvero un miracolo che sia uscita illesa». Il grande sforzo dei soccorritori ha permesso che questa toccante vicenda si risolvesse per il meglio, con il ‘baciamano’ del comandante della squadra dei vigili a Lara a suggellare l’impresa.