More

    HomeNotizieCronacaRifiuti bruciati in città: scoppia il caso

    Rifiuti bruciati in città: scoppia il caso

    Pubblicato il

    Ancora roghi per le strade, ancora rifiuti ed esalazioni maleodoranti. Non trova pace la città ofantina che convive oramai da diverse settimane con l’assurdo fenomeno dell’abbandono selvaggio di rifiuti indifferenziati, dove un tempo insistevano i cassonetti, e successivo incendio degli stessi. A ritornare sulla questione è l’ex-primo cittadino Franco Metta. Postando la foto allegata, che ritrae un incendio di numerosi sacchetti abbandonati in strada, scrive: «Stamattina in viale 24 maggio. È terribile che nessuno faccia qualcosa. Né Tekra. Né i commissari. Meno che mai gli sciocchi che li hanno tanto desiderati. E che ora tacciono». Franco Metta se la prende con l’azienda che cura la raccolta e smaltimento, la Tekra, e con i commissari che attualmente gestiscono Cerignola; i numerosi cittadini che hanno ricondiviso la foto e commentato chiedono, invece, che cessi questa brutta abitudine.

    «Cosa aspettano, che succeda una tragedia? Che prenda fuoco qualche abitazione? Che scappi il morto?» si chiede una residente del quartiere San Gioacchino dove è accaduto un fatto simile. Il paradosso è che gli incendi, in tandem con una differenziata che mostra ancora criticità, fanno trarre conclusioni affrettate. «Prima della differenziata tutto questo schifo non c’era – replica una cittadina -. Ma dove si è visto che l’immondizia deve essere tenuta in mezzo alla strada in attesa di essere ritirata o debba sostare nelle nostre abitazioni, anziché nei dovuti cassonetti dell’indifferenziata che purtroppo non hanno messo a disposizione?». Troppo spesso è sottile il confine tra un’operazione di educazione ambientale e di progresso, com’è la differenziata, e le sue diverse degenerazioni e conseguenze, non prevedibili. In tutto questo c’è da evidenziare che, nuovamente, nessuno vede nulla. Non ci sono telecamere che riprendono e neppure cittadini attenti che riescono a far foto a chi appicca roghi. Anche su queste questioni vige l’omertà.

    Gennaro Balzano
    La Gazzetta del Mezzogiorno

    Ultimora

    Procuratore Bari, «Puglia nuova terra dei fuochi»

    «Parlare della Puglia come di nuova terra dei fuochi è un dato di realtà,...

    Questione ruolo Savino Bonito, Metta si rivolge al Prefetto e al Garante della Protezione Dati

    Secondo dichiarazioni rilasciate negli ultimi giorni da un consigliere comunale di maggioranza e trapelate...

    L’importanza del filtro dell’olio: quando sostituirlo?

    Come riconoscere le problematiche legate al filtro dell’olio? È una delle componenti più importanti...

    I bookmaker non AAMS e la legge italiana: cosa bisogna sapere

    Immergersi nel vasto e complesso universo del gambling online è un'avventura che richiede non...

    Audace Cerignola, indetta la “giornata gialloblù” in occasione del match con l’Avellino

    L’Audace Cerignola si tuffa nel rush finale della stagione regolare, per cercare di ottenere...

    “Pietra di Scarto” presenta “Sfruttamento e Caporalato in Italia” a cura di Marco Omizzolo

    Si svolgerà venerdì 1° Marzo a partire dalle ore 18.30 presso Palazzo Fornari a...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Procuratore Bari, «Puglia nuova terra dei fuochi»

    «Parlare della Puglia come di nuova terra dei fuochi è un dato di realtà,...

    Questione ruolo Savino Bonito, Metta si rivolge al Prefetto e al Garante della Protezione Dati

    Secondo dichiarazioni rilasciate negli ultimi giorni da un consigliere comunale di maggioranza e trapelate...

    L’importanza del filtro dell’olio: quando sostituirlo?

    Come riconoscere le problematiche legate al filtro dell’olio? È una delle componenti più importanti...