More

    HomeSportCalcioAchik al 90' manda il delirio il "Monterisi", il Cerignola piega 2-1...

    Achik al 90′ manda il delirio il “Monterisi”, il Cerignola piega 2-1 il San Giorgio

    Pubblicato il

    Va sotto, soffre, reagisce e alla fine rimonta: l’Audace Cerignola ha ragione al 90′ del San Giorgio (2-1) nel recupero della 18^ del girone H di serie D. La copertina questa volta va ad Ismail Achik, uomo chiave subentrato nella ripresa, che fornisce assist e decide poi il match con un grandissimo gol. Pazienza cambia quattro elementi nello schieramento iniziale: tornano titolari Manzo, Maltese, Tascone e Mincica. Ambrosino recupera tre squalificati (Cassese, Landolfo e Navas) e nel 4-2-3-1 preferisce in avanti Scalzone a Varela. Al 3′ conclusione alta di Maltese, al 12′ insidioso tirocross di De Siena dall’altra parte per le prime schermaglie; al 14′ rete annullata per fuorigioco a Longo, mentre al 28′ i padroni di casa protestano vivacemente per un presunto rigore su Loiodice. L’Audace ha costantemente il possesso, San Giorgio arroccato accortamente in difesa: alla mezzora un colpo di testa di Loiodice trova la deviazione in corner di un difensore, mentre un giro di lancette più tardi il dieci crossa per Malcore, il cui colpo di testa dal limite dell’area è facile preda di Bellarosa. Sempre Loiodice protagonista al 37′, quando imbecca Mincica, la deviazione da pochi passi è sporcata in angolo in maniera decisiva da Cassese. Si va all’intervallo sullo 0-0 e la sensazione che la gara sia più complicata di quanto racconti la classifica.

    Il tema tattico non muta nella ripresa: ofantini a comandare, respinti però dalla concentrazione dietro la linea della palla dei campani. Malcore al 59′ riprende un pallone vagante ma tocca debolmente e ne esce solo un corner. Achik e Giacomarro le prime mosse di Pazienza: l’episodio che schiude il punteggio è però di marca ospite. Tricarico si allunga e concede l’angolo sulla punizione dalla distanza di Caprioli, sul susseguente tiro dalla bandierina e su sponda di un compagno, Scalzone indovina la girata nel sette a gelare l’impianto di via Napoli. Si interrompe così dopo 720′ l’imbattibilità della difesa gialloblu. A testa bassa il Cerignola si porta all’assalto, Longo non trova la coordinazione giusta in mischia, poi al 73′ riesce nell’intento Sirri a superare Bellarosa sulla palla inattiva tagliata di Achik. Dentro anche Palazzo per una trazione ancora più anteriore delle “cicogne”, Giacomarro calcia sul muro del San Giorgio, secondi dopo Loiodice chiama il portiere all’intervento in due tempi. Onesto cerca il gol da antologia da lontanissimo, fuori misura: la sliding door del confronto giunge proprio al 90′. Lancio millimetrico di Russo per Achik, il fantasista aggancia di gran classe e piazza la sfera all’angolino basso più lontano, facendo esplodere i supporters di fede Audace. Nel finale i napoletani restano in dieci per il rosso a Raucci (doppio giallo), la capolista stringe i denti e chiude col massimo dei voti il tris di impegni in una settimana.

    Il Cerignola vola in solitaria in testa alla classifica con 43 punti, a +3 sul Bitonto, lanciando un nuovo segnale alle concorrenti: nonostante un po’ di fatica e una giornata non brillante, l’atteggiamento battagliero e una reazione da grande squadra hanno permesso di portare a casa una sfida spigolosa. Domenica prossima altro incrocio importante, in casa di un Fasano lanciato in zona playoff.

    AUDACE CERIGNOLA-SAN GIORGIO 2-1

    Audace Cerignola (4-3-3): Tricarico, Basile, Manzo, Sirri, Dorval (87′ Botta), Tascone (66′ Achik), Maltese (87′ Russo), Longo (79′ Palazzo), Mincica (66′ Giacomarro), Malcore, Loiodice. A disposizione: Trezza, Agnelli, Silletti, Vitiello. Allenatore: Michele Pazienza.

    San Giorgio (4-2-3-1): Bellarosa, Di Pietro (78′ Ruggiero), Cassese, Raucci, De Siena, Navas, Caprioli, Landolfo (86′ Imputato), Onesto (92′ Mancini), Argento, Scalzone (74′ Varela). A disposizione: Barbato, Sepe, Luongo, Greco, Raiola. Allenatore: Salvatore Ambrosino.

    Reti: 68′ Scalzone (SG), 73′ Sirri (AC), 90′ Achik (AC).

    Ammoniti: Maltese, Loiodice (AC); Raucci, Landolfo, Varela (SG). Espulso: Raucci (SG) al 93′ per doppia ammonizione.

    Angoli: 7-3. Fuorigioco: 4-2. Recuperi: 2′ pt, 6′ st.

    Arbitro: Drigo (Portogruaro). Assistenti: D’Alessandris-Fabrizi (Frosinone).