More

    HomeSportCalcioDopo l'impresa a Foggia, l'Audace Cerignola riceve la Viterbese per restare in...

    Dopo l’impresa a Foggia, l’Audace Cerignola riceve la Viterbese per restare in alto

    Si gioca nell'insolito orario delle 12, la squadra di Pazienza prima pugliese a sperimentare la novità voluta dalla Lega Pro

    Pubblicato il

    Insolito match all’ora di pranzo per l’Audace Cerignola, che domani riceverà la Viterbese per la 15^ giornata del girone C di serie C. Gli ofantini saranno infatti la prima squadra pugliese a saggiare la novità disposta dal presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, per contrastare innanzitutto il caro energia e, magari, fornire ancora più visibilità al campionato, trovando potenziali nuovi mercati. Tornando alle vicende puramente più tecniche, i ragazzi di Michele Pazienza domenica scorsa hanno compiuto l’impresa di violare lo “Zaccheria”, ribaltando il Foggia con una ripresa straordinaria e ritrovando la vittoria esterna che mancava da due mesi. Un successo che ha scatenato la tifoseria con le scene di festa al rientro della comitiva gialloblu dalla trasferta, un sesto posto che fa sognare ad occhi aperti la piazza. L’entusiasmo e le certezze derivanti dal blitz in casa dei rossoneri devono essere ottimizzati nel match contro i laziali, per porre ancora dei solidi mattoni rispetto all’obiettivo stagionale prefissato, ma anche per cominciare anche a strizzare l’occhio verso le parti nobili della classifica. Il tutto sempre con profilo basso e senza troppi eccessi, appare inequivocabile però che l’Audace dispone di una ossatura indubbiamente di valore per centrare qualcosa in più di una semplice salvezza. In vista poi di un nuovo trittico di gare in una settimana, sarà importante mettere ulteriore fieno in cascina per affacciarsi con spirito positivo ai futuri impegni.

    Dall’infermeria non giungono rilevanti novità per mister Pazienza, il quale quasi certamente dovrà ancora rinunciare a Coccia e Ligi, mentre il recupero appare più fattibile per Ruggiero anche se non tale da prevedere un impiego. A qualcuno dovrà essere chiesto uno sforzo specie in difesa, tuttavia emerge con sempre più effetti la duttilità di Galo Capomaggio, essenziale sia che agisca in mediana o da centrale arretrato. Neglia, autore del gol della compiuta rimonta a Foggia, si propone per una maglia da titolare, anche se il tecnico pare intenzionato a lasciare invariato almeno inizialmente il 3-5-2.

    É un periodo di novità in casa Viterbese, che in settimana ha interrotto il rapporto con il ds Mariano Fernandez, per il quale non ci sarà l’appuntamento da ex. In precedenza invece, c’era stato il cambio in panchina, con l’esonero di Filippi rilevato dall’allenatore della Primavera, Pesoli. L’ultimo posto in coabitazione con Fidelis Andria e Messina è indice delle difficoltà dei laziali: totalizzati 11 punti e il bilancio complessivo che parla di due vittorie, cinque pareggi e sette sconfitte. I maggiori colpi in sede di mercato hanno riguardato i difensori Riggio e Monteagudo, con l’attaccante Marotta (gli ultimi due saranno assenti per squalifica), mentre fra le conferme si possono citare il portiere Fumagalli (ex Foggia), Ricci e Semenzato in retroguardia, il nazionale lituano Megelaitis in mediana, le punte Volpicelli e Polidori. Terza peggior difesa del raggruppamento, la Viterbese non ottiene il bottino pieno da cinque turni e comunque ha fatto più punti fuori che in casa (6 contro 5). Lo schieramento da proporre dovrebbe essere il 3-5-2 con Semenzato e Polidori candidati a sostituire i due appiedati dal giudice sportivo.

    Non ci sono precedenti storici fra le due squadre: calcio d’inizio fissato al “Monterisi” alle ore 12, con la direzione arbitrale affidata al sig. Milone, della sezione di Taurianova.