More

    HomeNotiziePoliticaComitato cittadino vs inceneritori: Partiti vergognosi, Cicogna incoerente

    Comitato cittadino vs inceneritori: Partiti vergognosi, Cicogna incoerente

    Pubblicato il

    E’ passato quasi inosservato, eppure è un bel pugno allo stomaco dei partiti politici cittadini. Stiamo parlando del manifesto che dal 26 ottobre scorso campeggia davanti alla villa comunale. Firmato dal “Comitato cittadino contro gli inceneritori” recita testualmente: “Il Comitato ha per tempo inoltrato un invito a tutte le segreterie dei partiti politici a incontrarsi per trattare detto problema (ovvero il non funzionamento degli inceneritori Ecocapitanata ed ETA, ndr). Ebbene, nessuna forza politica, senza nessuna vergogna, ha sentito la necessità di aderire all’invito, tra l’altro, senza nemmeno usare la delicatezza di segnalarne l’assenza sia pure telefonicamente, ad eccezione di Alleanza Popolare per Cerignola….Quanto accaduto è un atto di viltà politica…Denota il menefreghismo della classe politica di Cerignola”. C’è anche tempo e spazio per una dedica particolare, un duro affondo a La Cicogna di Franco Metta: “Inaspettato è stato l’analogo atteggiamento – si legge sempre nel manifesto – con l’aggravante dell’incoerenza, tenuto dalla segreteria del m.p. ‘La cicogna’. Cioè da quel partito che dice di essere contro gli inceneritori, ma all’invito a sedersi al tavolo per assumere impegni e responsabilità, ha fatto orecchi da mercante”. Parole senza fronzoli, mentre lascia stupiti la tempistica dell’iniziativa. Infatti, in vista della manifestazione programmata per il 26 di novembre non sembra sicuramente, questa, una sortita capace di tenere fermo e compatto il movimento anti-inceneritore. Un autogol inspiegabile e surreale, anche alla luce di un mancato comunicato stampa, da parte del Comitato, che si assumesse la paternità dei contenuti del manifesto. Da non escludersi, a questo punto, che possa essersi trattata di una iniziativa estemporanea da parte di un ristretto gruppo di membri del comitato.