More

    HomeNotizieAttualitàMare sporco a Margherita, realtà o allarmismo? | Foto e Video

    Mare sporco a Margherita, realtà o allarmismo? | Foto e Video

    Pubblicato il

    «Quando siamo arrivati l’acqua era anche peggio di così. Non so se sia dovuto a una mareggiata o altro o ai depuratori rotti. Sembra però di farsi il bagno nell’olio e alcuni pare che avvertano anche prurito all’uscita dall’acqua». «E’ così in tutti i lidi di Margherita. E poi è pienissimo di meduse e alghe irritanti. Noi non possiamo che continuare a venire qui al mare però preferiamo la doccia. Mi dispiace per i gestori dei lidi che hanno investito». Questi i commenti di alcuni dei tanti bagnanti del Basso Tavoliere che ogni fine settimana affollano le spiagge di Margherita di Savoia. Anche quest’anno, la cittadina della Bat, con una delle saline più grandi d’Europa, torna alla ribalta con un problema ormai annoso: il mare sporco. Realtà o allarmismo?

    Alle denunce dei bagnanti segue la replica del gestore di uno stabilimento balneare che dichiara: «Vorrei rassicurare i bagnanti e specificare che il colore delle acque è dovuto a un pigmento di un’alga che col calore e le mareggiate crea quest’effetto. Ma non c’è inquinamento in nessun modo. Se il mare fosse stato inquinato – osserva – la polemica ci sarebbe già stata». Intanto, secondo i campionamenti eseguiti in Puglia dai biologi di Goletta Verde, la campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, le analisi sulle acque prelevate a Margherita di Savoia (un campionamento nei pressi della foce del torrente Carmonisa, località Riserva naturale di Salina, l’altro nei pressi della foce Aloisa) sono entro i limiti di legge, mentre sui sette prelievi effettuati nella provincia di Barletta-Andria-Trani, quattro sono risultati “fortemente inquinati”. Sconcertante la fotografia scattata nel resto della Puglia dagli ambientalisti. Oltre la metà dei campionamenti eseguiti è risultata “fuorilegge”. In ben 17 casi (corrispondenti per lo più alle foci di fiumi e ai canali), è stata evidenziata una carica batterica al di sopra dei valori consentiti dalla legge e per quattordici di questi punti il giudizio è “fortemente inquinato”. Inoltre, ancora oggi, secondo le cifre in possesso dell’associazione, «il 23 per cento dei cittadini pugliesi, scarica i reflui senza che questi vengano depurati. I 187 depuratori della regione hanno ancora problemi di funzionamento, criticità e questioni irrisolte che in alcuni casi rendono inefficace la depurazione. Tra questi 11 vecchi impianti, tutti da dismettere, che rischiano di inquinare le acque sotterranee, scaricando direttamente in falda, o ancora quelli con problemi nel funzionamento e i cui scarichi risultano non conformi, come certificano i dati Arpa (nel 2012 sono stati 52 quelli giudicati non conformi)».

    Polemiche a parte, la cittadina della Bat, alla foce dell’Ofanto, si riconferma il più grande centro balneare di tutto il centro sud, con 5 km di lidi e 20.000 ombrelloni, più di Cattolica. Piuttosto che il recente gemellaggio un po’ surreale con Miami, vale il paragone con Rimini. Anche qui a Margherita c’è un porto canale e 70 lidi di cui 43 consorziati, come in Romagna, che pagano un canone al Demanio persino superiore a quello di Rimini. 500 tra bagnini e barman sulla spiaggia. Solo di gelati, il fatturato estivo è di mezzo milione di euro. Motta e Algida, infatti, finanziano il consorzio. Come se non bastasse, in tempi di crisi, a Margherita, i prezzi sono fermi da quattro anni. Ombrellone più due lettini tra i 10 ai 15 euro e tanti i locali glamour frequentati dal popolo della movida a costi popolari. L’80% delle presenze è, però, pendolarismo dai paesi vicini. Anche la maggioranza dei clienti delle terme, 30.000, è giornaliera. Di fronte alla massa dei bagnanti, solo 5 o sei alberghi. Il Grand Hotel delle Terme ha 70 stanze. Un po’ di tedeschi, qualche russo e, dall’Italia, soprattutto lombardi. Per il turismo in Puglia, Margherita di Savoia resta ancora una luogo di passaggio fra Gargano e Salento, ma anche la meta più raggiunta da buona parte degli abitanti di Capitanata che, causa crisi, trascorreranno le vacanze estive a casa.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

    17 COMMENTS

    1. Che tristezza, ogni anno ci ritroviamo a dover dire le stesse cose.
      Che tristezza vedere i bambini arrivare in spiaggia e perdere il sorriso a causa del mare sporco.
      Non ho voglia nanche di dilungarmi piu’ di tanto(causa avvilimento),
      Fossero solo le alghe perche’accade solo nel ns tratto?DaCapitolo in giu’e daMattinata a salire, il mare E’ sempre pulito.

    2. Ficchiamocelo bene in testa, e finiamola di lamentarci, se a capo della Politica Italiana non ci mettiamo le Persone giuste, forse resisteremo unh altro decennio, poi sarà la fine.
      E’ inutile stare a replicare i depuratori e tante altre schifezze, NOI siamo consapevoli di quello che succede, di quello che scaricano in mare e non solo, finiamola di lamentarci come tante sgualdrinelle consapevoli, piuttosto vergogniamoci perchè non abbiamo gli attributi, e tutto questo provocherà un disastro ambientale che neppure riuscirete ad immaginare. E NON DICIAMO A NESSUNO CHE VOGLIAMO BENE AI NOSTRI FIGLI, E’ PURA FALSITA’, E MI FERMO QUI….

    3. io ho altre foto scattate solo l’altro ieri e vi garantisco che questo non è il mare dove ho fatto fare il bagno per 4 ore consecutive ai miei figli…..Oggi di nuovo mare…se volete vi posto le mie foto 🙂

      • io attualmente sono al capitolo(Monopoli)questa si che e’ mare!!!!acqua cristallina e pochi zulù!!!!!!

        • Ma io sono felice per tutti voi che non venite a Margherita…meno siamo meglio è!!!!

          • certo i turisti li fate fuggire con i verbali i furti e i ratti che ti vengono dietro se porti il panino col formaggio sulla spiaggia

    4. No ma giusto per dirci: credete veramente che l’inquinamento marino di Margherita di Savoia sia dovuto alle alghe o ai depuratori non funzionanti? Non credete sia colpa della gente maleducata, per non dire altre parole, che rilascia bottiglie di plastica, fazzoletti, cerotti, e tante altre cose? Dovrebbero aumentare i controlli balneari e l’educazione

    5. basta sprechi
      guarda che i mari più inquinati, sono quelli apparentemente puliti.
      l anno scorso sia io che mia figlia siam dovuti ricorrere al otorino per un batterio che ci ha causato danni all’interno delle orecchie, altri che conosco, soprattutto bambini, orticarie e bolle sul corpo. Il mare in quelle occasioni sembrava cristallino.
      Se ti sembra pulita l’acqua di Margherita e ne sei contento, sei uno dei rari casi che ho sentito.
      Domenica scorsa, ero a pochissimi km da Margher. 40 gradi all’ombra, non una persona che si è immersa in mare, tutti sotto le docce o a morire di caldo sotto gli ombrelloni.
      Se a pochi km di distanza da dove stai tu, l’acqua è fetida e puzzolente, tu ti senti così tanto al sicuro?

      • §Potrebbe essere una casualità… Ad ogni modo sono 36 anni che vado a Margherita, sempre allo stesso lido e sono sano come un “pesce” e lo è tutta la mia famiglia, mai nessun campanello d’allarme. Quindi ti dico che i batteri sono ovunque, solo che a volte li si associa a cose o fatti solo per pregiudizi o per sentito dire…

        Questo è il mio pensiero, e finchè non vedrò con i miei occhi e sarò sicuro al 100%, tale rimarrà.
        GRAZIE

    6. purtroppo il sud non crescerà mai. decisamente scelte sbagliate, meglio dire menefreghismo da parte di chi dovrebbe tutelare i ns patrimoni. la puglia tutta dispone di un mare meraviglioso, se tenuto bene e con le giuste organizzazioni ci farebbe guadagnare tanti bei soldini, invece no.
      ho l’impressione che la politica tenda più a distruggere l’ITALIA, che a farla fiorire…. mi sbaglio? sembrano una massa di deficienti che non sanno mai cosa è giusto e cosa è sbagliato…. mi chiedo, ma loro hanno studiato? sono tutti laureati, e nessuno sa che pesci pigliare per questo o quel problema? mah! poveri noi…. beata ignoranza…

    7. Si parla si parla e nessuno fa mai niente!!!!! Ma come mai questo dormitoio ?L’ unica soluzione per poter sapere se il mare è pulito prima di tutto controllare la chiarezza del mare, poi dovete fare un’altra prova con la sabbia nel mare infilare la mano giu in profondità e, estrarre la sabbia sottostante e annusare se si sente puzza di fogna, poi sta a voi capire se farvi il bagno. Ahhh un’ altra cosa la sabbia in fondo al mare deve profumare soltanto di mare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      datemi conferma all’indirizzo jerryjordanrosy@gmail.com

    8. Salve,

      io ho uno zio che lavora nel campo delle analisi delle acque (e non solo) su Foggia e, quando Margherita era ancora FG come provincia, vennero fatte delle analisi che portarono a dover dichiarare come non balneabile l’acqua di tale centro turistico. Ovviamente pesanti pressioni politiche non permisero di rendere ufficiale questa notizia. Ad oggi credo che la situazione sia solo peggiorata. Buon bagno a chi ci va ancora…

    9. Sicuramente in questo post. noto che commenta qualcuno che siuramente è titolare di qualche lido a margherita, pur di far soldi mantiene la tesi del mare pulito.
      IL MARE DI Margherita e non solo, è una FOGNA A CIELO APERTO, E NESSUNO PAGA LE CONSEGUENZE, QUESTO E’ IL VERO PROBLEMA.

      • hahahaha “Sicuramente in questo post. noto che commenta qualcuno che siuramente è titolare di qualche lido a margherita”….SICURAMENTE hahahahahaha

    Comments are closed.

    Ultimora

    Pallavolo Cerignola ed Flv domani entrambe impegnate in trasferta

    Un altro sabato in campo e in trasferta per entrambe le formazioni cerignolane impegnate...

    Foggia-Audace, vietata la vendita dei biglietti ai residenti di Cerignola

    Dopo la riunione del Gos, in seguito alla segnalazione dell'Osservatorio delle Manifestazioni sportive e...

    Gerardo Biancofiore assolto dall’accusa di corruzione nel processo “biscotti”

    Tramite una nota stampa del suo legale, avv. Raul Pellegrini, si rende nota l'assoluzione...

    “Caravaggio, il portale per arrivare a Dio”: domani alla Chiesa Santa Maria delle Grazie di Cerignola

    Domani 20 aprile, alle ore 19, la chiesa Santa Maria delle Grazie di Cerignola...

    Celestino Capolongo si dimette da consigliere comunale del Pd a Cerignola

    Questa mattina Celestino Capolongo, a cui il giudice ha revocato gli arresti domiciliari e...

    Pomodoro, Cia Capitanata: “Basta rinvii, ora l’intesa sul prezzo”

    “Sul pomodoro da industria, al Centro Sud occorre superare questa fase di stallo nelle...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Pallavolo Cerignola ed Flv domani entrambe impegnate in trasferta

    Un altro sabato in campo e in trasferta per entrambe le formazioni cerignolane impegnate...

    Foggia-Audace, vietata la vendita dei biglietti ai residenti di Cerignola

    Dopo la riunione del Gos, in seguito alla segnalazione dell'Osservatorio delle Manifestazioni sportive e...

    Gerardo Biancofiore assolto dall’accusa di corruzione nel processo “biscotti”

    Tramite una nota stampa del suo legale, avv. Raul Pellegrini, si rende nota l'assoluzione...