More

    HomeEvidenzaCerignola, sit-in a palazzo di città: i commercianti chiedono modifiche a viabilità...

    Cerignola, sit-in a palazzo di città: i commercianti chiedono modifiche a viabilità e ZTL

    Il Sindaco assicura, verbalmente, alcune piccole modifiche alla viabilità, agli orari e ai periodi di validità

    Pubblicato il

    Mattinata turbolenta a Palazzo di Città dove più di cento commercianti, dalle ore 9 circa, hanno promosso un sit-in di protesta, assolutamente pacifica, per chiedere al Sindaco Metta di rivedere la ZTL e i numerosi sensi di marcia che stanno minando la viabilità della zona con ripercussioni sull’economia della attività commerciali. Nato in tempi record, il “Comitato dei Commercianti del centro di Cerignola” ha fin da subito esposto il contenuto di un documento, inviato al Sindaco e al Prefetto, nel quale si chiede di rivedere l’intero impianto urbanistico, e le sue numerose modifiche, a seguito dell’introduzione della ZTL, partita dal primo marzo in via sperimentale per un mese.

    Tra i vari suggerimenti proposti vi è, quindi, il «ripristino della viabilità cittadina alle condizioni precedenti la messa in opera della ZTL […], spostamento dell’orario di inizio alle 21.15, fino alle ore 1.00 […], ZTL attiva solo da Aprile a Settembre […], individuazione e realizzazione di gratuite aree di parcheggio vigilate nelle aree limitrofe e lungo tutta la dorsale del corso principale […], gratuità del pass per i residenti e per i titolari di attività commerciali della zona». Dopo un’ora di protesta nei pressi dell’ingresso del Comando della Municipale, il Sindaco accoglie la richiesta di un incontro con una delegazione del Comitato formata da dieci commercianti. Oltre tre ore di dibattito, chiuso al pubblico e alla stampa, nel quale la difficile concertazione, a detta dei presenti, ha visto la disponibilità del Sindaco e del Comandante Delvino, ma anche la difficoltà degli stessi nell’annullare i provvedimenti già presi per, come riferito dai commercianti presenti, «evitare una brutta figura verso la città». 

    Sono le 14.30 circa quando i rappresentanti salutano il Primo cittadino ed escono fuori dalla sua stanza per informare i pochi rimasti in attesa. «Non abbiamo nulla di scritto ma qualcosa, almeno a parole, si è mossa, e abbiamo ottenuto delle piccole promesse», afferma uno dei delegati. Infatti, il Sindaco ha promesso, senza mettere però nero su bianco nulla, che in alcune strade adiacenti il corso cittadino verranno ripristinati i vecchi sensi di marcia; inoltre, gli orari della ZTL saranno spostati dalle 21 alle 2 (invece che dalle 20 alle 3, ndr), e la stessa sarà in vigore tutti i giorni da aprile a settembre, mentre sarà attiva solo il fine settimana nei restanti mesi invernali. Nessuna sospensione del mese sperimentale, quindi, che poteva bloccare l’iter già avviato con la comunicazione al Ministero e che dall’1 aprile darà ufficialmente il via alla ZTL. Una serie di promesse, verbali, che dovrebbero diventare operative tra quattro o cinque giorni. Il Comitato, però, fa sapere che comunque monitorerà il tutto già nei prossimi giorni, pronto a ritornare all’attacco se le promesse verbali di Metta non dovessero diventare reali. La sensazione, sperando resti tale, è che si sia scelta la via più conveniente, ovvero temporeggiare con l’intento, forse, di placare gli animi e giungere alla data dell’1 aprile con l’entrata in vigore ufficiale della ZTL.