Franco Buckbinder, presidente della Astral.co, società di importazione di prodotti alimentari operante sul mercato degli Stati Uniti, sarà a Cerignola venerdì 21 ottobre per visitare alcune aziende che trasformano e commercializzano le eccellenze della nostra terra. La visita di Buckbinder è inserita in un programma più ampio promosso dal Consorzio Il Tavoliere (società pubblico – privata per i processi di internazionalizzazione che fa capo alla Camera di commercio di Foggia) di cui il Comune di Cerignola è socio, che prevede l’organizzazione di una missione business to business negli Stati Uniti da tenersi nel febbraio 2012, tesa ad accrescere la quota di export sul mercato nordamericano da parte delle aziende agroalimentari di Capitanata.

È questa la ragione che ha spinto l’amministrazione comunale a chiedere un incontro specifico sul nostro territorio. “Un territorio, quello di Cerignola, – ha sottolineato il sindaco Antonio Giannatempo – che è bene ricordarlo è tra i più estesi d’Italia e che produce prodotti ad alta qualità e ad alto gradimento da parte dei consumatori: basti solo pensare alla famosa oliva gigante, la Bella di Cerignola. Di conseguenza, favorire le iniziative che possano sviluppare nuovi e più interessanti e interessati mercati ci pare essere compito di un’amministrazione pubblica. Un compito che onoriamo con l’organizzazione di una visita così importante”. “Mi auguro che le aziende trovino ghiotte occasioni per nuovi e proficui affari – è il commento dell’assessore alle Attività produttive Michele Romano – così da incrementare la nostra presenza”. “Questa iniziativa si pone nel solco delle attività che stiamo svolgendo da un anno e mezzo per aiutare i nostri agricoltori”, è il giudizio, invece, di Pasquale Barrasso, responsabile dell’Agenzia comunale per l’agricoltura. L’incontro tra Buckbinder e l’Amministrazione si terrà alle 12 presso l’ufficio del sindaco di Cerignola a Palazzo di Città.

 

9 COMMENTI

  1. Carissimi della redazione, prima di immettere notizie incomplete, informatevi bene chi sono o chi è l’autore di tale iniziativa. Da anni a vari livelli ci si occupa e ci si prodiga per lo sviluppo del settore agricolo e agro-industriale.
    Se dovete fare informazione fatela correttamente, altimenti finirete anche voi per creare confusione e nella confusione i furbi ne beneficiano.
    Vuole essere solo un semplice consiglio.

      • voi giornalisti dovete capire di che parlate, di chi parlate e chi sono i soggetti del nostro paese idonei e competenti per attivare tali iniziative.
        Certamente non può essere una persona che di mestiere fa il ginecologo o il dentista, anche se amministratore, a capire di cosa tale settore ha bisogno. Dovete ben informarvi, tali iniziative possono essere, se ben seguite, le uniche a dare un reale sviluppo del nostro territorio per il 70% a vocazione agricola e agro-industriale.
        Quindi solo con un attenta attività potrete dare un contributo altrimenti creerete solo ulteriore confusione.
        non vuole essere un attacco o una mia presunzione, però è fondamentale che su tale argomento diate un valido cotributo di chiarezza ed informazione in modo da continuare a seguire la giusta strada intrapresa.
        grazie

  2. Visto che il Ns beneamato Sindaco, è a conoscenza che la nostra terra produce prodotti di alta qualità e di alto gradimento, perchè non cerca di
    tutelate e promuovere questa immagine che sarà inesorabilmente macchiata dall’entrata in funzione dell’inceneritore?
    Chissa se Buckbinder sarà così interessato ai nostri prodotti anche dopo
    che il termodistruttore Marcegaglia entrerà in funzione.

  3. e se a breve ecocapitanata riaprisse…….guardate che li si stanno rimettendo “in regola”, dicono loro.

  4. Benvenuto al Presidente ASTRAL Franco Bukbinder, certamente è un grande onore ricevere la visita di così alta personalità del settore commercio alimentare, che ha negli Stati Uniti una importante società, siamo onorati per l’attenzione che sta riservando al nostro territorio. Come cittadino di questa Comunità mi complimento per la scelta programmata da parte della Camera di Commercio di Foggia, la quale ha inserito la nostra Comunità nel percorso di visite programmate sul territorio. Mi sembra superfluo anticipare che tale visita deve essere stao il frutto di una più articolata programmazione commerciale, per favorire i nostri produttori locali, non certamente per portare il Presidente Americano a mangiare le specialità “U’ Vulesce” o a “Torre Quarto”.
    Questo secondo me, se così fosse non dovrebbe far gonfiare il petto al Responsabile dell’Agenzia o All’Assessore Mercatale, i quali non sono riusciti a preparare un simile avvenimento Organizzando ad hoc una presentazione dei prodotti di nicchia del territorio………. Solo tarallucci, vino, Olive?????

Comments are closed.