Dalla sede di Cerignola proviene il più giovane Consigliere Nazionale dell’Archeoclub d’Italia: è stato eletto con ben 522 preferenze il Dott. Vito De Meo, socio della sede di Cerignola: è laureato in lettere ad indirizzo archivistico – filologico. Per  tale risultato prestigioso vogliamo ringraziare la sede provinciale, che lo ha individuato come candidato, e tutte le sedi di Capitanata e della Puglia, che hanno creduto in lui e nel suo serio impegno, sicuri che saprà farsi portavoce delle istanze del nostro territorio provinciale e regionale.

Egli collabora attivamente con il Centro Studi e Ricerche “Torre Alemanna” (1976) e con il Museo Etnografico Cerignolano (1979): studioso e ricercatore, ha compiuto un grande gesto per tutti a favore della Città di Cerignola e dell’intera Capitanata: mi riferisco all’importante scoperta di reperti archeologici nel suo podere, che egli ha prontamente denunciato alla Soprintendenza competente, con profonda sensibilità culturale, serietà intellettuale ed amore per la storia del nostro territorio, discostandosi positivamente da quanti, invece, depredano e depauperano il nostro patrimonio.

Le predette istituzioni culturali, sin dagli anni ’70 e la sede dell’Archeoclub di Cerignola (1981) svolgono un intensa e tenace azione perseguendo la finalità di conoscenza, difesa e valorizzazione dei Beni Culturali, testimonianze della nostra identità: vincoli ottenuti su emergenze architettoniche notevoli del territorio; rinvenimenti e segnalazioni; mostre e pubblicazioni; attività culturali con le scuole.

Vito, insieme a Luigi Specchio ed a Vincenzo Scelsi, altri validi collaboratori, ha dato una svolta decisiva alla conoscenza di tale impegno attraverso il sito web dell’Archeoclub di Cerignola, che conta numerosissimi visitatori.

2 COMMENTI

Comments are closed.