In data 30 aprile 2015, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di KOSMYNKA Ivan, classe 1970, detenuto agli arresti domiciliari per il reato di riciclaggio e ricettazione di veicoli pesanti.

Il KOSMYNKA, infatti, lo scorso 7 aprile, veniva sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria, unitamente ad altre 3 persone, perché colto nella fragranza di reato di Riciclaggio e Ricettazione di veicoli pesanti. In sede di interrogatorio di garanzia, il G.I.P., dopo aver convalidato il fermo, sottoponeva il KOSMYNKA agli arresti domiciliari, unitamente ai suoi complici.

In data 24 aprile, una pattuglia del Commissariato di P.S. di Cerignola si recava presso il domicilio del KOSMYNKA per sottoporlo a controllo, non avendo però la sua presenza né quella di alcun parente con lui residente.

kosmynkaUna volta comunicato il tutto all’Autorità Giudiziaria, puntualmente, quest’ultima emetteva Ordinanza di Custodia cautelare nei suoi confronti che veniva eseguita dagli agenti di questo Commissariato, in una forma inusuale; infatti, il KOSMYNKA, giovedì 30 aprile si presentava spontaneamente presso gli uffici del Commissariato P.S. di Cerignola, evadendo nuovamente dagli arresti domiciliari, asserendo di non voler più stare presso il proprio domicilio per incomprensioni familiari e di voler dichiarare un nuovo domicilio. In tal senso provvedevano proprio gli agenti del Commissariato P.S., fissando il domicilio dello stesso presso la Casa Circondariale di Foggia.