Giorno dopo giorno cresce l’ansia di occupare la prestigiosa poltrona del palazzo di città. Un’intrigante corsa al potere, non priva di responsabilità, che dipende direttamente dal voto dei cittadini (salvo inciucio e accordi, ndr) e si basa necessariamente sulle loro richieste, alimentate da speranze e malumori. Quelle richieste che si ascoltano per strada, riguardanti i diversi problemi che il futuro primo cittadino dovrà affrontare una volta insediatosi.

Le belle parole, i buoni propositi e le tante promesse udite in questi giorni, purtroppo, risuonano lontane dalla realtà che ci circonda, piena di aspetti problematici, a cominciare proprio dagli atteggiamenti di noncuranza che ne denunciano una dilagante inciviltà. Non a caso, dai piccoli gesti di decadenza quotidiana nascono episodi di degrado ambientale e mancanza di senso civico. Molto spesso, infatti, passeggiando per le vie del paese si può notare la mancata rimozione di rifiuti di vario genere. Il problema è che la cultura ambientale di Cerignola non ha ancora raggiunto i livelli di efficienza avanzata e moderna presenti nel resto d’Europa, tali da far comprendere a tutti i cittadini, che il rifiuto deve costituire una risorsa e non una fonte di inquinamento.

Non meno grave, si presenta la cura riservata al territorio urbano, contrassegnata dalla cattiva manutenzione dei marciapiedi e delle strade, caratterizzate da buche e voragini, pericolose per l’incolumità di automobilisti e pedoni. Bisognerebbe aumentare il controllo e la prevenzione stradale, magari sfruttando la partecipazione attiva dei cittadini, cercando di individuare delle soluzioni che possano evitare un ulteriore dissesto urbano.

E dai problemi di ordine pubblico alla dispersione giovanile, il passo è breve. Sono tanti i minori a rischio, che vivono in un contesto socio-culturale problematico, nel quale anche la famiglia, primo nido educativo, non garantisce una stabilità formativa che sia in grado di evitare che il comportamento minorile sfoci in delinquenza e in atteggiamenti ad alto tasso di criminalità, che non costituiscono solo una semplice dichiarazione di sfrontatezza, ma sono l’espressione di un serio disagio sociale. Non sarà semplice, dunque, per la futura amministrazione porre fine alla dispersione giovanile, bisognerà potenziare il rapporto con le associazioni, ascoltandole e agevolandole nelle loro proposte e nei loro progetti. Inoltre, si dovrà incrementare la presenza di spazi utili ai minori, per socializzare, studiare e poter formare il proprio carattere; spazi che siano capaci di diffondere dei modelli comportamentali improntati alla sicurezza e alla legalità. Infondendo fiducia nei giovani, il vero motore del futuro, affinché questi ultimi non scappino lontano dal proprio territorio. La cultura dovrà essere valorizzata per la crescita di una cittadinanza attiva, vivace e stimolata, che torni a sentirsi parte di una medesima comunità.

Le sfide che attendono il futuro sindaco, pertanto, sono molteplici e nient’affatto semplici. Tra insulti e polemiche da bar (perché spesso la campagna elettorale si riduce a questo, ndr) l’auspicio di una più seria discussione su temi e problemi è d’obbligo. Dovrebbero davvero essere al centro del discutere politico le esigenze semplici, quelle che interessano alla gente (e non servono solo come pretesto per farsi guerra l’un l’altro).

  • Apolitico

    Articolo che descrive perfettamente quella che è la situazione e l’ambiente in cui viviamo. Un disagio totale. Speriamo sia l’anno dei giovani perché è di loro che abbiamo bisogno, gli unici in grado di dare un contributo importante a questo territorio e che abbiano le idee rivolte al futuro.

    • pippuz

      Hai ragione! Spero che venga data una occasione ai giovani di Ricambio Generazionale.. Questi giovani ci stanno mettendo veramente il cuore.

    • peppe

      I giovani da soli non ce la possono fare. Hanno bisogno di chi ha esperienza di vita e di politica. Detto questo mi associo nel dire che l’articolo rispecchia in pieno la realtà di un paesone allo sbando. Criminalità dilagante; degrado sociale alle stelle; maleducazione e inciviltà senza limiti; arroganza e presunzione contraddistinguono il paese das tutti gli altri confinanti; escrementi di cani e immondizia dappertutto rendono l’aria irrespirabile. A mò d’esempio, non bisogna andare nel resto d’Europa, basta andare a Melfi in provincia di Potenza, per rendersi conto del differente grado di civiltà, che rende il nostro paesone uno fra i peggiori e invivibili del circondario.

  • gino

    Mi piacerebbe conoscere il Programma del candidato sindaco Tommaso Sgarro in tema di SICUREZZA.
    Quali sono le sue proposte in merito ?
    Quali iniziative prenderete nel beve periodo?
    GRAZIE.

    • peppino5stelle

      dipende di quale sicurezza parli.
      la SICUREZZA economica del candidato??
      la SICUREZZA legale dei cittadini??
      con la politica bisogna scandire bene parole,frasi,ragionamenti,logica.
      I CANDIDATI CON LE PAROLE CI GIOCANO PARECCHIO,DICONO UNA COSA MA FANNO ESATTAMENTE L’OPPOSTO.vedrai dopo le elezioni,inizieranno i tornaconto,di queste cosidette campagne elettorali.
      hai vinto???? bravo…..ora mi devi….questo….e questo….

    • a che gioco giochiamo?

      Mi piacerebbe conoscere anche il programma elettorale delle altre forze politiche oltre che oscurare i manifesti del PD

    • esatto

      E’ lo stesso programma che vige da 30 anni cioe’ nulla. Se aveva un programma concreto l’avrebbe potuto mettere in atto gia’ negli anni passati,visto che ha governato la sua Padrona.

  • Rosario

    Buongiorno a tutti,
    grazie per offrirmi la possibilità di esprimere liberamente la mia opinione e portarla a conoscenza di tutti coloro che leggono questo giornale via Internet!!!!!
    Allora, al primo Cittadino uscente (dimissionario, meglio cosi) chiedo di SPARIRE PER SEMPRE DALLA FACCIA DELLA TERRA!!!!!!! E spero sia cosi gentile d’accogliere la mia richiesta!!!!!
    Al nuovo Primo Cittadino di Cerignola, chiunque sia, qualsiasi colore politico, razza o religione, chiedo di voler mettere ANIMA E CUORE al risanamento di questo paesone che ormai da molti anni langue in una situazione che definire disperata sarebbe un eufemismo!!!!
    Il nuovo SIndaco di Cerignola deve dare priorità all’ occupazione, ovvio non potrà fare miracoli, ma dovrà mettercela tutta!!!!!
    Particolare attenzione alla Sanità Pubblica, con misure di prevenzione, visti i pericoli per la salute dei cittadini che provengono da incenitori, discariche abusive, infezioni portate da soggetti estranei alla nostra terra, ma che sono in mezzo a noi e sempre più numerosi!!!!!
    Sicurezza, si faccia il possibile per rendere più sicura e vivibile Cerignola, collaborazione massima con Polizia di Stato e Carabinieri!!!!!
    Ai Vigili Urbani va chiesto di fare di più e va assicurato loro anche il nostro sostegno e solidarietà!!!!!
    VERDE PUBBLICO, ampliare e curare le oasi di verde pubblico già esistenti, divulgare una coscienza “verde” nei giovani che non mostrano particolare attenzione alla natura!!!!!
    CULTURA, si la cultura………..e che gghe???? Na cous ca s mang???? SI E NO!!!! La cultura é il nutrimento dell’ anima, dopo aver nutrito il corpo, anche l’ anima va alimentata, la cultura fa la differenza, l’uomo si eleva e non é più come le bestie!!!!!!
    A Cerignola la mancanza di cultura é cruenta, una gran parte della Popolazione ha un basso grado di cultura, lo si vede, lo si sente, lo si nota!!!!! L’ Amministrazione Comunale ha fatto poco, anche se negli ultimi anni qualcosa é cambiato!!!!! Bisognerà fare di più e cercare di acostare tutti a dei programmi culturali, delle iniziative che possano dare a tutti la voglia, la curiosità di conoscere, sapere di informarsi, si dice a Cerignola: “nessuno nasce imparato”, ma non per questo deve morire ignorante!!!!!
    Ecco un po’ per sommi capi il moi pensiero, credo che cosi facendo si possa dare ai CERIGNOLANI un paese più bello, pulito, dove poter crescere i nostri figli ed i figli dei nostri figli!!!!!!
    Grazie per avermi letto, spero non avervi annoiato!!!!!
    Rosario Mortalo’ classe 1943

    • massimo

      rosario moratalo’ sindaco!!!! tutto quello che hai scritto e giusto ma e anche un sogno!!comunque complimenti per le sue idee.

      • Rosario

        Grazie, molto gentile!!!! Io sono, ormai, vecchietto, poi abito lontano da Cerignola, anche se due volte l’anno scendo giù nel mio Paese che é sempre nel mio cuore!!!!! Vederlo nello stato in cui si trova mi fa molto male al cuore!!!!! Giovani svegliatevi e fate vedere di cosa siete capaci!!!!!

        Un abbraccio da Zurigo

        Rosario Mortalo’

  • nex cd

    Ora che Tatarella invita a votare metta emerge chiaramente il disegno originario. Parlo degli accordi trasversali fortunatamente scoperti in tempo utile per rimediare. Oggi più che mai serve coerenza e rispetto delle linee di partito almeno sotto il profilo ideologico. Voglio dire che il voto disgiunto potrà essere lecito nel senso che è normativamente previsto ma resta pur sempre immorale sotto il profilo ideologico. A mio avviso la destra voti a destra e la sinistra a sinistra e così via. Avevo deciso di votare tatarella ma alla luce delle estrenazioni del padre non posso che votare altrove ed invito a fare altrettanto.

    • cenzino

      COERENZA E RISPETTO ………?
      Ma se il PD ha imbarcato consiglieri comunali in carica di che coerenza e rispetto parli.
      In quanto a Tatarella è stato l’unico sindaco degno di nota.