Terzo successo in questo avvio di campionato per l’Audace Cerignola: il Real Noci è battuto 2-0 nel primo esame stagionale di una certa difficoltà, al cospetto di una delle candidate alle zone nobili della classifica. A sorpresa, Vito Morra si accomoda in panchina, lasciando a Flavio Amoruso il compito di costituire il tridente d’attacco assieme a Lasalandra e Dipasquale. Monopoli è l’esterno alto a destra, mentre il resto dello schieramento è quello titolare, senza variazioni. I padroni di casa si mostrano subito concentrati e decisi: al 5′ Colucci saggia i riflessi del portiere Netti, che respinge in qualche modo; molto attivi i cursori laterali, visto che sia lo stesso Colucci che Monopoli sfornano ripetuti cross per gli avanti. Una insistita e prolungata azione ofantina fa scaturire il vantaggio al 14′: suggerimento nel corridoio a sinistra di Lasalandra per Colucci, il cui teso cross radente è raccolto in scivolata sul secondo palo da Flavio Amoruso. Lasalandra salta con una finta il marcatore, calciando però centrale tra le braccia di Netti (24′). Il Real Noci è ben disposto tatticamente, il 4-2-3-1 architettato da Dalena tiene bene il campo ed i biancoverdi si impegnano in un discreto pressing, tuttavia non si rendono pericolosi. Anzi, è il Cerignola a sfiorare il raddoppio con Colucci (sinistro in diagonale a lato) e con Flavio Amoruso, che vede deviata sulla linea una incornata in tuffo su tiro dalla bandierina. La prima conclusione barese a fine tempo ad opera di Colella, ribattuta da Monopoli.

Il tornante ex Foggia apre le ostilità nella ripresa, sparando alto -peraltro da posizione decentrata- al 48′; cinque giri di lancette più tardi, l’under classe ’96 realizza il 2-0, correggendo sottomisura un traversone deviato da un difensore e dal portiere e partito dal sinistro di Lasalandra, davvero imprendibile oggi per i suoi dirimpettai. Monopoli ancora protagonista al 58′: su una sua bordata la sfera tocca il braccio di un difensore, con l’arbitro barlettano Carrer ad indicare il dischetto, nonostante le proteste nocesi. Dipasquale si presenta per la trasformazione, ma trova la risposta in angolo di Netti, che intuisce le intenzioni del capitano tuffandosi alla propria sinistra. Pochi istanti dopo Morra rileva il numero nove, salutato comunque dagli applausi del pubblico; Marinaro è attento sul colpo di testa di Faccitondo e sul capovolgimento di fronte Morra supera Netti in lob, senza fortuna. Si segnala il rientro di Giuseppe Grieco al posto di Flavio Amoruso, con l’Audace che passa al 3-5-2: il neo entrato si vede deviare coi pugni un destro dal limite. I gialloblu amministrano facilmente, anche se giusto al 90′ Morra stampa sulla traversa l’ultima occasione degna di nota. Nove punti in classifica e primato solitario già in cassa per le “cicogne”: non è trascorso neppure un mese di campionato, eppure le pretendenti alla vittoria finale già si trovano ad inseguire l’Audace.

AUDACE CERIGNOLA-REAL NOCI 2-0

Audace Cerignola: Marinaro, Monopoli (80′ Russo), Colucci S., Ciano, Colangione, Matera, Amoruso D., Schiavone, Dipasquale (60′ Morra), Amoruso F. (71′ Grieco Giuseppe). A disposizione: Vurchio, Conte, Pensa, Borrelli. Allenatore: Massimo Gallo.

Real Noci: Netti, Svezia (38′ Cino), Fortunato (80′ Salatino), Lippolis, Faccitondo, Clementini, Lucia, Colella, Recchia D. (76′ Sciatta), Laera, Salvati. A disposizione: Donatelli, Matarrese, Recchia A., Sansonetti. Allenatore: Paolo Dalena.

Reti: 14′ Amoruso F., 53′ Monopoli.

Ammoniti: Colangione, Amoruso D., Schiavone (AC); Clementini, Salvati, Cino (RN).

Angoli: 8-1. Fuorigioco: 5-2. Recuperi: 2′ pt, 4′ st.

Note: Netti al 59′ para un rigore a Dipasquale (AC).

Arbitro: Carrer (Barletta). Assistenti: Fiore-Vitobello (Barletta).

CLASSIFICA ALLA TERZA GIORNATA

Audace Cerignola 9; Rinascita Rutiglianese, Reali Siti 7; Madre Pietra Apricena, Fortis Altamura 5; Modugno (ex Nuova Molfetta), Sporting Ordona, Monte Sant’Angelo, Ascoli Satriano, San Marco 4; Giovinazzo, Virtus Bitritto, Real Noci 3; Canosa 2; Polimnia, Quartieri Uniti Bari 0.

CONDIVIDI