Anticipo al sabato per l’Audace Cerignola che, ieri pomeriggio, ha ricevuto la notizia dalla Figc Puglia sulle modifiche a data ed orario della sfida contro la Virtus Bitritto, valida per il 14mo e penultimo turno di andata del campionato di Promozione. Già campioni d’inverno da un paio di settimane, gli ofantini hanno l’obiettivo di chiudere in bellezza la prima parte del torneo e, se possibile, aumentare ulteriormente le distanze dalle inseguitrici, che attualmente si attestano a ben quattordici lunghezze sul Modugno, secondo. Con tredici reti realizzate e nessuna subita nelle ultime due uscite, i ragazzi di Massimo Gallo si sono abbattuti come un tornado sulle malcapitate Monte Sant’Angelo e Rinascita Rutiglianese, accumulando gol a grappoli, giocate convincenti ed esibendo una difesa a tenuta stagna. Il 3-4-3 è il modulo adatto per le qualità e le disponibilità della rosa, anche se la versatilità di Ciano e compagni si manifesta anche con la retroguardia a quattro: indipendentemente dagli schemi, l’Audace sa come imporre il proprio gioco e dettare legge sul campo, come la superiorità schiacciante in classifica testimonia. Per il match di domani sarà indisponibile Sante Russo, appiedato per un turno dal giudice sportivo per cumulo di ammonizioni: il suo posto con ogni probabilità sarà appannaggio di Marco Monopoli, reduce da brillanti prestazioni nell’ultimo periodo. Il tecnico gialloblu dovrebbe rischiare il diffidato Daniele Amoruso (domenica 20 c’è l’Ordona), mentre in attacco -stante l’indisponibilità di Lasalandra- c’è il rientro di Dipasquale, anche se la formazione verrà decisa all’ultimo. Gallo non fa drammi: «Lo spostamento al sabato non è un problema: ce la giocheremo come al solito, un giorno in più o in meno non fa differenza. Nonostante qualcuno sembra voglia metterci il bastone tra le ruote, scenderemo in campo sempre e comunque per la vittoria. In queste tre partite prima della sosta darò spazio a tutti, per premiare l’esemplare lavoro di tutti i ragazzi: contro i prossimi avversari deciderò in base alle loro caratteristiche e a chi mi darà le maggiori garanzie».

La Virtus Bitritto ieri ha ottenuto due punti in più in graduatoria (dal 2-2 conseguito sul campo col Monte Sant’Angelo), arrivando a quota 17, proprio al limite della zona playout; il bilancio complessivo parla di cinque vittorie, due pareggi e sei sconfitte, 21 gol fatti e 23 subiti. Da cinque annate consecutive in Promozione, i baresi vogliono confermare senza particolari patemi il posto nella categoria. A guidare la Virtus in panchina c’è Angelo Sisto, allenatore dalla provata esperienza nei tornei regionali con trascorsi a Noicattaro e Molfetta, dopo aver ricoperto il ruolo di secondo al Bari con Perotti. L’organico dei biancoverdi è di buona fattura, capeggiato dall’ex Cerignola Antonio Zonno e dal bomber di squadra Bozzi (sei centri finora): da tenere d’occhio anche i centrocampisti De Francesco e Valerio. Il Bitritto arriva dal ko interno subito per mano dello Sporting Ordona, ma nelle mura amiche è arrivato il grosso dei punti. Calcio d’inizio al “Gaetano Scirea” alle ore 17, con la direzione di gara affidata al sig.Salvo, della sezione di Taranto.

CONDIVIDI