Il 2016 parte come meglio non poteva per l’Audace Cerignola: nella prima giornata di ritorno del campionato di Promozione, arriva una vittoria a San Marco (0-2) in condizioni difficili. Tra squalificati, un avversario che voleva far bene ed una atmosfera dolomitica (freddo, pioggia e nebbia a tratti), i ragazzi di Massimo Gallo incamerano il successo numero 14 nel torneo. Il tecnico ofantino -almeno inizialmente- opta per un 4-3-3, con i ritorni di Vurchio in porta, Matera e Grimaldi in difesa e Conte in mediana; il trio d’attacco è composto da Russo-Monopoli-Dipasquale. Passa meno di un giro di lancette sul cronometro e Dipasquale si rende pericoloso su cross di Monopoli: il colpo di testa termina a lato. Il San Marco dell’allenatore-giocatore Iannacone è schierato con un 4-4-2 e prova subito a reagire: Perna col sinistro sfiora il bersaglio grosso; dopo un contatto sospetto in area su Schiavone, sul quale l’arbitro fa cenno di proseguire, Monopoli non indirizza a dovere un traversone di Colucci. L’Audace tiene il possesso, anche se trova difficoltà nella tattica molto chiusa dei garganici, che lasciano il solo Ricci oltre la linea della palla ed abbozzano qualche contropiede. Al 37′ infatti, una ripartenza sulla fascia sinistra dei padroni di casa vede Coco convergere al centro e tirare, con Vurchio che si distende e respinge. Nelle ultime battute della prima frazione, gli ospiti alzano l’intensità ed il pressing, ed il San Marco comincia a sbandare: Sportelli salva in due circostanze i suoi (prima su Monopoli, poi con riflesso felino su Dipasquale), mentre ancora Monopoli inzucca male da invitante posizione sull’assist di Russo.

I gialloblu non sono disposti a concedere sconti e proseguono a martellare anche ad inizio ripresa: diventa fondamentale l’asse sinistro, con un Colucci in grande spolvero. L’esterno riceve da Schiavone e centra teso, ma né Dipasquale né Russo arrivano per la deviazione; azione in fotocopia poco dopo ed il capitano cerignolano manca l’impatto con la sfera. I celestegranata non riescono ad uscire dalla propria metà campo, Monopoli e Colangione insidiano ancora la porta; poi, minuto 69, Colucci indirizza all’altezza del dischetto un traversone che Dipasquale stavolta non può proprio sprecare: testata vincente e vantaggio. Non paga, la capolista raddoppia le energie per chiudere definitivamente la contesa, esibendo grande voglia di vincere e una ferrea compattezza: emergono la generosità di Colucci e Monopoli, i rilanci senza badare troppo al sottile del gigante Colangione, il taglia e cuci in mezzo al campo di Schiavone e Conte. E’ però tutto il Cerignola a meritare alti voti in pagella (compreso il subentrato Angelo Colucci al posto di Ciano): Sebastiano Colucci innesca la corsa di Monopoli che, in posizione regolare e sul filo del fuorigioco, fulmina con un eccellente lob Sportelli (83′). Il numero 3 meriterebbe la soddisfazione personale, solo che il sinistro deviato da un difensore si impenna, finendo poco oltre la traversa. L’Audace esce vittoriosa da un terreno certo non facile e continua il suo personalissimo campionato, adesso è +15 in classifica sul Modugno: se le inseguitrici si avvicendano fra loro, il posto più alto del podio sembra ormai questione quasi chiusa. Domenica prossima al “Monterisi” arriverà il Quartieri Uniti Bari, fanalino di coda del girone A.

SAN MARCO-AUDACE CERIGNOLA 0-2

San Marco: Sportelli, Cagnetta, Villani, Iannacone, Gualano (53′ Ianzano), De Cesare, Camillo (66′ Nardella), Barbone, Ricci (77′ Catalano), Coco, Perna. A disposizione: Marchitto, Canistro, Pazienza, Ramunno. Allenatore: Marcello Iannacone.

Audace Cerignola: Vurchio, Grimaldi, Colucci S., Ciano (71′ Colucci A.), Colangione, Matera, Conte, Schiavone, Dipasquale, Monopoli, Russo. A disposizione: Marinaro, Lasalandra, Amoruso F., Morra, Fiorino, Pellegrino. Allenatore: Massimo Gallo.

Reti: 64′ Dipasquale, 83′ Monopoli.

Ammoniti: Gualano, Coco (SM); Colucci S., Ciano, Conte, Dipasquale (AC).

Angoli: 0-9. Fuorigioco: 5-2. Recuperi: 3′ pt, 4′ st.

Arbitro: Barile (Foggia). Assistenti: Direse (Foggia)-Festa (Barletta).

CONDIVIDI