Una bella sfida, in campo e sugli spalti: un vero esempio di fair play che difficilmente si trova in altri campi di Basket. Con questo spirito, la capolista del girone C interzona Zannella Cefalù e l’Allianz Udas si sono affrontate nel match più atteso della giornata. I padroni di casa mandano sul parquet: Sims, Cooper, Malagoli, Sodero e Mollura; i biancazzurri di Marinelli rispondono con: Malat, Voss, Serazzi (recuperato in extremis, ndr), Marchetti e Tredici. Partenza veemente dei siciliani, che segnano da tutte le posizioni per cercare di scavare subito un divario consistente: soprattutto Cooper semina il panico nei confronti degli avversari, che patiscono l’avvio difficile così come era successo a Teramo; gradualmente l’Udas cerca di non distaccarsi troppo nel punteggio, ed a fine primo quarto il risultato è 32-21. Nel secondo quarto cominciano a funzionare meglio attacco e difesa per gli ospiti: con Voss e Malat il divario si accorcia, ma alcuni errori favoriscono Cefalù, che chiude con un perentorio 61-46 all’intervallo lungo.

All’inizio del terzo periodo si vede un’Allianz Udas trasformata completamente: evidente che coach Marinelli negli spogliatoi si sia fatto sentire in maniera decisa. Una migliore gestione di palla e giocate risulta decisiva per recuperare tutto lo scarto della prima parte di gara, arrivando fino a -8. Protagonista assoluto Mike Malat, che dalla distanza fa rizzare i capelli ai siciliani, i quali cercano di mantenere il vantaggio sino a quel momento acquisito: alla penultima sirena è 76-71 per Cefalù. Ultimi dieci minuti da batticuore: i cerignolani raggiungono la parità negli ultimi 3′ dell’incontro, dando vita ad un finale in cui potrebbe arrivare anche un extra time. Nel momento decisivo un paio di sbavature risultano decisive a favore di Cooper e compagni, che con i tiri liberi tutti a segno chiudono la sfida. I biancazzurri escono a testa altissima, applauditi da tutti i presenti al palasport palermitano, fra cui una ventina di tifosi ofantini giunti in Sicilia dopo sette ore di viaggio. Adesso bisogna salvaguardare il secondo posto in classifica, visto che Pozzuoli è andata a vincere sul terreno del Teramo per 55-78: una lotta che per il girone di ritorno di questo minicampionato potrebbe riservare qualche sorpresa inaspettata. Prossimo impegno dell’Allianz Udas domenica prossima, al Pala “Dileo”, nuovamente contro Cefalù.

CLASSIFICA PLAYOFF PROMOZIONE (GIRONE C) ALLA TERZA GIORNATA

Zannella Cefalù 6, Allianz Udas Cerignola, Virtus Pozzuoli, Bk 2015 Teramo 2.

CONDIVIDI
  • Jonny Waker

    Scusate, perché fair play che difficilmente si trova su altri campi di basket????
    Il basket è uno sport sano a differenza del calcio! Tutti i campi di basket sono ricchi di fair play, tranne alcuni rarissimi casi!

    • Totò

      Giusto sembra che ogni domenica vanno in trincea. Perché tutto quello che fate e super?

  • Jeak Daniels

    Sì tutto è sempre Super, esistono solo loro in Puglia in Italia e nel Mondo!
    A mio modestissimo parere aldilà di fare o meno una bella figura, è arrivata l’ennesima sconfitta, il che vuol dire che si gioca per il secondo posto, da giocarsi in trasferta a Pozzuoli.
    Certo che se si dovesse arrivare terzi sarebbe Fallimento Puro visto la barca di soldi spesa!

    • ?????

      Dagli altri visto che un presidente che si definisce tale non ne mette neanche un euro.