Dopo un acceso derby con Alex Britti, individuato come possibile alternativa al cantautore romano, sarà Max Gazzè a chiudere i festeggiamenti della Patrona MM SS di Ripalta il 9 settembre in Piazza Duomo. Un evento organizzato e voluto dalla Deputazione Feste Patronali di Cerignola e dall’Amministrazione comunale.

Un concerto che prosegue sulla scia dei grandi nomi portati negli anni a Cerignola dal manager cerignolano Antonio Detoma. Un impegno preciso per la sua città che continua ad essere terra privilegiata per l’arrivo di artisti sulla cresta dell’onda.

Max Gazzè è tra i cantanti più ascoltati del momento e il suo Maximilian Tour sta mietendo successi data dopo data. Il successo “ti sembra normale”, ad esempio, è questa settimana il brano più trasmesso dalle radio italiane.

L’artista romano regalerà ad un pubblico cerignolano sicuramente in delirio due ore di musica, ripercorrendo successi vecchi e nuovi che vanno dal brano che lo vide esordire “Cara Valentina” fino a “La vita com’è”, passando per “una musica può fare” e “i tuoi maledettissimi impegni”. L’appuntamento è al 9 settembre.

  • Schifato

    E chi lo andrà a vedere!

  • Non date soldi alla festa!

    Non date soldi alla festa. Li metta il Comune se proprio ci tiene così tanto. E li metta la deputazione, che fa la beneficenza con i soldi degli altri, visto che con i soldi della questua chiesti ad aprile per la festa del ritorno della madonna dal santuario non si è fatto alcun fuoco, un atto grave e scorretto, tra l’altro mai documentato. Fino a quando non si documentano entrate ed uscite pubblicamente, i cerignolani non mettano un euro. Se ne vadano al mare piuttosto. La Madonna non sa che farsene dei cantanti.

  • Cicognino for ever

    Ottima scelta anche per quest’anno. Un grazie doveroso a Metta e all’amministrazione. Col PD ci saremmo dovuti accontentare di Mal o Dori Ghezzi. Grande Franco sei la nostra luce. Grazie infinite!!!

    • Schifato

      E che centra il sindaco con la deputazione feste patronali! Max Gazzè te lo vedi tu e quelli come te.A me mi fa addormentare.

    • Cerignolano

      Dopo Cabarezza , Max gazze ‘ l’anno prossimo chi ci avremo Rocco Hunt? Qualcuno è nello specifico la deputazione feste patronale dimentica che la maggior parte dei soldi raccolti vengono dalle famiglie e dagli anziani! Insomma quello che voglio dire è che non si possono fare scelte tali solo per accontentare i giovani locali e dei paesi limitrofi dimenticandosi di chi effettivamente contribuisce alla riuscita dell’evento. A questo punto la raccolta fondi per l’anno prossimo la facciano nei comuni vicini e presso i giovani !!Questa è la festa in primis di Cerignola e delle famiglie cerignolane ed è a chi mette i soldi che si deve guardare!! Io per quanto mi riguarda ( e la Madonna non me ne voglia) ho finito di versare il contributo . Il prossimo anno ci pensino Metta e i giovani!!!!! P. S Max Gazze’ se esce in TV cambio canale!! Figuriamoci se andrò a vederlo

    • civadoduro

      Più che un cicognino tu sei un pollo impostato,e sicuramente legato alla corte di un incapace.

  • il guastafeste

    serve che Cerignola sia amministrata bene (cosa che da un pò di tempo non accade), il cantante del 9 settembre sta tre ore sul palco e va via, per i restanti 364 giorni avremo solo una città nel caos, nell’illegalità e nel malaffare!!

  • Franco

    A Stornara piccolo paesino, De Gregori e Fedez. Ieri sera Giobbe Covatta e molti cerignolani erano lì ad assistere allo spettacolo. Cerignola è una città morta! Non c’è un programma ricreativo per i nostri giovani che, a cominciare da mio figlio, sono costretti ad andare fuori città!

    • Dino 1961

      Tuo figlio mandalo a lavorare, 9 – 10 ore di duro lavoro, poi vediamo se va fuori città!!!!! Prima eravamo poveri e Cerignola ci bastava ed avanzava, le esigenze erano molto limitate!!!!! Molti di noi lavoravano per pochi soldi, piu che altro per apprendere un mestiere!!!! Oggi questi “giovani” non vogliono lavorare, non vogliono imparare, vogliono solo spendere soldi, tra l’altro, soldi non loro!!!!! La cultura non interessa, lo sport pochissimo, cosa interessa le future generazioni???? Io vivo lontanissimo da Cerignola, in un ambiente dove ci sono molte più occasioni, i miei tre figli lavorano tutti, anche se abbastanza giovani, raramente vanno fuori città o rientrano dopo la mezzanotte, il giono dopo devono alzarsi per lavorare, qui non esiste di arrivare con 1 minuto di ritardo!!!!! Cominciamo con mettere dei limiti a questi giovani, poi vedrà apprezzarano anche le piccole cose!!!!! Saluti.

      • Franco

        Mio figlio è un ingegnere che magari da lavoro con la sua impresa a suo figlio. Parlate sempre a vanvera

        • Proletario

          Mio figlio è un muratore che con le sue braccia tira su i muri. I progetti di suo figlio senza le braccia di mio figlio rimarrebbero carta straccia!!!!

          • Dino 1961

            Caro Proletario, non esiste un lavoro più importante di un altro!!!!! Ogni lavoro é dignitoso, tutti i lavoratori sono Esseri Umani degni della più grande considerazione!!!!! Saluti.

          • Proletario

            E allora perché ha specificato che suo figlio ( ingegnere!!! ) dava del lavoro al figlio altrui?? Dal suo commento mi è sembrato una piccola distinzione di classe. Se così non è me ne scuso facendole presente che forse è il muratore che permette di far lavorare l’ingegnere. Punti di vista diversi. Saluti

          • Dino 1961

            Deve rileggersi i commenti, non sono io che ho il figlio Ingengnere, é l’altro Signore Franco che metteva l’accento su professioni, caste, nobili e servi della gleba!!!!! Cordialmente.

          • Proletario

            Infatti. Ho sbagliato a indirizzare la posta. Era per il signor Franco.Saluti

          • Dino 1961

            ……………si figuri, nulla d’importante. Stia bene.

          • Franco

            Il lavoro non è stato messo per fare distinzione di classe, queste sono stupidaggini perché io sono un operaio Sofia che avuto la possibilità di far studiare il figlio. Il problema è che in questa città non si fa niente per intrattenere i nostri ragazzi.

          • Dino 1961

            Le rispondo caro Signore, le iniziative d’intrattenimento sono, spesso, opera di privati e quindi a pagamento!!!! Ai Comuni spettano molti compiti, cultura, salute, ecc. ecc., il divertimento e le attività ludiche non sono prese in considerazione. Certo l’ Amministrazione comunale puo’ aiutare, incentivare, sostenere dei privati che vogliano investire nel settore, ma credo che le Amministrazioni cerignolane del passato abbiano fatto ben poco……….!!!!! Non creda che altrove la situazione sia tutta rose e fiori, anche qui molti giovani sono spesso in mezzo alla strada, facili vittime di vizi costosi e di mode pericolose. Ai giovani suggerirei di fare della lettura, praticare sport e soprattutto, vista la grande facilità d’accesso ai mezzi informatici, di intrattenere rapporti d’amicizia e comunicare con il prossimo!!!! Cordialmente.

          • Franco

            Ok! E quindi non crede che ha diritto anche a divertirsi? E che dato che il paese in cui paga le tasse dovrebbe fare qualcosa per il divertimento?

        • Dino 1961

          Sicuramente no, visto che siamo lontanissimo da Lei e da suo Figlio Arch. Ing. Dott. !!!!! Non é la questione se suo Figlio é ingegnere, avv., Prof, Ministro o altro, il problema che avete, voi Genitori, dato troppo ai vostri figli, costoro adesso vogliono sempre di più, ovvio Cerignola (mortorio) non offre molto!!!!! Forse non é il suo caso, ma molti genitori hanno viziato i propri figli, invece di far capire loro ca u pic avanz e l’ assé c voul!!!!! La saluto caro Signore, stia bene, é stato un piacere.