«In occasione della Festa Patronale, momento molto sentito e atteso dall’intera cittadinanza, abbiamo autorizzato i mercati occasionali intorno alla villa e posto le giostre in zona Fornaci, ma in modo da non ostacolare la regolare viabilità». A dirlo è Pia Zamparese, assessore alle Attività Produttive e Sicurezza.

«Infatti la Festa, come il concerto di Max Gazzè, si svolgeranno regolarmente nonostante la tragedia del terremoto che ha scosso l’Italia intera. Il rispetto e la beneficienza – continua Zamparese – credo non debbano essere strumentalizzati, anche se si è deciso comunque di non effettuare i fuochi». Una decisione che già negli scorsi giorni era stata resa pubblica dalla Deputazione Feste Patronali.

«Rispondiamo ancora una volta alle esigenze dei cittadini che aspettano un anno intero i giorni di Festa e a quelle dei commercianti, per i quali 7, 8 e 9 settembre possono rappresentare una boccata d’ossigeno in momenti come questi dove, ad ogni livello, il commercio risente di una forte crisi dell’economia globale. In tal senso – chiosa l’assessore – si è pensato quindi di offrire occasione per movimentare l’economia locale in occasione dei festeggiamenti».

CONDIVIDI
  • fonzino

    L’aveit vultet a tarallucc e vein!!!!! Sta bene, brav!!!!!

  • Frangucc

    Voglio vendere i fichidinnia alla festa, che devo fare? Mi posso mettere mizzo alla chiazza col trerruotte?