In occasione del ventennale di Tatarella, dopo il convegno a Roma e la presentazione a Bari del libro “Pinuccio Tatarella: passione intelligenza al servizio e dell’Italia” (ed. Regnani-Giubilei) continuano per l’Italia i momenti in ricordo del Padre nobile della destra democratica italiana che portò il Msi dalla protesta al governo, diventando il primo uomo di destra ad assumere un incarico di governo nell’Italia repubblicana.

Previsto un fitto calendario di presentazioni da oggi 7 marzo a Capurso (Ba) e domani ad Avellino che vedrà il libro su Pinuccio Tatarella essere presentato in diversi comuni. “Pinuccio Tatarella: passione intelligenza al servizio e dell’Italia” sarà presentato venerdì 15 marzo Pescara, sabato 16 a Salerno, giovedì 21 a Foggia, venerdì 22 a Termoli, sabato 23 ad Altamura(Ba), giovedì 28 a Gioia del Colle (Ba), venerdì 29 a Trani e sabato 30 a Cerignola (Fg).

In aprile sono già previste presentazioni anche a Padova, Torino, Cosenza, Teramo, Lecce, Napoli, Caserta, Bologna. Alle presentazioni che continueranno per tutto il 2019, parteciperanno alternativamente il Presidente della Fondazione Tatarella, il giovane Francesco Giubilei e il Vice Fabrizio Tatarella. E’ possibile acqusitare il libro anche online sul sito della casa editrice www.giubileiregnani.com/prodotto/pinuccio-tatarella/. Per organizzare presentazioni scrivere a fondazionegiuseppetatarella@gmail.com

Il libro raccoglie contributi e testimonianze non solo di chi è stato protagonista della Seconda Repubblica, ma anche di alcuni protagonisti dell’attuale fase politica: Galeazzo Bignami, Italo Bocchino, Pietrangelo Buttafuoco, Alessandro Campi, Domenico Crocco, Massimo D’Alema, Marcello De Angelis, Michele Emiliano, Vittorio Feltri, Stefano Folli, Maurizio Gasparri, Francesco Giubilei, Ignazio La Russa, Gianni Letta, Gennaro Malgieri, Roberto Maroni, Giorgia Meloni, Salvatore Merlo, Paolo Messa, Nello Musumeci, Corrado Ocone, Giuseppe Parlato, Antonio Polito, Gaetano Quagliariello, Gianpaolo Rossi, Matteo Salvini, Gennaro Sangiuliano, Vittorio Sgarbi, Antonio Tajani, Fabrizio Tatarella, Adolfo Urso, Giuseppe Valditara, Giuseppe Valentino, Marcello Veneziani, Francesco Verderami, Luciano Violante. Politici, giornalisti, uomini delle Istituzioni ricordano come Tatarella sia stato un esempio per molti, anche per le future generazioni a cui questo libro è rivolto.