Sportweb
pub_728_90

Punto News analizza un settembre a due facce

i più letti

Tg1 a Cerignola per Sara Ciafardoni: la storia della “lettrice sognatrice” in Rai

Con la passione per i libri e la voglia di parlare al mondo partendo dalla sua camera, Sara Ciafardoni...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura...
Vito Balzano
Caporedattore, giornalista. Laureato in Scienze della Comunicazione Sociale, Istituzionale e Politica. Dottore di Ricerca in Dinamiche Formative ed Educazione alla Politica.

Un mese dalle due facce, un po’ come accade solitamente per la città di Cerignola. Si parte con i preparativi della Festa Patronale (evento che ogni anno anima il mese di settembre), che riesce a confermare tutti i buoni propositi, imponendosi con stile e qualità. Non di meno, il tema culturale, è il TuttOperaria festival che, seppur tra mille difficoltà e polemiche, riesce a portare nomi di spicco del panorama alternativo della musica italiana, prima di chiudersi con la polemica in seno all’annullamento dell’ultima serata. Anche lo sport regala pagine felici, come quella dell’Udas, ma anche numerose perplessità per il settore calcio. La polemica tra dirigenza e tifosi è sempre accesa e a oggi non sembra essersi risolta. Tanti gli spunti di attualità, che aprono la faccia triste della città, con i soliti problemi di natura sociale, la forbice economica tra ricchi e poveri che si allarga sempre più, e poi c’è Cerignola, una città che, avvolta sempre più da debiti e buchi, deve fare i conti con una crisi gestionale davvero poco rassicurante. Dalla viabilità, ai servizi al cittadino, il comune sembra non poter rispondere alle esigenze di una città che, nonostante tutto, vorrebbe crescere. E in questo l’aiuto non giunge nemmeno dalla politica, sempre più impegnata in beghe interne, o in scontri tra opposizioni. E’ il caso del Pd, con la polemica tra Bonito e Gentile, oltre alla ormai consolidata divisione interna tra le due fazioni. Il tutto si traduce in lacune evidenti nella manovra di opposizione all’amministrazione Giannatempo. Un po’ meglio in casa ‘cicogna’ dove, nonostante quanto affermano alcuni, ovvero la possibilità di due fazioni createsi all’interno, il leader Metta smentisce e si pone come garante di una solidità e forza sempre maggiore del suo Movimento. Giannatempo, con non poche difficoltà, tenta di tenere compatti i consiglieri, i quali però non perdono occasione (alcuni) per criticare pubblicamente l’operato di alcuni Assessori (vedasi caso Netti-Reddavide). La cronaca come al solito regala pagine giornaliere che fanno male, materialmente e moralmente, alla città. Dai furti alla ricettazione, dallo spaccio di droga alle rapine, non manca nulla che non alimenti la fama (brutta) di questa città. E le istituzioni, vuoi per carenza d’organico, vuoi per la difficoltà di questo territorio, sembrano faticare sempre più. Cosa ci attende per ottobre? Non ci resta che aspettare fiduciosi.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

In Val d’Agri per centrare il decimo risultato utile di fila: il Cerignola atteso dal Grumentum

Viaggio in Basilicata per l'Audace Cerignola, atteso domani a Marsicovetere dal Grumentum nella sfida valida per la 20^ giornata...

Stop ai doppi turni e nuova sede all’IISS Pavoncelli, nell’ex asilo di via delle Rose

Grazie alla collaborazione tra i Commissari prefettizi del Comune di Cerignola, nelle persone del dott. Umberto Postiglione e dott.ssa Adriana Sabato, e la Provincia...

Dico No alla Droga Puglia arrivato anche a Cerignola con la campagna di prevenzione

Ieri mattina, alcuni volontari dell’O.d.V. (organizzazione di volontariato) Dico No alla Droga Puglia, hanno dato vita ad una distribuzione di opuscoli informativi in alcuni...

«Mafia foggiana emula la ‘ndrangheta». Ecco la relazione della DIA sulla Capitanata

Un «contesto ambientale omertoso e violento», dovuto al legame dei gruppi criminali con il territorio, ai rapporti familistici dei clan e alla «massiccia presenza...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dalla...