Sportweb
pub_728_90

Bovino, ritiene violato il proprio spazio venatorio e spara al cacciatore rivale

i più letti

Tg1 a Cerignola per Sara Ciafardoni: la storia della “lettrice sognatrice” in Rai

Con la passione per i libri e la voglia di parlare al mondo partendo dalla sua camera, Sara Ciafardoni...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della...

Disordini nella partita contro il Bitonto, Daspo per cinque tifosi dell’Audace Cerignola

Cinque ultras residenti nel comune ofantino, tutti tifosi della squadra di calcio “AUDACE CERIGNOLA” sono stati raggiunti dalla misura...

Spano Francesco

I Carabinieri della Stazione di Orsara di Puglia  e della Compagnia di Foggia hanno arrestato SPANO Francesco,  58enne residente a Bovino che, nel corso di una battuta di caccia in località Monte Fedele di Bovino, a seguito di un alterco verbale con un cinquantenne orsarese scaturito da divergenze sulle aree dove praticare l’attività venatoria,  aveva ferito quest’ultimo con un colpo esploso con il fucile da caccia legalmente detenuto,

Lo stesso SPANO, immediatamente dopo il fatto, era rientrato presso la sua abitazione e chiamava  i Carabinieri che nel frattempo, a conoscenza di quanto accaduto, erano già sulle sue tracce. Ai militari diceva che nel corso di un una battuta vi era stato un incidente di caccia e che aveva ferito una persona riferendo altresì di trovarsi presso il suo domicilio, dove veniva effettivamente rintracciato già in compagnia del suo legale.

Lo SPANO giustificava il suo comportamento dichiarando di essere stato aggredito dal ferito e, nel corso della colluttazione, accidentalmente gli era caduto il fucile che portava in spalla e dal quale era partito un colpo che aveva ferito l’orsarese, dopodiché era tornato a casa senza chiamare alcun soccorso. Tale versione però, da subito risultava in netto contrasto con quanto acquisito nell’immediatezza dei fatti dai Carabinieri che, sentiti gli altri partecipanti alla battuta di caccia, apprendevano che il ferito dopo una breve discussione con lo SPANO era stato da questi attinto con un colpo di fucile esploso alle spalle. Tale versione veniva confermata dalla stessa vittima, ricoverata presso gli Ospedali Riuniti di Foggia, con prognosi di gg.15 per “ferita da arma da fuoco in regione posteriore emitorace sinistro”.

Il racconto dello SPANO si rivelava pertanto appositamente inventato per coprire quanto realmente accaduto e, per tale motivo, lo stesso veniva tratto in arresto per il reato di tentato omicidio e associato presso la casa circondariale di Foggia.

L’arresto veniva convalidato ed all’autore veniva applicata la misura della custodia cautelare in carcere.

La presunta arma utilizzata per commettere il reato veniva sequestrata così come una pistola di proprietà dello stesso e n.2 fucili da caccia del di lui figlio, custoditi nella stessa abitazione dell’arrestato.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

In Val d’Agri per centrare il decimo risultato utile di fila: il Cerignola atteso dal Grumentum

Viaggio in Basilicata per l'Audace Cerignola, atteso domani a Marsicovetere dal Grumentum nella sfida valida per la 20^ giornata...

Stop ai doppi turni e nuova sede all’IISS Pavoncelli, nell’ex asilo di via delle Rose

Grazie alla collaborazione tra i Commissari prefettizi del Comune di Cerignola, nelle persone del dott. Umberto Postiglione e dott.ssa Adriana Sabato, e la Provincia...

Dico No alla Droga Puglia arrivato anche a Cerignola con la campagna di prevenzione

Ieri mattina, alcuni volontari dell’O.d.V. (organizzazione di volontariato) Dico No alla Droga Puglia, hanno dato vita ad una distribuzione di opuscoli informativi in alcuni...

«Mafia foggiana emula la ‘ndrangheta». Ecco la relazione della DIA sulla Capitanata

Un «contesto ambientale omertoso e violento», dovuto al legame dei gruppi criminali con il territorio, ai rapporti familistici dei clan e alla «massiccia presenza...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dalla...