More

    HomeEvidenzaPolemiche sulla "Bella". «No alla speculazione!»

    Polemiche sulla “Bella”. «No alla speculazione!»

    Pubblicato il

    Non si arrestano le polemiche seguite alle dichiarazioni di Onofrio Giuliano a La Gazzetta del Mezzogiorno rispetto al Premio nazionale “Bella di Cerignola”. Ieri Michele Romano, direttore dell’Agenzia Comunale per le Attività Produttive, dichiarava, attraverso un comunicato stampa del comune: «Il presidente di Confagricoltura Foggia ha trasformato un’occasione di incontro, di festa, di rilancio dell’immagine e dell’economia della nostra città in un momento di scontro gratuito di cui non avevamo certamente bisogno». Ma cosa ha detto Giuliano di tanto ‘piccante’ per urtare la sensibilità di Romano? Semplicemente che esistono problemi reali come i furti nelle campagne e i prezzi bassi, quasi da ‘cartello’.

    Oggi a tornare sulla questione è il Consigliere Laguardia, in contrasto con Romano e a favore di Giuliano. «E’ vero quanto afferma Onofrio Giuliano. Il prezzo viene mantenuto basso a discapito dei produttori (gli agricoltori), col beneficio di pochi. I furti sono un problema molto serio, così come il prezzo. Inoltre mancano le cooperative e i consorzi che permetterebbero un maggior potere di contrattazione ai produttori. Detto ciò, Giuliano non ha fatto altro che mettere in guardia, da conoscitore del settore, l’Amministrazione Comunale». Se tutto questo fa pensare facilmente che non vi sia comunicazione tra i membri di maggioranza, c’è ben altro. L’associazione ETICA ONLUS, della quale fanno parte diversi membri dell’amministrazione comunale tra cui il Sindaco, e che si occupa di valorizzare i prodotti locali non viene coinvolta e nemmeno invitata, se non attraverso un ‘invito facebook’. A dichiararlo è il Presidente, il Prof. Elio Migliorati, che in una lettera inviata a Onofrio Giuliano scrive: «La sorpresa poco edificante mi è pervenuta dalla notizia riguardante la festa organizzata dalla nostra Amministrazione Comunale, riguardante il Premio Bella di Cerignola. Personalmente ho ricevuto un invito a mezzo facebook, ma non è mai stata menzionata la nostra AssoEtica. Tutto questo lascia qualche dubbio sulla serietà dell’iniziativa». Per difendere la speculazione, «propongo – conclude Migliorati – di organizzare una manifestazione avente il titolo: “no alla speculazione”». Caos quindi. A Palazzo di Città pare che su certe iniziative l’organizzazione vacilli. Ma l’agenzia all’agricoltura cosa sta facendo rispetto a quanto accade ogni giorno ai produttori? «Michele Specchio e Salvatore Morano – conclude Laguardia – stanno lavorando molto per difendere i prodotti locali. Stiamo insieme provando a tirar fuori un’ordinanza sindacale che permetta l’acquisto delle olive sono in certi giorni, così da mitigare il fenomeno dei furti».