More

    HomeEvidenzaForza Italia, «nuovi giochi nei parchi». Polemica con il Pd

    Forza Italia, «nuovi giochi nei parchi». Polemica con il Pd

    Pubblicato il

    Nuovi giochi nella Villa comunale e nei principali altri parchi attrezzati della città, per renderli efficienti per la stagione estiva ormai cominciata. Il provvedimento, a cura del settore Ambiente, sarà realizzato a partire dalla settimana che comincia domani. Due le fasi che caratterizzeranno l’operazione: una prima vedrà la sistemazione dei giochi esistenti, con le riparazioni di quelli danneggiati o con l’utilizzo dei giochi giacenti in magazzino e fin qui non utilizzati. Successivamente, ormai in luglio, arriveranno nuove attrazioni per i più piccoli, in sostituzione dei giochi rotti ed irrecuperabili o resi obsoleti dalle nuove normative in materia di sicurezza. A partire da lunedì, gli interventi che restituiranno ai bimbi parchi fruibili e sicuri riguarderanno anche l’area dei giochi di Via San Ferdinando (adiacenze ex commissariato), i parchi Due Giugno, Dalla Chiesa (Mezza luna), di Piazza Ventimiglia, di Via Lagonegro, di Piazza Santa Barbara, di Via Pietro Micca. Qui, saranno sistemate anche le panchine, danneggiate o usurate.
    GLI ANNI 80 E LE INUTILI POLEMICHE DELLA SINISTRA
    “Accanto al ripristino dei giochi ed alla sostituzione ove serva – spiegano i consiglieri comunali Onofrio Bombino e Gianvito Casarella – abbiamo lanciato l’idea del recupero del bar della Villa, come baluardo di vigilanza. La giunta ha già provveduto all’atto di indirizzo al dirigente preposto, affinché sia preparato un bando di gestione che ne assicuri nel più breve tempo possibile una fruizione commerciale e una presenza che sia deterrente contro le note e frequenti vandalizzazioni degli spazi comuni come quello della Villa Umberto I”. Dopo l’annuncio degli esponenti di Forza Italia, addirittura il Partito Democratico si era prodotto nei giorni scorsi nella critica senza appello e nella spiegazione tecnica del ruolo di una Villa comunale all’interno del tessuto urbano, denigrando l’idea di Bombino e Casarella. “Simpatico che il Pd parli di Villa – replicano ironicamente i 2 forzisti – giacché è l’erede di quel partito che tenne chiusa la Villa per anni a cavallo tra gli Anni 80 e i 90, negandone la fruibilità ad un’intera generazione. Ed è la stessa sinistra che al governo cittadino del 2005 non seppe far di meglio che coprire la lapide apposta dall’ex sindaco Salvatore Tatarella, a ricordo dello scempio inefficiente di quei lunghi e dispendiosi lavori. nOggi, un buon silenzio avrebbe giovato al dibattito più di inutili spiriti di contraddizione aprioristici”.

    3 COMMENTS

    1. Certo!si mettono nuovi giochi in villa e altrove ,ma dovete mettere anche piu`controllo visto che in villa non si puo` portare un bimbo perche` e` pieno di rumeni ubriachi,e ragazzi che danno spettacolo fumando canne.Allora lancio un idea ai signori dell`amministrazione,iniziate con un proggetto sicurezza per salvaguardare cittadini e paese,poi potete dire adesso faccio qualcosa di utile per la cittadinanza.Grazie a tutti