More

    HomeSportBasketLa Castellano Udas si impone sul Ceglie, l'Olimpica Ecodaunia passa a Bari...

    La Castellano Udas si impone sul Ceglie, l’Olimpica Ecodaunia passa a Bari sull’Adria

    Giovedì si torna in campo per il recupero della giornata rinviata ad inizio gennaio per maltempo

    Pubblicato il

    Vittoria numero venti stagionale, sembra che nessuno ormai possa fermare la Castellano Udas. Nella nona di ritorno della Serie C Silver, i biancazzurri allenati da Gigi Marinelli (stoicamente in panchina con febbre alta) battono anche il Basket Ceglie per 70-63: la gara parte con gli ospiti più incisivi in attacco ed in difesa, soffre la formazione di casa che a fine primo quarto è sotto 11-22. Si cambia registro all’inizio del secondo periodo, con capitan Tredici che mette a segno 6 punti e, con l’aiuto di Leo, effettua l’operazione sorpasso: nonostante il duo cegliese Jones-Sledge, gli udassini rimangono sul pezzo con un distacco all’intervallo lungo di soli 5 punti (30-35). Nel secondo tempo la Castellano Udas vola a +10, ed i “cannibali” vanno a referto compreso il neoacquisto Cota (per lui una tripla e due punti dalla lunetta). Ultima frazione senza troppo patire, anche se Ceglie cerca di riavvicinarsi arrivando fino a -6: a sbarrare definitivamente la strada Leo, per il 70-63 finale. Prossimo impegno giovedì ancora in casa, con il recupero della partita con Altamura non disputata per il maltempo ad inizio gennaio.

    La vittoria convincente contro Francavilla non è stato un caso isolato: la conferma per l’Olimpica Basket è arrivata anche dal largo successo a Bari contro l’Adria 43-90. Sin da subito il quintetto gialloblu detta i tempi della sfida con Morresi, Samojlovic e Pwono, Malpede, Cipri e Mazzilli che si alterna a protezione della linea difensiva: in pochi minuti l’Olimpica prende già il largo (9-22). Di contro, i baresi non riescono a imbastire una reazione degna di questo nome: troppe assenze di peso e molti errori favoriscono il gioco degli ofantini che all’intervallo lungo chiudono sul 24-40. Con il risultato acquisito, coach Gesmundo mette in campo i giovani Torlontano e Di Noia che non sfigurano, e vanno a referto fra gli applausi dei compagni e dei tifosi giunti in buon numero da Cerignola. Ancora un altro passo in avanti per l’Olimpica sulla strada di una salvezza meno tortuosa: l’importante sarà non abbassare la guardia nella delicata sfida esterna, nell’infrasettimanale di giovedì ad Ostuni, vittorioso a Mola 75-93.

    CLASSIFICA ALLA VENTIQUATTRESIMA GIORNATA

    Castellano Udas Cerignola 44; Nuova Pallacanestro Nardò 38; Cestistica Ostuni 32; Nuova Pallacanestro Ceglie 30; Tamma Angel Manfredonia, Action Now! Monopoli 24; Francavilla, Sunshine Bk Vieste, Libertas Altamura 22; Virtus Ruvo di Puglia, Olimpica Ecodaunia Cerignola, Mola New Basket, Diamond Foggia 20; Valentino Castellaneta 16; Valle d’Itria Martina Franca 12; Adria Bari 2.