More

    HomeEvidenzaLa proposta del centrosinistra: Referendum cittadino sulla ZTL

    La proposta del centrosinistra: Referendum cittadino sulla ZTL

    Lunedì 6 marzo alle 11,00 una conferenza stampa aperta a tutti i cittadini per lanciare la proposta

    Pubblicato il

    Le polemiche sulla ZTL in materia di viabilità ma anche di multe non sono cosa nuova per i cerignolani. Come nuovi non sono i dubbii del centrosinistra, manifestati in più occasioni a mezzo stampa, ma anche in consiglio comunale, laddove neanche la proposta di aumentare i fondi sulla manutenzione delle strade è stata presa in considerazione.

    Con una nuova nota stampa i sette del centrosinistra tornano sulle criticità – troppe – di un provvedimento ad oggi fattivamente attivo. «Questa ZTL ha stravolto la viabilità cittadina in peggio – scrivono -, reso la vita delle Cerignolane e dei Cerignolani un problema e trasformato le strade limitrofe a corso Gramsci, corso Roma e corso Aldo Moro, per la loro conformazione, un concentrato di esplosivo di traffico e smog. Pochi giorni di sperimentazione hanno già segnato il fallimento di questa ZTL. Tutto già detto, tutto prevedibile. I disagi e gli ingorghi di queste ore avrebbero suggerito a amministratori accorti la sospensione della sperimentazione e il lavoro, in concerto con cittadini e commerciati, per interventi migliorativi. Questi amministratori, invece, sanno solo dai social insultare le cittadine e i cittadini di Cerignola».

    E allora dalla protesta si possa alla proposta. Infatti «i gruppi consiliari del Centrosinistra indicono per lunedì 6 marzo ore 11.00 presso la saletta consiliare del Palazzo di Città di Cerignola una conferenza stampa aperta a tutti i cittadini per lanciare la proposta di REFERENDUM CITTADINO SULLA ZTL. Uno strumento di democrazia previsto dallo statuto del comunale per dare la parola alla città sull’istituzione della Zona a traffico limitato e la sua modalità di attuazione».

    Una proposta che se accettata permetterebbe davvero una protesta democratica ai cittadini, che da quanto si rileva in città, appaiono non proprio soddisfatti del provvedimento voluto dal duo Metta-Delvino. Una vera e propria votazione che tornerebbe a dare la parola alla cittadinanza, quel “popolo” che oggi sui social ha quasi esclusivamente parole critiche per le scelte dell’amministrazione. E il risultato non sarebbe assolutamente scontato.

    9 COMMENTS

    1. ma perchè non si fa un referendum cittadino per mandare TUTTI A CASA questi cialtroni ed incompetenti. Sto Delvino sta facendo proprio un casino. Tornatene da dove vieni e vedi di essere processato quanto prima così ti fai il carcere per i reati commessi e per quelli che sai commettendo. ZTL= BUSINESS