«Il Consiglio comunale dello scorso 10 febbraio si è rivelato molto utile». A sottolinearlo è Rino Pezzano, consigliere comunale del gruppo Capitanata Democratica, il quale ha aggiunto in merito alla questione della riscossione dei tributi che «si è avuto un confronto diretto, franco e alla luce del sole nel luogo deputato al dibattito politico sulla città». «Trovo infantile, offensivo e scorretto nei confronti dell’Istituzione – aggiunge Pezzano – abbandonare l’aula prima di una discussione importante per i cittadini cerignolani. Questo, poi, quando in precedenza l’assise comunale si era confrontata su un tema, come quello dell’olio tunisino, sì importante per il territorio, ma non di primissima pertinenza dell’amministrazione comunale. Il Partito Democratico – prosegue il consigliere – lì dove è deputato a prendere le decisioni ha contribuito all’importazione di olio proveniente dalla Tunisia: ma allora dov’è finita la filiera istituzionale tanto paventata in campagna elettorale?».

Dopo la discussione in consiglio comunale sulla riscossione dei tributi, «l’amministrazione – spiega Pezzano – si è impegnata a richiedere il potenziamento degli uffici preposti a tale servizio, affinché in futuro non avvenga più questo disguido. In più, saranno effettuate le opportune verifiche e, se verranno rilevati casi in cui vi è stato un errato pagamento, nel più breve tempo possibile ci sarà la restituzione dell’intera somma». «Mi congratulo inoltre – dichiara il consigliere – per l’egregio lavoro svolto dal Direttore Generale del Consorzio, Dott.ssa Monica Abenante, e da tutti i dipendenti, grazie al quale il Comune di Cerignola recupererà circa 2 milioni di euro. Mi scuso – conclude Pezzano – con tutti i cittadini a cui abbiamo arrecato dei disagi».

  • Demoralizzato

    Vi si compra con un palloncino e una trombetta. Che delusione ….

  • Davide

    Più che un consiglio comunale, un coniglio comunale!!!!!! Ho detto tutto!!!!!!