franco-metta-lanotiziaweb-cerignola

Giunge in Redazione un nota stampa del Sindaco Franco Metta il quale, senza mezzi termini, esterna il proprio disappunto per le parole pronunciate dalla Consigliera ex cicognina Teresa Lapiccirella, nell’ultimo Consiglio comunale, all’indirizzo del Dirigente Buquicchio.

“Nel corso del Consiglio Comunale del 30 luglio scorso la signora consigliera Lapiccirella si è esibita in un isterico intervento,  fatto di urla incomposte e strepiti di ardua comprensione.

A quanto con difficoltà si è potuto ricostruire, pare che alcune urla incomposte, contenessero espressioni irriguardose, nei confronti del Dirigente Finanziario del Comune, dottor Giovanni Buquicchio.

Il dr. Buquicchio è un professionista integerrimo.

Preparatissimo.

Ineccepibile per spirito di sacrificio e disponibilità.

Per queste Sue doti preclare ed indiscusse è stato anche scelto per un delicatissimo ed importantissimo incarico commissariale in un Comune calabrese sciolto per mafia.

Nulla giustificava la volgare aggressione personale subita in Consiglio da parte di una consigliera, esagitata ed esaltata.

Ho espresso in privato e rinnovo pubblicamente al dr. Giovanni Buquicchio i sensi della stima incondizionata della Amministrazione Comunale e miei personali.

Condanno l’isterica aggressione personale subita da parte della signora Lapiccirella.

A costei ricordo che Ella è una “abusiva” in questo Consiglio Comunale, avendo usurpato voti a Lei attribuiti come esponente e candidata del Movimento Politico “LA CICOGNA”, per utilizzarli ad ignoti fini personalistici e per tentare di beneficiare qualche suo intimo parente con un non dovuto ed illegittimo “divieto”, nella guerra privata che costui conduce contro un cittadino, colpevole di essere suo vicino di casa.

Distintasi finora per aver tradito i suoi elettori,  per aver lucrato con strategiche e momentanee presenze in Consiglio, i 35 euro del gettone di presenza, ha aggiunto questa indecorosa performance al suo già poco commendevole curriculum”.